Tark

Tark

Ep   – Boxer’s Trip –

“A man alone”  è il primo brano dell’ Ep Boxer’s Trip di Tark

Giulia Fossati alias TARK nasce nel 1987 a Milano. All’età di 15 anni comincia ad avvicinarsi alla musica studiando batteria con il maestro Francesco D’Auria  e Bruno Saitta. Nel corso degli anni si avvicina a strumenti diversi quali il basso elettrico ed il sintetizzatore.  Nel 2008 si diploma come Tecnico del Suono alla NAM di MIlano. Studia teoria musicale con il maestro Stefano De Marchi (Psicosuono).

 

Attualmente tra le sue collaborazioni, suona il basso e la batteria nella band punk rock Yellow Flag.

 

Nell’anno 2012  inizia a comporre musica elettronica sperimentale, mescolando  trip hop, musica lounge, e musica etnica-tribale. Così è normale incontrare all’interno dei suoi brani  tanti richiami a differenti generi musicali, sinonimo di continua ricerca, di ascolto e sempre alla scoperta di suoni diversi.

 

Per  Tark la conoscenza della musica è infinita, e intende percorrere questo viaggio iniziato all’alba dei tempi e che non finirà mai.

Tark scrive brevi racconti e poesie che accompagnano la sua musica.

A MAN ALONE

http://tark.altervista.org

Azienda agricola “Il Cucco”

Azienda Agricola il Cucco

IL MERCATO DELLA TERRA A BOLOGNA FEBBRAIO 2013:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=WyXMnlslSRg

Azienda Agrituristica Il Cucco
Via Nazionale, 83 – Altedo di Malalbergo (BO)
Agriturismo 051 6601124
Alessandra 3397695512
Angelo 3357665512
Email: info@ilcucco.it

http://ilcucco.it

Dating: Cosa pensano e chi incontrano gli italiani

Meetic

 

Gli uomini sono i più attivi nella ricerca di una nuova relazione, con una media di 2.4 appuntamenti al mese contro 1.6 per le donne

E per fare nuove conoscenze, Internet risulta il secondo sistema più utilizzato

Milano – Dato che non c’è un solo modo per fare incontri interessanti, ma migliaia, Meetic ha invitato i single europei, uomini e donne, a rispondere a un’ampia indagine condotta dall’ istituto di ricerca TNS. Nasce così Lovegeist* una completa e interessante ricerca che mette in luce comportamenti e atteggiamenti dei single d’Europa. In particolare per l’Italia rivela che sono gli individui di sesso maschile ad essere più attivi nella ricerca di una nuova relazione (60%), con una media di 2.4 appuntamenti al mese contro 1.6 per le donne.

L’interessante indagine evidenzia che nel panorama europeo, gli Italiani sono i più propensi a ricercare un partner (56%): gli uomini sono più attivi delle donne (60% vs 51%), mentre chi cerca meno  rispetto alla media sono i single con figli (42%).

Dalla ricerca emerge poi che i single attribuiscono all’incontro attributi positivi. L’incontro con persone nuove rappresenta sempre un’esperienza, qualcosa di nuovo e comunque “bello”, che vale la pena godersi. Gli uomini alla ricerca di una nuova relazione, dichiarano pertanto di avere in media oltre 2 occasioni d’incontro al mese, 2.4 per la precisione, contro 1.6 nel caso del gentil sesso. Il sistema più utilizzato per fare nuove conoscenze è il tradizionale network di amici (57%), ma Internet viene indicato già al secondo posto (39%), usato soprattutto dagli uomini (43% vs 34% per le donne). Conoscere nuove persone, inoltre, arricchisce, apportando un valore aggiunto alla propria vita: il 71% degli italiani, infatti, ha potuto scoprire nuovi luoghi, hobby o interessi grazie ad un appuntamento galante.

La maggior parte degli italiani alla ricerca di una nuova relazione ritiene che si debba smettere di uscire anche con altre persone dopo essersi visti alcune volte con esito positivo (43% degli uomini e 55% delle donne). Gli uomini, tuttavia, sono più propensi a credere che questa sia una decisione da prendere insieme al nuovo partner (33% vs 24%), mentre per le donne sembra essere qualcosa di scontato senza necessità di discuterne. Lo studio rivela, infatti, che fra gli uomini è considerato normale che si debba uscire con diverse persone in uno stesso periodo di tempo per capire quale sia la persona giusta (62%); viceversa, le donne pensano esattamente il contrario (59%) e dichiarano di trovarsi a disagio in questa situazione, considerando questo comportamento come indice di scarsa serietà.

E per quanto riguarda invece la provenienza del potenziale partner? Il 49% degli uomini italiani è uscito almeno una volta nella vita con una persona di un’altra nazionalità, mentre fra le donne questa percentuale scende al 30%. Il fatto di avere sperimentato appuntamenti con stranieri è direttamente correlato al crescere dell’età dell’intervistato ed è più diffuso al Nord-Est (46%) rispetto al Sud (34%) e alle Isole (35%), probabilmente per motivi di distanza geografica. Sia per ragioni culturali che linguistiche, le Nazioni di idioma latino sono quelle con cui è più facile relazionarsi: Francia 11% e Spagna 10% sono infatti ai primi posti.

“Siamo la community di single più grande e più varia ed è legittimo e naturale che un’azienda come la nostra, realizzi un’ampia indagine sui single d’Europa, per conoscerli ancora meglio, rispondere il più possibile alle loro aspettative e superare alcuni luoghi comuni definitivamente desueti”, ha commentato Maurizio Zorzetto, Country Manager Meetic Italia. “La ricerca ci permette di conoscere ancora più a fondo il mondo dei single, dando ai nostri utenti un’esperienza sempre più esclusiva, ricca di tante opportunità di incontrare e conoscere persone nuove con cui condividere interessi e passioni, il tutto in un ambiente sicuro, controllato e smart”.

* Questa indagine è stata realizzata online da TNS per conto di Meetic Group dal 29 ottobre al 23 novembre 2012 su 10.561 single adulti di età compresa tra 18 e 65 anni in diversi paesi europei (Italia, Francia, Germania, Olanda, Spagna, Svezia, Norvegia). Il numero totale di interviste realizzate in Italia è stato di 1.514 interviste. 

 

A Night Like This Festival

A night like this festival

I PRIMI NOMI PER LA SECONDA EDIZIONE DI

“A NIGHT LIKE THIS FESTIVAL”

che ritorna il 20 LUGLIO A CHIAVERANO (TO)

L’Associazione A Night Like This annuncia i primi 5 artisti in cartellone per la seconda edizione di A Night Like This Festival, che quest’anno si terrò il 20 Luglio 2013 ancora una volta nella splendida cornice naturale di Chiaverano (TO):

Egyptian Hip Hop | Dumbo Gets Mad | Paletti | Brothers in law | Farmer Sea

E moltissimi altri ne seguiranno.

Un anno fa sembrava impossibile: una “pazza idea” quella di un festival in una location bellissima quanto improbabile, tutta da inventare” raccontano gli organizzatori, “Questa seconda edizione di A Night Like This Festival è dedicata a tutti coloro che si sono incuriositi e hanno seguito questa avventura. Abbiate fiducia, lasciatevi coinvolgere di nuovo perché qualcosa di speciale è già nato

www.anightlikethisfestival.com

L’opera del mese

G-FattoriStudio-Battaglia-di-Custoza-Museo-di-San-Martino-GDS

 

L’OPERA DEL MESE

Certosa e Museo di San Martino

Sabato  16 marzo  2013, ore 11,00

‘L’Ottocento risorgimentale di Giovanni Fattori:

 il disegno per la Battaglia di Custoza’

a cura di Rossana Muzii

Sabato 16 marzo, terzo appuntamento, alla Certosa e Museo di San Martino, del  nuovo ciclo di incontri di  approfondimento  ‘L’opera del mese’. Le conversazioni proposte  ai visitatori  del museo saranno dedicate a un’ opera delle collezioni storiche-artistiche oppure a una sezione del museo.

“Tra il 1859 e il 1866 mi entusiasmai per la redenzione dell’Italia, che suscitò in me i migliori sentimenti, innamorandomi dei fatti d’arme” (Giovanni Fattori)

Il disegno di Giovanni Fattori –presentato in questo incontro-  proviene dalla donazione Ferrara Dentice nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe del Museo di san Martino ed  è uno studio preliminare per il dipinto con La battaglia di Custoza  (Il quadrato di Villafranca) conservato nella Pinacoteca di Brera a Milano.

Databile tra il 1876 e il 1880, lo studio è stato elaborato sul campo di battaglia a testimoniare la verità dell’avvenimento  occorso a Sua Altezza Reale, il principe Amedeo di Savoia, duca d’Aosta, ferito in battaglia. 

Giovanni Fattori  (Livorno 1825 – Firenze 1908) fu  la personalità più celebre, insieme a Silvestro Lega, Telemaco Signorini e pochi altri, del movimento dei ‘macchiaioli’ sorto a Firenze come passaggio e rinnovamento delle tendenze di ricerca sul naturalismo dell’Ottocento.

Accompagna il disegno, l’esposizione del dipinto, proveniente dalla donazione Rotondo,  raffigurante Militari e cavalli in aperta campagna  orientato ad un sobrio realismo per i soldati, colti di spalle in un ampio paesaggio che diventa spazio emotivo.

CALENDARIO – prossimi incontri

13 Aprile, ore 11- ‘Il brigantino Principe Carlo: un nuovo modello della flotta borbonica restaurato per la sezione navale’,  a cura di  Rita Pastorelli

18 Maggio, ore 11 – ‘La Deposizione di Massimo Stanzione: nuova acquisizione del  bozzetto per l’affresco della chiesa  della certosa’ –  a cura di Sebastian Schütze

15 Giugno, ore 11‘Cantiere di restauro: l’intarsio ligneo cinquecentesco dei  pannelli  della sacrestia della chiesa di San Martino’ a cura di  Rossana Muzii e Maria Tamajo con Giuseppe Giordano di Roma Consorzio