Teatro Nuovo:”Pastor Ron Gospel Show “

pastor gospel
pastor gospel

Dopo aver incantato il pubblico di tutta Italia, arriva al Teatro Nuovo di Milano la musica travolgente del Pastor Ron Gospel Show. Il gruppo, che ha fatto il suo debutto in Italia nel 2010 riscuotendo un clamoroso successo di pubblico e critica, arriva sul palco del teatro di Piazza San Babila il 21 dicembre alle ore 20.45.

Lo spettacolo vede come protagonista l’esilarante Pastor Ronald Hubbard una delle figure più conosciute e carismatiche nel panorama gospel internazionale che ha saputo incantare anche il pubblico italiano con la sua strabordante personalità.

Accanto al Pastore Ron altri sei artisti fra cantanti e gandi voci potenti e vellutate in pieno di stile Black.
Due ore di musica Gospel Top Level in cui si inseriscono elementi di comicità e umorismo che trascineranno letteralmente lo spettatore in un vortice di sano divertimento.

Pastor Ron Gospel Show
21 dicembre 2017
ore 20.45
Teatro Nuovo di Milano
piazza San Babila
per info e prenotazioni tel. 02.794026
www.teatronuovo.it

J-ax & Fedez: 1/6/2018 – Stadio San Siro “La finale”

j-ax & Fedez
j-ax & Fedez

Martedì 12 dicembre. J-Ax & Fedez annunciano che si esibiranno su un palco centrale a 360° per “La Finale” dell’1 giugno 2018 allo Stadio San Siro di Milano. L’idea è quella di sfruttare al meglio lo spazio e permettere al pubblico di godersi lo show da qualsiasi settore della location.

Sarà uno spettacolo totalizzante e immersivo grazie ad una struttura circolare che permetterà a tutto il pubblico di essere coinvolto. Sono già oltre 40 mila i biglietti venduti per l’evento unico in cui ripercorreranno le loro carriere con i brani più significativi, tratti dal proprio repertorio solista e dall’ultimo successo discografico scritto a 4 mani.

È uscito lo scorso 24 novembre “Comunisti col Rolex – Multiplatinum Edition”, l’edizione repack del triplo disco di platino, “Comunisti col Rolex”. L’album, anticipato dal singolo, già disco d’oro, “Sconosciuti da una vita”, si presenta in una nuova veste ed è disponibile in due versioni: standard e deluxe.

Il repack è arricchito da contenuti extra e contiene la hit dell’estate “Senza Pagare vs T-Pain” e cinque brani inediti: “Sconosciuti da una vita”, “Favorisca i sentimenti”, “Devi morire”, “Perdere la testa” e “Il kaos è chiuso”. Acquistando l’album nei formati fisici si può partecipare agli esclusivi “REPACK PARTY” con gli artisti. Per accedere all’evento, sarà necessario registrarsi su www.repackparty.it, utilizzando il codice presente nella confezione.

I biglietti dei nuovi settori sono disponibili da oggi, martedì 12 dicembre, dalle ore 12.00 online su http://lafinale.ticketone.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita abituali.
L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Teatro Nuovo di Milano: “Cinderella Il Musical”

Cinderella Musical
Cinderella Musical

Dopo il successo dello scorso anno, con oltre 3.000 spettatori in 7 repliche, Cinderella il Musical approda quest’anno sul palcoscenico del Teatro Nuovo di Milano. Lo spettacolo sarà in scena dal 16 al 27 dicembre per un totale di sette repliche, tra matinèe, pomeridiani e serali. Lo spettacolo vede in scena più di 20 performer tra cui alcuni volti già noti nel panorama del musical nazionale.

La fiaba delle fiabe, non c’è bambina o bambino che non conosca la storia della piccola Cenerella che passa il suo tempo tra il camino, la cenere e gli animali del bosco. E’ una fiaba con pochi personaggi e pochi luoghi ma con il filo portante di una donna del più umile livello sociale, una serva, che diventa una Principessa.

In poche parole la realizzazione di un sogno non solo dei più piccoli, affascinati da incantesimi e magie, ma di ogni individuo che aspetta l’occasione che lo farà svoltare a miglior vita.

La fiaba di Cenerentola è quindi una specie di messaggio in bottiglia destinato a galleggiare ed essere indistruttibile sugli oceani tempestosi dell’evoluzione per poter approdare di volta in volta su spiagge preparate ed adatte a riceverlo ed ospitarlo.

Basta pensare alla nuova era della tv che ci propone programmi-reality dove in palio c’è il coronamento del sogno della propria vita: diventare un cantante di successo, uno chef pluri- stellato o un originale creatore di moda. Il sogno degli altri diventa così l’occasione di sperare ancora in una propria possibilità di riuscita anche seduti davanti a un televisore, ma con il cassetto pieno di desideri e progetti da realizzare.

Teatro Carcano Milano: ll Mercante di Venezia”

Davide Lorenzo Palla-IL MERCANTE DI VENEZIA x web
Davide Lorenzo Palla-IL MERCANTE DI VENEZIA x web

Il giovane mattatore Davide Lorenzo Palla racconta la vicenda di uno dei personaggi più famosi della storia del teatro: Shylock, l’ebreo più famoso di Venezia, che da potenziale carnefice diventa vittima di se stesso e di una giustizia che si beffa di lui.
Al fianco del moderno cantastorie, Tiziano Cannas Aghedu: un polistrumentista che da solo fa il lavoro di un’orchestra e che incornicia la vicenda in atmosfere musicali sempre diverse che si rincorrono fino al gran finale.

Lo spettacolo alterna soggettive di molti personaggi, principali e secondari, nobili e popolani – l’ebreo Shylock e il Mercante Antonio ma anche il Gobbo Lancillotto e la prosperosa Nerissa – che prendono vita nell’immaginazione del pubblico grazie alla narrazione, al coinvolgimento diretto degli spettatori, alla musica dal vivo e alla recitazione di alcuni brani shakespeariani.

Un’alternanza continua tra comico e drammatico in cui la fantasia degli spettatori vola libera nella Venezia del ‘500 andando alla ricerca della risposta alla domanda che infiamma e dà luce a questo capolavoro: Shylock ha torto o ragione?
Il percorso di scrittura e rilettura del classico si avvale dei preziosi consigli di Moni Ovadia, di Pasquale Gagliardi della Fondazione Giorgio Cini, di Shaul Bassi e di Alberto Toso Fei, oltre che di momenti di osservazione dei luoghi in cui è ambientata la vicenda: in questo modo, attraverso l’osservazione diretta e lo studio della storia della Serenissima, le vicende descritte da Shakespeare vengono contestualizzate all’interno della Venezia a cavallo tra XVI e XVII secolo.

Nel corso dello spettacolo il cantastorie si sofferma su alcune particolarità storiche della città lagunare del ‘500: il funzionamento di Punta della Dogana con il sistema di catene e tiranti per bloccare le navi in entrata nel Canal Grande al fine di far pagare il tributo; l’origine della parola Ghetto; le restrizioni imposte alla comunità ebraica veneziana dell’epoca; l’intricato funzionamento dell’elezione del Doge, e molte altre…

L’obiettivo dichiarato è creare, grazie anche all’immaginazione del pubblico, un affresco storico nel quale agiscono i protagonisti del capolavoro shakespeariano, così da poterli immaginare nell’ambiente nel quale lo stesso Shakespeare li ha immaginati. Lo spettacolo, diretto da Riccardo Mallus, è prodotto dal Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano ed è inserito nel programma di NEXT-Laboratorio delle idee 2017/18.

Al Teatro Carcano di Milano
da giovedì 14 a domenica 17 dicembre 2017
Davide Lorenzo Palla
IL MERCANTE DI VENEZIA
da William Shakespeare

Teatro Il Celebrazioni: ” L’Artusi, bollito d’amore”

. L'ARTUSI, BOLLITO D'AMORE by Giovanni Bortolani_
. L’ARTUSI, BOLLITO D’AMORE by Giovanni Bortolani_

Come oramai da tradizione, al Teatro Il Celebrazioni le festività di Natale si trascorreranno insieme a Vito che quest’anno, con Maria Pia Timo, porterà in scena dal 20 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 (riposo: 23, 24, 25, 26 e 27 dicembre e l’1 e il 2 gennaio) il nuovo spettacolo L’Artusi, Bollito d’amore.

Siamo a Firenze sul finire dell’ottocento, nella grande cucina di un romagnolo illustre, in cui odori di soffritto, inchiostro e lumi ad olio impregnano l’aria. Aneddoti, segreti, ingredienti, dosi e ricette sono racchiuse in un quaderno destinato a diventare uno dei libri più venduti al mondo, Bibbia di ogni mamma italiana, “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene”. Ma l'”Artusi”, come lo si chiama in famiglia, chi l’ha scritto?

Lui, Pellegrino, o la sua governante Marietta? Chi era il cuoco? Artusi, Marietta o il marito di lei? Chi mangiava meglio e di più? La Marietta, l’Artusi o i suoi gatti? Tra ricostruzione storica e fantasia, amori e gelosie, una commedia esilarante sulla nascita del libro che ha unito il gusto, la lingua e gli animi di una nazione intera. Due grandi attori comici apparecchiano una tavola ricca di personaggi, risate, colpi di scena, piatti e portate da leccarsi i baffi.

Dopo la replica del 31 dicembre il brindisi di buon anno sarà offerto da Gino Fabbri Pasticcere.

Lo sponsor ufficiale de L’Artusi, Bollito d’amore è Bottega dei Portici.