Teatro Nuovo: “Christmas Gospel”

Christmas Gospel
Christmas Gospel

E’ diventato un appuntamento fisso il concerto Gospel del 24 dicembre al Teatro Nuovo di Milano. Torna per il terzo anno consecutivo il Christmas Gospel. The Harlem Voice con il suo carismatico leader il Pastore Eric B. Turner, perfomer piuttosto noto a Broadway oltre che componente dell’attuale formazione dei Temptations.

Parlare di Gospel, però, è riduttivo. Gli Harlem Voice amano dilatare i confini del genere gospel e creare melodie dinamiche arricchite di armonie che portano l’ascoltatore ad assaggiare colori r’n’b, soul e funky. Quello del 24 dicembre non sarà solo un concerto ma un vero e proprio show in cui musica e canti si mescolano a coinvolgenti coreografie grazie ai sette elementi, cinque voci e una sezione ritmica costituita da tastiera,basso e batteria.

Tutti i membri degli THV hanno almeno venti anni di esperienza nel mondo della live music, hanno cantato e suonato nei più prestigiosi gruppi gospel, soul e rock (Maray Carey, Yolanda Adams, Fantasia, Shakira, Ronda Ross, U2, solo per citarne alcuni) e Eric B. Turner è anche conosciuto come attore e musicista in diversi musical di broadway quali sunfish-the musical”, “Rent”, “Ain’t Misbehavin”, film come “Synecdoche, New York (2008) e“American Gangster (2007), e infine di serie televisive celeberrime anche nel nostro paese quali: Nbc’s- “Law & Order”, Cbs’s- “CSI:NY”.
Eric ha cantato con Mariah Carey, Anthony Hamilton, Anita Baker, Chaka Khan, Michael McDonald, Jahiem, Joe, Elisabeth Withers aVickie Winans e Karen Clark-Sheard..

The Harlem Voice
24 dicembre 2017
ore 17:00
Teatro Nuovo di Milano
piazza San Babila
21 dicembre 20.45
per info e prenotazioni tel. 02.794026
www.teatronuovo.it

Teatro Nuovo:”Pastor Ron Gospel Show “

pastor gospel
pastor gospel

Dopo aver incantato il pubblico di tutta Italia, arriva al Teatro Nuovo di Milano la musica travolgente del Pastor Ron Gospel Show. Il gruppo, che ha fatto il suo debutto in Italia nel 2010 riscuotendo un clamoroso successo di pubblico e critica, arriva sul palco del teatro di Piazza San Babila il 21 dicembre alle ore 20.45.

Lo spettacolo vede come protagonista l’esilarante Pastor Ronald Hubbard una delle figure più conosciute e carismatiche nel panorama gospel internazionale che ha saputo incantare anche il pubblico italiano con la sua strabordante personalità.

Accanto al Pastore Ron altri sei artisti fra cantanti e gandi voci potenti e vellutate in pieno di stile Black.
Due ore di musica Gospel Top Level in cui si inseriscono elementi di comicità e umorismo che trascineranno letteralmente lo spettatore in un vortice di sano divertimento.

Pastor Ron Gospel Show
21 dicembre 2017
ore 20.45
Teatro Nuovo di Milano
piazza San Babila
per info e prenotazioni tel. 02.794026
www.teatronuovo.it

Daniele Basso illumina i Trofei Ski World Cup Alta Badia

Premio Ski World Cup opera a specchio in acciaio e Swarovski
Premio Ski World Cup opera a specchio in acciaio e Swarovski

In occasione della Ski World Cup Alta Badia – Dolomites l’artista Daniele Basso, autore della scultura GIGANT realizzata alla partenza della pista Gran Risa nel 2015 per i 30 anni della manifestazione, interpreta anche per l’edizione 2017 i trofei dello Slalom Gigante e dello Slalom Gigante Parallelo in notturna illuminandoli con cristalli Swarovski®.

“I Trofei – dice Daniele Basso – celebrano le performances dei campioni nella meravigliosa unicità naturale dell’Alta Badia. Esaltano con la forma la strabiliante bellezza delle Dolomiti, monumentali e solenni, dove la protagonista è la neve! Che deve essere perfetta… Su cui si concentra tutta l’attenzione di preparatori, atleti e appassionati. Dove la tensione della gara diventa emozione, passione, gioia… Per una gara perfetta. Neve che diventa ghiaccio nei cristalli Swarovski, purissimi, in cui riscoprire tutti i colori e la bellezza dell’Alta Badia”.

E’ la metafora di una storia di passione, sport e bellezza che si rinnova ogni anno nel magico evento della Coppa del Mondo di Sci Alta Badia Dolomites. I trofei sono vere opere d’arte che interpretano il sentimento della Ski World Cup Alta Badia – Dolomites, celebrando la neve che rende possibili le gare e rende magica la montagna, nei suoi silenzi e nelle emozioni, alla riscoperta di esperienze autentiche per rigenerare lo spirito oltre il corpo.

” I Trofei – continua Basso – sono volutamente tutti uguali nelle dimensioni, per celebrare oltre la performance il valore Universale dello Sport… Quando determinazione, talento e passione spingono l’Uomo e l’Umanità verso nuovi obiettivi!”

Una scelta, i cristalli Swarovski®, nata non solo per coerenza con le forme a spigolo peculiarità dell’Arte di Basso e della scultura GIGANT” ma anche per il contenuto innovativo della collaborazione iniziata già nel 2011, quando per primo li ha abbinati all’acciaio specchiante, suo materiale d’elezione.

L’autenticità e la provenienza dei cristalli Swarovski vengono certificati dal logo che ri¬porta la dicitura Crystals from Swarovski, la firma del fondatore Daniel Swarovski e l’anno di fondazione dell’azienda. Dal 1895 Swarovski fornisce cristalli di qualità ineguagliabile, simbolo di artigianato e creatività che va ben oltre la mera manifattura; la loro brillantezza e versatilità possiedono il magico potere di realizzare visioni artistiche attraverso lo spettro creativo, e sono divenute ingredienti fondamentali del mondo della moda e dell’accessorio, della gioielleria e dell’interior, ma anche del design contemporaneo e dell’arte.

Entrambi i materiali sono eterni e sperimentano, attraverso la luce che in essi si riflette e si amplifica, un Arte etica e responsabile per l’uomo e per l’ambiente, che celebra i valori dell’Umanità che crede nella forza della vita.

Partita A2: Geas – Bolzano

partita geas
partita geas

Sabato 16 dicembre (20.30) al PalaNat la capolista Geas sfiderà la Itas Alperia Bolzano nella dodicesima giornata di campionato. Mancano quattro turni alla fine del girone d’andata, quando le prime quattro classificate conquisteranno l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia.

Considerando la situazione di classifica e i 6 punti di vantaggio sulle quarte, il traguardo è già a portata di mano per il Geas, ma mantenere il primo gradino del podio comporterebbe il vantaggio di incrociare la più abbordabile quarta in classifica del Girone Sud (al momento l’Andros Basket Palermo). Nel palmarès delle rossonere di coppe Italia ce ne sono due: una di A1 ottenuta dal grande Geas di Bocchi, Bozzolo, Toriser, Agostinelli, Colavizza nel 1973 e una di A2 strappata a Ferrara nella finale di marzo 2015 (annata che vide Sesto risalire per l’ultima volta nella massima serie).

Quello tra il Geas e le fasi finali di Coppa Italia è un rapporto di continuità: negli ultimi cinque anni le sestesi ci sono sempre arrivate (una volta, nel 2013, nell’allora esistente A3, dopo la ricollocazione forzata da problemi societari). Lo scorso anno peraltro maturò la delusione dell’inattesa eliminazione al primo turno per mano di Ferrara.

Contro Bolzano, le sestesi sono chiamate alla massima concentrazione, per provare a mantenere i record di imbattibilità e di miglior difesa (547 punti subìti). Il roster a disposizione di coach Zanotti non è ancora al completo: Galbiati e Mariani hanno ripreso a lavorare continuativamente dopo il lungo stop, ma la loro presenza sabato rimane un’incognita; Zagni sarà invece ancora indisponibile, dopo il problema muscolare della settimana scorsa.

Le trentine, attualmente terzultime a pari merito con Albino e Carugate, hanno un record di tre vittorie e otto sconfitte. Per il gruppo allenato da Maurizio Travaglini, due innesti durante l’estate: la play classe ’89 Maria Daniela Servillo e il pivot del ’96 Chiara Villarini. In stagione Servillo sta viaggiando a 9,1 ppg, Villarini a 7,3 ppg e 7,8 rpg, l’ala Fall (classe ’89) a 10,5 ppg e la pivot croata di 192 cm nata nel 1992 Matic a 12,5 ppg e 7,8 rpg.

COACH ZANOTTI – “Galbiati e Mariani si stanno riprendendo: hanno una settimana in più nelle gambe e hanno iniziato a fare anche qualche allenamento di sola pallacanestro. La loro disponibilità per sabato è però tuttora incerta. Invece di sicuro non ci sarà Zagni, che sta recuperando dal risentimento al muscolo che l’ha tenuta fuori già contro San Martino. Bolzano è una squadra compatta e determinata: non bisogna stimare il loro valore analizzando solamente i risultati ottenuti: nelle sconfitte non subiscono mai scarti eccessivi e lottano sempre fino all’ultimo minuto. È una partita per nulla scontata: dobbiamo scendere in campo con il massimo della determinazione e dell’impegno. La nostra attenzione difensiva sarà rivolta maggiormente a limitare Matic e Fall. Conosciamo Matic molto bene, l’abbiamo incontrata anche due anni fa nella finale promozione con Castel San Pietro: è una giocatrice molto elegante e che sa far male. Fall nella trasferta dello scorso anno si è rivelata un problema con i suoi 20 punti. Il gruppo non è cambiato molto dall’anno scorso: in estate hanno aggiunto la play Servillo e la lunga Villarini. Sarebbe un grave errore da parte nostra sottovalutarle”.

Sarà anche possibile seguire la gara in streaming dal canale YouTube Geas Basket: appuntamento a sabato (20.30) per Geas – Bolzano.

Teatro Carignano: “Dieci piccoli indiani…e non rimase nessuno”

dieci piccoli indiani
dieci piccoli indiani

Martedì 19 dicembre 2017, alle ore 19.30, al Teatro Carignano, andrà in scena DIECI PICCOLI INDIANI… E NON RIMASE NESSUNO! due atti di Agatha Christie, nella traduzione di Edoardo Erba, con la regia di Ricard Reguant.
Lo spettacolo è interpretato da Giulia Morgani, Pierluigi Corallo, Caterina Misasi, Pietro Bontempo, Leonardo Sbragia, Mattia Sbragia, Ivana Monti, Luciano Virgilio, Alarico Salaroli, Carlo Simoni. Il progetto scenico è di Gianluca Ramazzotti e Ricard Reguant, le scene di Alessandro Chiti e i costumi di Adele Bargilli.
Dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno! sarà replicato al Carignano, per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, fino a lunedì 1° gennaio 2018.

Il 31 dicembre 2017 sarà possibile festeggiare il Capodanno al Teatro Carignano: Dieci piccoli indiani… e non rimase nessuno! andrà in scena alle 20.30 precise (recita fuori abbonamento) e al termine dello spettacolo per il pubblico è previsto un brindisi nella caffetteria Lavazza e nel foyer del Teatro.

Tra i romanzi più letti al mondo, Dieci piccoli indiani è il capolavoro della suspense scritto da Agatha Christie. Una serie di morti misteriose semina il terrore tra gli ospiti di un’isola. Un assassino si nasconde tra di loro, così come i segreti inconfessabili che ogni personaggio occulta.

Dieci persone che non si conoscono tra loro ricevono un misterioso invito per soggiornare in una lussuosa villa su un’isola. Tutti accettano, per motivi diversi: ha inizio così uno dei più celebri e perfetti meccanismi letterari, che ha fatto del romanzo di Agatha Christie, pubblicato nel 1939 in Inghilterra, il thriller più venduto in assoluto e uno dei maggiori successi letterari di ogni tempo.

Le atmosfere livide della grande casa, l’isolamento dei suoi ospiti, il passato oscuro che li accomuna sono alla base di una detective story dove l’investigazione avviene in tempo reale, coinvolgendo il pubblico in una sfida di intelligenza e di acume. È la stessa Christie a realizzare nel 1943 la versione teatrale del romanzo, che rimane in cartellone a Broadway per 426 repliche e diventa oggetto di numerose versioni cinematografiche.

Lo spagnolo Ricard Reguant firma questa versione, dirigendo un cast di nomi illustri della prosa: Luciano Virgilio, Ivana Monti, Carlo Simoni, Mattia Sbragia, Alarico Salaroli, Pierluigi Corallo.
Il titolo orginale Ten Little Niggers (Dieci piccoli negri, o Dieci negretti), che riprende il verso della filastrocca che fa da filo conduttore, viene tradotto in …E poi non rimase nessuno in occasione della sua uscita negli Stati Uniti, per evitare di offendere la sensibilità dei cittadini di colore.

Ma l’opera teatrale differisce dal romanzo nel finale, perché la scrittrice aveva scelto un lieto fine melenso: questa versione, per la prima volta nella storia della commedia e in accordo con la Agatha Christie limited, riprende il finale del romanzo del 1939.

TEATRO CARIGNANO
19 dicembre 2017 – 1 gennaio 2018 – Recita del 31 dicembre fuori abbonamento

INFO BIGLIETTERIA:
Tel. 011 5169555 – Numero verde 800235333 – info@teatrostabiletorino.it
Orari degli spettacoli: martedì 19 dicembre 2017, ore 19.30; mercoledì 20 dicembre, ore 20.45; giovedì 21 dicembre, ore 19.30; venerdì 22 dicembre, ore 20.45; sabato 23 dicembre, ore 19.30; domenica 24 e lunedì 25 dicembre, riposo; martedì 26 dicembre, ore 15.30; mercoledì 27 dicembre, ore 20.45; giovedì 28 dicembre, ore 19.30; venerdì 29 dicembre, ore 20.45, sabato 30 dicembre, ore 19.30; domenica 31 dicembre, ore 20.30 precise; lunedì 1 gennaio 2018, ore 15.30.