Mannarino – “L’Impero crollerà”

MannarinoWEB_phMagliocchetti
MannarinoWEB_phMagliocchetti

Dopo il TUTTO ESAURITO raggiunto per la tappa dell’8 aprile, “L’IMPERO CROLLERÀ”, il nuovo concept tour di MANNARINO sarà nuovamente nella capitale il 22 aprile all’Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia. A pochi mesi dall’uscita del primo album dal vivo “Apriti Cielo Live”, nato sulla scia di un tour da oltre 100mila paganti, dal 23 marzo il cantautore è pronto a tornare sul palco.

“Qualunque sia il tuo Impero, ovunque si trovi, qualsiasi nome abbia,
ci deve essere da qualche parte un suono che lo farà crollare”

Ancora una volta, dopo un tour legato all’uscita di un album, MANNARINO si ritaglia uno spazio live di sperimentazione. “L’IMPERO CROLLERÀ” nasce proprio da questa esigenza. MANNARINO, artista eclettico e coraggioso, torna sul palco con un nuovo concept pensato per una dimensione “più intima” e per offrire uno spettacolo inedito al pubblico che continua a seguire la sua evoluzione.
La parola impero è presente in varie canzoni. È un simbolo ed una metafora; ed è quel luogo immaginario e distopico che fa da sfondo a molte delle sue storie. Con questo tour sarà come entrarci dentro, sentirne i suoni e le voci.

“L’IMPERO CROLLERÀ” arriverà nei principali teatri italiani: DATA ZERO – 23 marzo Fermo (Teatro dell’Aquila), 26 marzo Firenze (Teatro Verdi), 29 marzo Padova (Gran Teatro Geox), 30 marzo Genova (Teatro Carlo Felice) 31 marzo Parma (Teatro Regio), 5 aprile Milano (Teatro degli Arcimboldi), 8 aprile Roma (Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia), 10 aprile Bari (TeatroTeam), 12 aprile Catania (Teatro Metropolitan), 16 aprile Napoli (Teatro Augusteo), 22 aprile Roma (Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia) NUOVA DATA, 24 aprile Bologna (Teatro EuropAuditorium), 27 aprile Brescia (Gran Teatro Morato), 28 aprile Torino (Auditorium Giovanni Agnelli), 2 maggio Trieste (Politeama Rossetti).

Le prevendite saranno aperte dalle ore 15.00 di oggi online su TicketOne (www.ticketone.it) e in tutti i punti vendita e su tutti i circuiti autorizzati.

Eccellenze produttive

fabrizio-sala-limbiate-tour-imprese-
fabrizio-sala-limbiate-tour-imprese-

“Stiamo visitando le eccellenze delle nostre attivita’ produttive brianzole, che vogliamo conoscere e supportare anche per sapere come programmare al meglio i prossimi piani di sviluppo. Sostenendo i migliori siamo sicuri che possiamo vincere la sfida della competitivita’ anche a livello internazionale e migliorare di conseguenza l’occupazione sul nostro territorio”.

Lo ha detto il vice presidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa, Housing sociale, Expo e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, che ha organizzato il tour delle imprese ‘La forza della Brianza’, con cui nei prossimi mesi ha previsto di fare visita alle eccellenze
territoriali brianzole.

 In questa tappa, il vice presidente ha visitato l’azienda AM Instruments srl accolto dai proprietari Roberto Fossati e Cinzia Pagani, l’azienda NKE srl dove ha incontrato i proprietari Domenico Negroni, Marco Luzzini e Paolo Casadio, l’azienda ELCO srl accolto dai proprietari Carlo Ghezzi e Fabio Motta, l’azienda AF saldature srl accolto dal proprietario Flavio Ferretto e l’azienda Termo Idraulica Ripamonti dove ha incontrato il proprietario Rinaldo Ripamonti.
Nel suo tour il vice presidente e’ stato accompagnato dal presidente del Consorzio ALA2010 di Limbiate, Francesco Cioffi

Goran Bregovic in Italia con il Tour per il suo nuovo album

Bregovic'
Bregovic’

Cinque anni dopo l’album Champagne for Gypsies , Goran Bregovic torna con una nuova creazione incentrata sul tema della diversità religiosa e della coesistenza pacifica, il disco: “Three Letters from Sarajevo”, edito da Universal.

Un album che porta in sé l’urgenza e la voglia di raccontare il melting pot che è la cifra umana e artistica di questo grande artista internazionale per antonomasia «Io sono di Sarajevo, sono nato su una frontiera: l’unica dove si incontravano ortodossi, cattolici, ebrei e musulmani. Mio papà è cattolico, mia mamma è ortodossa, mia moglie è musulmana. E mi sento anche un po’ gitano, forse perché per mio padre, colonnello dell’esercito, era inaccettabile che facessi il musicista, un mestiere “da gitano”, come diceva lui».

E’ la storia di Sarajevo con le sue tante credenze, identità, con i suoi complessi paradossi che ha ispirato il nuovo album di questo nativo di Sarajevo, Goran Bregovic.
Sarajevo è la metafora dei nostri tempi, un luogo dove un giorno si vive da buoni vicini e il giorno dopo ci si fa la guerra. Il nuovo lavoro di Goran Bregovic “Three Letters from Sarajevo” si ispira a questa metafora.A

Attesissimo, Bregovic sarà a febbraio in Italia in un tour spettacolare che lo vedrà sul palco accompagnato da un’orchestra di 18 elementi con le quali calcherà i palchi di alcune delle maggiori città italiane: si parte da Lecce, poi Padova, Roma, Firenze, Milano, Bologna, Torino e Genova.

TOUR ITALIANO FEBBRAIO 2018

2 FEBBRAIO 2018: LECCE – Teatro Politeama Greco

3 FEBBRAIO 2018: PADOVA – Gran Teatro Geox

4 FEBBRAIO 2018: ROMA – Auditorium Parco della Musica

5 FEBBRAIO 2018: FIRENZE – Obi Hall

6 FEBBRAIO 2018: MILANO – Teatro Arcimboldi

7 FEBBRAIO 2018: BOLOGNA – Auditorium Manzoni

11 FEBBRAIO 2018: TORINO – Teatro Colosseo

13 FEBBRAIO 2018: GENOVA – Teatro Carlo Felice

Al Mandela Forum Firenze, due date con Gianna Nannini

Nannini waespi_gianna_final_
Nannini waespi_gianna_final_

Una partenza fulminante, anzi Fenomenale, per Gianna Nannini, che a poche settimane dall’uscita del nuovo album “Amore Gigante” – anticipato appunto dal singolo “Fenomenale” – raddoppia la data di Firenze del suo #roadtoAmoreGigante Tour. Al previsto concerto di mercoledì 6 dicembre al Mandela Forum, si aggiunge infatti un nuovo appuntamento la sera seguente, giovedì 7 dicembre, sempre al Mandela Forum di Firenze.

I biglietti – posti numerati da 30,44 a 65,22 euro, visibilità ridotta 25,22 euro – sono disponibili nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online su www.ticketone.it tel. 892.101.

RTL 102.5 è radio partner ufficiale del tour.

A quattro anni da “Inno”, le quindici canzoni di “Amore gigante” sono il viaggio più rock negli stati d’animo, un’autentica esplorazione emotiva con l’inconfondibile marchio Nannini.

Da “Fenomenale”, il primo singolo accompagnato dal video firmato da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo per YouNuts! fino a L’ultimo latin lover” passando per la coinvolgente “Piccoli particolari”, “Amore gigante” è potente ed essenziale senza lasciare un momento di tregua perché, canzone dopo canzone, verso dopo verso, diventa lo specchio di tutti noi. E’ il ‘cinemascope’ dell’anima e, ciak dopo ciak, si rivela un film in musica che “la Gianna” ha iniziato a scrivere prima ancora di pubblicare Hitalia con una squadra di grandi collaboratori.

Creberg Teatro Bergamo: Vinicio Capossela

 

vinicio capossela
vinicio capossela

OMBRE NELL’INVERNO
Chiuderà il tour con la città di Bergamo, il 13 dicembre 2017 Creberg Teatro Bergamo – ore 21.

La fine d’anno è la strettoia in cui passano tutti i fantasmi, gli spettri e le ombre generate dal fuoco del racconto. Le ombre ataviche delle ritualità dell’inverno si confondono con quelle personali. E’ la stagione delle fiabe, ma anche quella delle grandi solitudini, del gelo e dei fiammiferi. (V.C.)

E’ questo il motivo per cui dal prossimo 11 novembre fino al 13 dicembre VINICIO CAPOSSELA sarà in tour in tutta Italia con il live “Ombre nell’Inverno”, un nuovo suggestivo spettacolo ambientato tra ombre, nebbie e riflessi, ma con una struttura libera nel repertorio e nella narrazione.

Non sarà il concerto di un disco solo, ma abbraccerà l’intera opera di Vinicio Capossela seguendo il filo conduttore dello spettro che si ripresenta nell’inverno: dai brani umbratili e misteriosi dell’album “Canzoni della Cupa”, alle ballate e alle rese dei conti sparse in tutta la sua produzione.

«”Ombre nell’Inverno” sarà il congedo in teatro della stagione della Cupa e dell’Ombra, nella strettoia del finale di anno, il collo di clessidra di tutti i conti in sospeso. La stagione dell’avvento e delle epifanie. Il nostro ultimo giro di danza, prima del dissolvimento nel nuovo tempo – scrive Vinicio Capossela – Agosto, capo d’inverno. Col declinare del sole le giornate si accorciano e le ombre si fanno più lunghe. Si proiettano nell’Inverno incombente. Ombre del focolare, ombre di spettri e di fantasmi personali. Ombre da trovare nelle tasche dei giacconi e nelle scarpe sfondate dal cammino. Le ombre si allungano d’inverno, si fanno filiformi e nebbiose, lattee, femminili. Si allungano alla luce del fuoco di un bidone o di una candela, sempre ci parlano di noi, della nostra parte nascosta e più intima».

Lo spettacolo è realizzato con le Ombre di Anusc Castiglioni. Aggiunge Vinicio Capossela «Sarà come sedersi intorno ad un fuoco, o stare in piedi accanto ad un bidone in fiamme. Anche la timbrica musicale sarà adattata alla stagione ovattata e la formazione impegnata in questi concerti rifletterà la scelta».