Aeroporti Europei: impegno raddoppiato

annual-general-assembly-logo-2017
annual-general-assembly-logo-2017

Durante il 27° Congresso annuale di ACI EUROPE, aperto formalmente a Parigi questa mattina, l’intero settore aeroportuale europeo ha rinnovato il suo impegno a ridurre l’impatto degli aeroporti sul cambiamento climatico, annunciando il raddoppio delle certificazioniCarbon Neutralityentro il 2030.

Durante i negoziati sul clima del COP21 del dicembre 2015, l’associazione degli aeroporti europei ACI EUROPE si è presa l’impegno di avere 50 aeroporti neutrali entro il 2030.

Un altro passo avanti positivo a Parigi
Annunciando il nuovo impegno, Augustin de Romanet, presidente di ACI EUROPE e Presidente e CEO di Groupe ADP, ha dichiarato: “Gli aeroporti europei sono totalmente d’accordo nel mantenere l’obiettivo del riscaldamento globale al di sotto dei 2° C e con l’obiettivo di raggiungerne 1,5° C. D’altronde, l’industria aeroportuale è già passata dalle parole alle azioni attraverso il programma indipendente di gestione della riduzione delle emissioni di carbonio, Airport Carbon Accreditation.All’ultimo conteggio, dei 116 aeroporti europei certificati in base al programma Airport Carbon Accreditation, 27 di essi sono ora carbon neutral¹. Ciò significa che siamo già più che a metà del nostro impegno iniziale”. Ha aggiunto “Così abbiamo pensato che potremmo fare ancora meglio. E guardando come alcuni sono appena usciti dall’accordo di Parigi, pensiamo che dobbiamo fare meglio. Così oggi sono estremamente orgoglioso di annunciare che stiamo raddoppiando il nostro impegno – ACI EUROPE e il mondo aeroportuale europeo stanno ora impegnandosi ad avere 100aeroportineutrali entro il 2030″.

L’annuncio di oggi è sostenuto da impegni specifici presi da altri 26 aeroporti in Europa, per diventare neutrali. NiclasSvenningsen, responsabile dell’iniziativa ClimateNeutralNow, presso la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (UNFCCC) ha commentato: “Meno di due anni fa a Parigi, 195 paesi hanno firmato l’accordo di Parigi sotto il motto di”Possiamo, dobbiamo, vogliamo”. L’annuncio sfidante di ACI EUROPE si trova in linea con questa visione e rappresenta un ottimo esempio da seguire per le altre industrie e settori. Noi a UNFCCC accogliamo i continui sforzi del settore aeroportuale e sosteniamo tutti gli aeroporti che intraprendono azioni per combattere il cambiamento climatico”.

Risultati annuali
ACI EUROPE ha inoltre rilasciato l’ultima certificazione diriduzione di CO2 del programma Airport Carbon Accreditationin Europa per lo scorso anno: 154.351 tonnellate di CO2 risparmiate – equivalente alla CO2 emessa da 64.582 famiglie nel corso di un anno.
Con i suoi 4 livelli il programma Airport Carbon Accreditationha certificato circa 190 aeroporti in tutto il mondo negli ultimi 12 mesi. I dettagli completi sulla riduzione raggiunta a livello mondiale saranno rilasciati a settembre di quest’anno.
De Romanet ha concluso: “Per gli aeroporti, la gestione delle emissioni di carbonio significa essere all’avanguardia nella responsabilità aziendale e sociale nonché un obiettivo importante del proprio business. Il cambiamento climatico rappresenta un rischio significativo per l’industria aeroportuale * – i cambiamenti nelle precipitazioni, nelle variazioni di temperatura, nell’aumento del livello del mare, nel cambiamento dei modelli di vento – tutti hanno implicazioni potenzialmente gravi per il nostro settore, per il settore del trasporto aereo più in generale e per la connettività degli europei”.
Gli aeroporti di Milano
Anche SEA è in prima linea nei temi della gestione ambientale e dal 2009 partecipa all’Airport Carbon Accreditation. Nell’autunno 2016 gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate hanno ricevuto conferma della loro neutralità anche per il 2015. Un grande risultato portato avanti negli anni considerato che gli aeroporti di Milano sono neutrali dal 2010.

Cristiana Capotondi testimonial di Italo

Cristiana Capotondi -Italo
Cristiana Capotondi -Italo

Cristiana Capotondi ospite d’eccezione di Italo, il treno ad alta velocità, per declinare insieme al personale di bordo e di stazione “lo stile Italo” a cui ispirarsi nel rapporto quotidiano con i passeggeri. Uno stile classico, curato e pulito sia per gli uomini che per le donne, sobrio ed elegante, colori naturali e non invadenti, acconciature eleganti e pulite , tutto secondo gli standard aziendali che tutti devono rispettare quando indossano la divisa di Italo.

Italo, che da sempre investe tempo e risorse nella formazione del proprio personale, ha avuto il piacere di ospitare la famosa attrice  in una giornata milanese del corso “Il valore dell’Accoglienza”. Il corso, organizzato in collaborazione con Challenge Network(società altamente specializzata nel settore della formazione e nell’ideazione di eventi), è dedicato al personale operativo ed ha lo scopo di educare sempre più all’eccellenza nell’arte di accogliere il cliente fornendo consigli teorici e pratici su come comunicare al meglio il proprio talento professionale attraverso la cura del servizio e dell’immagine.

Cristiana Capotondi, reduce dal successo della fiction su RAI UNO “di padre in figlia” si è messa in gioco per una giornata e, nelle mani esperte di un make up stilist, di fronte ad entusiasti steward, hostess e capotreni, si è prestata come modella d’eccezione, offrendo il suo volto acqua e sapone e la sua chioma per declinare “il make up di Italo”: 4 look per la donna (e uno per l’uomo) con specifiche sui colori da utilizzare e le acconciature consigliate per un look quotidiano raffinato, contemporaneo e realizzabile in pochi minuti.

Milano: Car sharing – ‘station based’

car-sharing
car-sharing

Maggiori opportunità per lo sviluppo del car sharing ‘station based’, il sistema di auto condivise a postazione fissa, regolamentazione degli spazi pubblici per gli stalli di sosta e apertura ai privati per la gestione del servizio, con nuove modalità quali quella aziendale e condominiale. Questi gli elementi principali delle linee guida definite oggi dall’Amministrazione e che saranno oggetto di un bando a offerta economica più vantaggiosa che sarà reso pubblico nei prossimi mesi.

Il car sharing è oggi a Milano uno strumento efficace di mobilità pubblica, particolarmente esteso e utilizzato quello in modalità ‘free floating’, ora il Comune vuole dare ulteriore sviluppo a quello ‘station based’ e favorire in particolare chi intende fornire il servizio con veicoli elettrici ma anche i privati che mettano a disposizione dei loro utenti stalli interni.

Il car sharing ‘station based’, proprio perché fa uso di una postazione fissa, è più facilmente prenotabile anche con tempi più lunghi, si presta a sostituire flotte aziendali e a diventare un servizio messo a disposizione di grandi realtà condominiali. In particolare può avere un grosso sviluppo grazie all’utilizzo delle App e a trovare posto in spazi privati, anche reti di parcheggi interni alla città, da qui l’apertura a realtà private.

Fra le altre linee guida delle quali dovrà tenere conto il bando: il servizio di car sharing pubblico dovrà avere una flotta minima di 100 veicoli e quello privato condominiale o aziendale di 10, i servizi dovranno essere sempre esercitati esclusivamente all’interno degli stalli a disposizione del gestore con la possibilità, incentivata grazie ad agevolazioni tariffarie, di allargarsi ai comuni dell’Area Metropolitana, naturalmente in accordo con le amministrazioni interessate.

Le linee guida definiscono un canone mensile per ogni auto della flotta di car sharing pari a 60 euro che copre in modo forfettario le spese di utilizzo di strisce gialle e blu e l’ingresso in Area C. Due i lotti di assegnazione composti da 151 stalli ciascuno e dislocati in 100 località distribuite sul territorio cittadino.

La base d’asta per l’assegnazione di ciascun lotto è di 5.996 euro al mese. Sarà possibile installare punti di ricarica elettrica nelle aree in concessione anche aperti alla collettività. È previsto un incentivo pari a uno sconto del 4% sul canone per ogni punto di ricarica pubblico installato.

Trenord: da tutta la Lombardia alle Terme di Boario

terme_boario_
terme_boario_

Trenord offre nuovi biglietti speciali Discovery Train a tutti coloro che singolarmente o in gruppo desiderano trascorrere una giornata all’insegna del relax e del divertimento alle Terme di Boario.

Grazie al nuovo accordo, Trenord propone pacchetti per tutti i gusti e le tasche a prezzi vantaggiosi: biglietti speciali SPA, comprensivi di biglietto di andata e ritorno in treno da tutta la Lombardia e ingresso al nuovo Centro Benessere, con la possibilità di aggiungere pranzo o pernottamento e i biglietti speciali Parco comprensivi di biglietto di andata e ritorno in treno da tutta la Lombardia e accesso al Parco Termale, con ingresso libero oppure tour guidato con pranzo e incontro con medico termale, o all’Adventure Park.

L’iniziativa rientra nell’ambito dei prodotti Discovery Train alla scoperta delle attrazioni e delle bellezze della Lombardia. I biglietti speciali sono acquistabili online, su e-Store o tramite l’App Trenord, disponibile gratuitamente per iOs e Android.

Maggiori informazioni, su Trenord Discovery TERME DI BOARIO.

Biglietti speciali SPA
Boario SPA 3h: treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme e ingresso di 3 ore alla SPA a soli 43 euro
Boario SPA 4h + lunch: treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme e ingresso di 4 ore alla SPA comprensivo di light lunch a soli 55 euro
Boario SPA 3h + hotel: treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme, ingresso di 3 ore alla SPA e pernottamento di una notte nel Rizzi Aquacharme con prima colazione e cena a soli 110 euro

Biglietti speciali Parco e Gruppi
Boario Parco per tutti: treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme e ingresso al Parco Termale a soli 10 euro
Boario Park Adventure: biglietto per gruppi di almeno 10 persone comprensivo di treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme, ingresso al Parco Termale e ingresso al Park Adventure a soli 19 euro
Boario Giornata al Parco: biglietto per gruppi di almeno 15 persone comprensivo di treno a/r da tutta la Lombardia a Boario Terme, visita guidata al Parco Termale, incontro con medico termale, pranzo e animazione a 34 euro

Inoltre, uno sconto speciale del 20% sulle cure termali (non a carico del SSN) è dedicato agli abbonati Trenord che abbiamo come destinazione del proprio abbonamento le stazioni di Darfo o Boario Terme. Per ottenere lo sconto è necessario prenotare anticipatamente le cure all’indirizzo mail info@termediboario.it o al numero 0364 525011 specificando di essere clienti Trenord e, in fase di acquisto, esibire il proprio abbonamento.

Come raggiungere Boario Terme in treno
Boario Terme è raggiungibile a bordo dei treni Trenord della linea Brescia-Iseo-Edolo. Da Milano, Treviglio, Bergamo, Cremona, Verona, Boario Terme è raggiungibile in treno con un solo cambio a Brescia.

Milano – News Atm: Bus privato contro tram

pullman-tram-milano
collisione tra pullman-tram-milano

Secondo le prime ricostruzioni e testimonianze sull’incidente di questo pomeriggio all’incrocio di via Farini con viale Stelvio, un bus privato ha attraversato con semaforo rosso l’incrocio e, dopo aver superato con manovra vietata dal codice stradale alcuni mezzi pubblici e privati, ha speronato un tram della linea 4 diretto a Parco Nord, facendolo inevitabilmente deragliare dai binari. Alcuni feriti a bordo,  già soccorsi dal 118.