Lee Westwood «Ė stato mio padre a insegnarmi a vincere»

Il numero in edicola di Style Golf, il magazine diretto da Carlo Montanaro, dedica la copertina di marzo-aprile 2012 a Lee Westwood. Numero tre al mondo con 36 vittorie, nel 2010 ha scalzato il mito Woods dalla vetta. Del suo successo dice: «Ė stato mio padre a spronarmi a vincere. Bisogna provarci sempre. Il resto me l’ha insegnato il golf: uno sport dai grandi valori, che cerco di trasmettere ai miei figli». Nell’intervista al bimestrale del Gruppo Rcs, Westwood parla del tipo di allenamento a cui si sottopone, del giovane rivale McIlroy e del suo orgoglio nel rappresentare la Gran Bretagna durante le Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016.

Per la rubrica fuoriclasse in campo, Style Golf dà spazio ai campioni partiti da zero e diventati star milionarie: dall’italiano Costantino Rocca all’argentino Angel Cabrera fino al giovanissimo Rory McIlroy.

Il fuoriclasse fuori campo è Mark Wahlberg, attore di The Departed e The Fighter. L’ex bad boy e rapper arrabbiato oggi è padre di quattro figli, marito fedele e fervente cattolico. Dice: «La disciplina mentale del golf mi ha spinto a maturare». E sul futuro ha le idee chiare: «Dopo i 55 anni mi dedicherò solo al green».

Inoltre, i percorsi con i fiori più belli: i campi giardino negli Stati Uniti, in Irlanda, Italia, Inghilterra e Svizzera. Chi preferisce il deserto e il gioco tra rocce rosse, scorpioni e cactus troverà tutte le indicazioni utili nella rubrica Andar per campi. Per gli appassionati che abbiano a disposizione solo 72 ore, un grand tour della Sicilia attraverso i suoi campi: dall’Etna a Sciacca, passando per le bellezze di Taormina e i campioni del Sicilian Open. Senza dimenticare qualche sosta gourmand.

Infine, tutti i consigli tecnici con un approfondimento sui nuovi ferri. Protagonisti materiali sofisticati come carbonio e tungsteno.