Gruppi di studio

di Chiara Zanzi – Durante gli studi universitari ci si ritrova in classi numerose a contatto con persone diverse e simili a noi, è normale che si facciano amicizie, che si creino screzi, ma la cosa più importante da fare è quella di trovare le persone giuste con cui formare un efficiente gruppo di studio.

Prima di tutto bisogna avere un obiettivo comune (esame), scegliere persone che abbiamo capacità e preparazione simili. Il gruppo deve essere di massimo 5 persone per non creare troppa dispersione e favorire il confronto su ciò che si è studiato.

I vantaggi sono molteplici: si possono scoprire nuovi metodi di studio,si riescono a scoprire le proprie carenze e a porvi rimedio, vi è la possibilità di esporre ciò che si è studiato simulando l’esame,si riduce l’ansia per l’esame vivendola come una situazione non più personale ma di gruppo,è possibile, inoltre, chiarire argomenti poco capiti grazie al supporto degli altri.

Non bisogna però usare il tempo per lo studio come un momento di svago e quindi divagare, tralasciando le cose importanti per ridere, scherzare e chiacchierare.

L’impegno è la parte fondamentale come nello studio individuale, bisogna stabilire dei tempi, essere organizzati, trovare un luogo adeguato.

Quindi trovate le persone giuste e mettetevi al lavoro.