Il Bus degli Angeli di Atm

casa degli angeli
casa degli angeli

Da lunedì 18 dicembre torna a percorrere le strade di Milano la “Casa degli Angeli”, il bus dell’Azienda Trasporti Milanesi che, in collaborazione con i City Angels, porta pasti caldi, bevande, coperte, indumenti, assistenza qualificata e un posto dove dormire a coloro che sono senza casa e hanno bisogno di aiuto.

Nata nel 2011 da un progetto condiviso fra Atm e l’Associazione City Angels, la “Casa degli Angeli” è diventata ormai un punto di riferimento per i senzatetto di Milano e a dimostrarlo sono i numeri: lo scorso inverno, è stata data assistenza a una media di 400 persone a settimana, che hanno ricevuto pasti, bevande calde, coperte e altri indumenti per ripararsi dal freddo.

La “Casa degli Angeli” è un autobus di 18 metri riconoscibile da una livrea personalizzata, completamente ristrutturato nelle Officine Atm ed equipaggiato con servizi di prima accoglienza. Internamente riscaldato, è dotato di un’area ristoro, una zona per dormire, un punto di pronto soccorso e servizi igienici. A bordo i volontari dell’Associazione City Angels forniscono assistenza e sostegno psicologico.

L’autobus circola ogni sera dal lunedì al venerdì, dalle 20.30 a mezzanotte. Il servizio, che prosegue fino al 28 febbraio, raggiunge i punti della città dov’è più necessario prestare assistenza. Nel dettaglio: lunedì viale Ortles, viale Bligny, via Ripamonti, piazza XXIV maggio; martedì stazione di Lambrate, corso Buenos Aires, piazzale Oberdan, piazzale Loreto; mercoledì stazione di Greco Pirelli, stazione Centrale, stazione Lambrate; giovedì viale Europa, via Meravigli (piazza Affari); venerdì stazione di Cadorna, Lampugnano.

M4: Finanziamenti per interventi di bonifica

m4_lavori
m4_lavori

E’  stato approvato il finanziamento per la realizzazione di varianti che riguardano interventi di bonifica e rimozione di interferenze che si sono resi necessari lungo la tratta interessata dai lavori di costruzione della linea 4 della metropolitana, la Blu.

Il finanziamento approvato dalla Giunta di oggi è di 8.567.200 euro e si aggiunge a uno stanziamento già inserito e coperto dal Quadro economico dell’intera opera e dal socio privato, destinato alla realizzazione di interventi non prevedibili ma necessari come, appunto, le bonifiche ambientali, l’individuazione e rimozione di interferenze non censite o per la mitigazione dell’impatto dei cantieri sulla città, pari a circa dieci milioni di euro.

I lavori riguardano la bonifica straordinaria nell’area della ex-cava Tre Castelli, oggi ricolmata integralmente, dove sarà collocato il deposito San Cristoforo nell’estremità Ovest della linea M4. L’area, già oggetto di un iter di bonifica, è risultata contaminata da amianto.

La rimozione delle interferenze riguarda la ricognizione ed eliminazione di pozzi ottocenteschi per la raccolta di acqua di falda caduti in disuso da un centinaio di anni e mai censiti. I pozzi si trovano in prossimità di vecchie centrali termiche a est e a ovest del tracciato della metropolitana lungo il percorso della talpa compromettendone lo scavo.

L’altra interferenza riguarda l’eliminazione dei tiranti per la costruzione dei parcheggi interrati di piazza Risorgimento posti lungo il passaggio delle talpe che da Linate scavano verso Tricolore.

Gorgonzola: Atm Restaura ed espone storica motrice tranviaria

Motrice Reggio Emilia 92 - 2 (2)
Motrice Reggio Emilia 92 – 2 (2)

Da domenica 10 e fino al 27 dicembre Atm espone la storica motrice Reggio Emilia 92 a Gorgonzola. Domenica alle ore 18 l’inaugurazione con il Direttore Generale di Atm Arrigo Giana e il Presidente di Atm Servizi Alberto Zorzan.

L’iniziativa, in occasione della riapertura al transito di via Italia, la strada principale della cittadina, è stata concordata con il sindaco Angelo Stucchi per ricordare il tram che transitò per il centro sino all’apertura delle famose linee celeri dell’Adda, diventate poi la linea M2 dal 1968. I tecnici di Atm sono riusciti a scovare l’antica motrice che fu in servizio proprio su quella linea negli anni ‘40 e l’hanno restaurata, riportandola anche nella verniciatura originale dell’epoca.

Sebbene si tratti di una vettura unica e storica, la motrice è ancora perfettamente funzionante grazie al lavoro svolto dal personale Atm. Per esporla al pubblico i tecnici hanno anche posato un tratto di rotaie lungo la via, per riprodurre in tutto e per tutto l’ambientazione dell’epoca. Successivamente la motrice sarà portata nel deposito di Varedo e sarà nuovamente impiegata nel servizio passeggeri sulla tranvia Milano-Limbiate.

Le motrici Reggio Emilia furono costruite in occasione dell’elettrificazione delle tranvie dell’Adda avvenuta nel 1928. All’epoca della costruzione erano le più potenti motrici tranviarie d’Italia e potevano trainare convogli di 8 rimorchi ad una velocità di 45 km orari. Le motrici Reggio Emilia prestarono servizio sulle tranvie Milano-Gorgonzola-Vaprio/Cassano e Milano-Vimercate sino agli anni ’60, quando furono trasferite sulle linee della Brianza.

Contributi M4

Cristina Tajani
Cristina Tajani

Da oggi e fino a lunedì 22 gennaio 2018 sarà possibile presentare le domande per accedere ai contributi comunali a sostegno delle imprese commerciali e artigiane interessate dai cantieri per la costruzione della M4. Sono 750mila euro i fondi messi a disposizione dell’Amministrazione a copertura della spesa corrente sostenuta. Ad accedere alle risorse saranno circa 75 realtà ubicate presso i fronti stradali affacciati sui cantieri che nel 2017 hanno subito o stanno subendo il maggior disagio come, ad esempio, Via Foppa e Via San Vittore.

Potranno essere rendicontate spese come canoni d’affitto, utenze, tributi locali, rate di mutuo/leasing, spese per il personale ecc., sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 marzo 2018 per un contributo massimo erogabile di 10mila euro a impresa.

“Vogliamo sostenere le aziende aiutandole a superare i momentanei disagi di una infrastruttura indispensabile per lo sviluppo della città – spiega l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani -. Nella definizione dei criteri di accesso ai bandi abbiamo tenuto conto delle evoluzioni fisiche e logistiche dei cantieri M4 in modo??da allargare il più possibile il perimetro delle aziende che possono accedere ai contributi valutando anche i cambi di viabilità sia pedonale che veicolare generati dai singoli cantieri”

I contributi rientrano nel più ampio programma di sostegno alle imprese danneggiate da M4 voluto dall’Amministrazione che, per il solo 2017, ha messo a disposizione oltre 3 milioni di euro di risorse distribuite in tre misure: un contributo economico in parte corrente di 750mila euro (oggetto del bando in pubblicazione), un contributo in conto capitale di complessivi 2 milioni di euro e una terza misura volta a sostenere il trasferimento o l’apertura di una nuova sede dell’attività per cui sono stati messi a disposizione 400 mila euro. Gli avvisi per le ultime due misure indicate verranno pubblicati nelle prossime settimane.

Ad oggi sono state 543 le domande presentate da 221 imprese, dislocate lungo tutto il tracciato della M4, che hanno potuto contare su contributi da un minimo di 3mila euro?sino a un massimo di 30mila euro, per un valore complessivo di oltre 2.5 milioni erogati dall’Amministrazione grazie ai cinque?bandi precedenti emessi dal Comune di Milano nel corso del 2016.

I soggetti interessati potranno trovare tutte le informazioni e la documentazione per accedere ai fondi direttamente su fareimpresa.comune.milano.it oppure nella sezione bandi e gare del portale www.comune.milano.it

Trenord, sulle nevi di Lombardia con “Discovery Train”

discovery train
discovery train

Anche quest’anno con Trenord sulle nevi di Lombardia: ritorna “Scopri il bianco di Lombardia”, il progetto integrato treno+navetta+skipass dell’azienda regionale di trasporto ferroviario per andare a sciare in treno, in modo comodo, economico e sostenibile, lasciando a casa l’auto.

Le offerte comprendono il viaggio in treno da tutta la Lombardia e un voucher valido per il servizio bus-navetta – dedicato e disponibile su prenotazione – per raggiungere gli impianti e per il ritiro dello skipass, per una o due giornate sugli sci in Valtellina, all’Aprica o in Valmalenco, e in Valcamonica a Montecampione. L’iniziativa prevede anche sconti speciali sul noleggio di attrezzature, punti di ristoro e strutture ricettive.

Le proposte “Scopri il bianco di Lombardia” intendono favorire lo sport e il divertimento con il treno, mezzo di trasporto economico e sostenibile: con le soluzioni integrate treno+navetta+skipass si risparmia fino al 34% per una giornata sugli sci cui va aggiunto un significativo risparmio energetico in termini di emissione di CO2.. Per esempio, per un viaggio andata e ritorno da Milano a Sondrio, ogni persona che lascia in garage l’auto fa risparmiare alla collettività l’emissione di 13 Kg di anidride carbonica.

Ogni giorno sono 183mila i Clienti Trenord che scelgonoproposte, il treno per svago, tempo libero e turismo: negli ultimi tre anni i passeggeri che hanno scelto il treno come mezzo di trasporto nel tempo libero nel fine settimana sono cresciuti del 14%.