Atletica: Stamura decima con le allieve

Allieve Stamura

Un club marchigiano nell’élite nazionale dell’atletica giovanile. In questo week-end, alla Finale A del Campionato italiano di società under 18 a Saronno (VA), c’erano infatti le allieve della Sef Stamura Ancona, che hanno ottenuto il decimo posto in classifica. E i migliori risultati sono arrivati nelle gare di velocità: successo di Martina Buscarini sui 100 in 12”33, mentre nei 200 metri Martina Piergallini (già oro quest’anno agli Studenteschi di Roma sulla distanza più breve) ha realizzato il secondo tempo con 25”52. Stesso piazzamento in 49”38 per la staffetta 4×100, grazie a Camilla Musciano ed Eleonora Luini, oltre alle due sprinter impegnate nella prova individuale: il quartetto della Stamura detiene la miglior prestazione italiana dell’anno, con il 48”91 di tre settimane fa ad Osimo, e nella passata stagione ha centrato l’argento tricolore. Punti preziosi vengono conquistati nel mezzofondo, con Elisa Pigliapoco sui 3000 e Alessia Beccacece nei 1500, entrambe quinte come la stessa Piergallini sui 100 ostacoli e la marciatrice Cristina Zagaglia, tutte pronte a dare il loro contributo al team dorico, già autore di una storica impresa con la qualificazione alla finale-scudetto.

Anche nella Finale A1 di Formia (LT) ha trovato spazio una società della regione al plurale: la Tecno Adriatletica Marche, dodicesima con le sue allieve, pur dovendo fare i conti con alcuni infortuni come quello della saltatrice in alto Gioia Iacopini (quarta ai Tricolori indoor), schierata per l’occasione nel disco, e dell’ostacolista Anna Persiani. Non delude però Veronica Botticelli, prima sul traguardo dei 5000 metri di marcia in 26’48”39, poi si comporta bene anche la triplista Valentina Attorri, quarta con 10.97, mentre Valeria Marcozzi (400hs) e Ilaria Del Moro (giavellotto) si guadagnano il quinto posto individuale.

Trasferta ad Isernia per tre squadre marchigiane, in gara nella Finale A3. Gli allievi dell’Atletica Avis Macerata chiudono quinti, cogliendo diversi successi parziali. Nel giavellotto con 51.22 si impone Emanuele Salvucci, campione italiano cadetti nel 2010, e primeggia anche il marciatore Michele Antonelli: notevole il tempo finale di 22’42”7 sui 5 km per il vincitore della medaglia d’argento ai recenti Studenteschi, capace anche di un terzo posto ai Societari di Lanuvio, una settimana fa. Ma sulla pista molisana a prevalere è anche la 4×100 avisina, con Marco Grande Castellani, Marco Montani, Jacopo Ranzuglia e Mattia Rossi in 45”5.

Si piazza decima nel ranking maschile l’Atletica Osimo, che festeggia ad Isernia il successo di Manuel Nemo nel salto in alto con 1.92, frazionista anche nella 4×100 insieme a Francesco Lucchesi, Juvenal Onu e Ayoub Aboulkhir, secondi in 45”8 per una doppietta marchigiana.

E sono decime pure le under 18 dell’Avis Macerata, per quattro volte sul gradino più alto a livello individuale: doppia affermazione nel mezzofondo di Ilaria Sabbatini (5’08”08 sui 1500 metri e 2’24”6 negli 800), non hanno rivali Paola Spina sui 100 metri (12”52 con vento contrario di 1.9) e Maria Lina Antinori nei 100 ostacoli (15”07).