Il duo Hasa-Mazzotta: 7 dicembre in concerto al Teatro Koreja di Lecce

Copertina Novilunio
Copertina Novilunio

Giovedì 7 dicembre il duo HASA-MAZZOTTA, composto dal violoncellista albanese REDI HASA e dalla cantante salentina MARIA MAZZOTTA, sarà in concerto al Teatro Koreja di Lecce (Via Guido Dorso 70 – inizio concerto ore 20.45 – per info e prenotazioni: 0832 242000) per presentare live l’ultimo album “NOVILUNIO”. I biglietti per la data sono disponibili in prevendita sul circuito VivaTicket (https://goo.gl/rEx1i9).

Per l’unica tappa pugliese del tour saliranno sul palco insieme a Redi e Maria alcuni ospiti, tra cui Vincenzo Grasso (clarinetto), Gaetano Carrozzo (trombone), Andrea Perrone (tromba), Ovidio Venturoso (grancassa), Dino Donateo (basso tuba), Giorgio Distante (tromba), Riccardo e Federico Laganà con le loro “percussioni casalinghe” e altri ospiti a sorpresa.

«Novilunio è l’inizio di un nuovo capitolo – raccontano Hasa e Mazzotta – il tentativo di cimentarci nella scrittura e creazione di un nostro linguaggio musicale. Per la realizzazione di questo progetto abbiamo collaborato con grandi musicisti che ci hanno permesso di aprire lo sguardo verso nuove culture e sonoritá, come Bijan Chemirani (bendir, daf, zarb, cymbals) dall’Iran e Mehdi Nassouli (guembri, karkabs, bendir, tarr, voce) dal Marocco. Questo disco è il risultato del nostro sodalizio, nel rispetto delle radici e allo stesso tempo creativo e sperimentale, un’unione simbolica tra l’archetipo della notte e quello della luce».

Shakira: Tour posticipato al 2018

shakira
shakira

Live Nation e Shakira sono spiacenti di informare che, su ordine del medici, la leg europea dell’“El Dorado World Tour” di Shakira sarà posticipata al 2018.

A causa di un’emorragia alle corde vocali, i dottori hanno consigliato alla cantante di riposare e non esibirsi, in modo da riprendersi e guarire prima della partenza del suo tour mondiale, al fine di evitare danni alla voce.

Shakira è profondamente dispiaciuta di posticipare le date dei suoi concerti che sarebbero dovuti cominciare questa settimana, ma è al tempo stesso concentrata sul recupero e la guarigione in modo da tornare ad esibirsi al meglio della sua forma.

Shakira ringrazia tutti i suoi fan per la fedeltà, la pazienza e il loro supporto in questo momento difficile. I biglietti per lo show del 3 dicembre 2017 al Mediolanum Forum d’Assago di Milano rimarranno validi per la nuova data che sarà annunciata nei prossimi giorni. Ulteriori informazioni verranno comunicate successivamente.

Benjamin Clementine- nuovo album : “I Tell A Fly”

Benjamin Clementine_Cover album_I Tell A Fly
Benjamin Clementine_Cover album_I Tell A Fly

Esce oggi in tutto il mondo “I TELL A FLY” (Virgin EMI/Capital Records), il nuovo atteso album di BENJAMIN CLEMENTINE, cantante, autore e poeta inglese (ma francese d’adozione) tornato sulla scena discografica dopo lo strabiliante debutto, due anni fa, con l’album “At Least For Now” (album del 2015 che gli è valso un Mercury Music Prize).

Tra i due album tante date live in tutto il mondo e la collaborazione con i Gorillaz in “Hallelujah Money”.

Questa la tracklist del Nuovo lavoro discografico: “Farewell Sonata”, “God Save The jungle”, “Better Sorry than Safe”, “Phantom of Aleppoville”, “Paris Cor Blimey”, “Jupiter”, “Ode From Joyce”, “One Awkward Fish”, “By The Ports of Europe”, “Quintessence”, “Ave Dreamer”.

“Fiori sui balconi” di Federica Abbate

Federica Abbate
Federica Abbate

FEDERICA ABBATE

DISPONIBILE DA OGGI “FIORI SUI BALCONI” IL SINGOLO CHE SEGNA IL SUO ESORDIO COME CANTAUTRICE

Da oggi 8 settembre è in radio e disponibile in streaming e download “FIORI SUI BALCONI” (Carosello Records), il primo singolo di Federica Abbate che segna il suo esordio come cantautrice.

Il singolo è disponibile in streaming e negli stores digitali a questo link:
http://radi.al/FioriSuiBalconi

“FIORI SUI BALCONI”,prodotto da Takagi e Ketra, è descritto così da Federica: <<“Fiori sui balconi” è in realtà un gioco di parole che sta per “fuori come un balcone”. Il brano parla di me in prima persona, ma penso che tanti miei coetanei (e non) possano rispecchiarsi nel testo che parla della difficoltà di vivere oggi in un mondo estremamente selettivo, che fissa una rigida linea di demarcazione tra Vincenti/Perdenti, Forti/Deboli, Accettati/Esclusi. Il brano parla di tutto questo, ponendo l’accento sul concetto di “fuori”.
Fuori come “tagliato fuori”: sentirsi inadatti, inadeguati, non all’altezza. Fuori luogo per l’appunto.
Ma fuori anche come “stare fuori”, ossia il bisogno che spesso i giovani hanno di esagerare e andare oltre per evadere dalla quotidianità e dai problemi di tutti i giorni. Uno strafare che spesso si chiude in un infinito loop che non porta da nessuna parte. Da un lato, quindi, l’inconcludenza, dall’altro la voglia di “tirarsi fuori” per riprovarci, crederci ancora e sognare>>.

Federica Abbate, dopo essersi affermata come prolifica hit-maker scrivendo per altri artisti brani di grandissimo successo come “Roma–Bangkok” o “L’amore eternit” per un totale di oltre 400 milioni di views, è adesso pronta ad esordire con un brano scritto e, per la prima volta, interpretato interamente da lei.
Il 5 settembre Federica Abbate ha presentato il singolo in anteprima nel corso della MILANO YOUTUBE WEEK.

Federica Abbate nasce a Milano nel 1991. I genitori si accorgono subito della predisposizione naturale che la figlia ha per la musica grazie al dono del cosiddetto “orecchio assoluto”. Nel 2013 partecipa al concorso per giovani autori “Genova per voi”, vincendo e aggiudicandosi un contratto come autrice per la Universal Music Publishing. Definita dai media “penna di platino”, scrive hit per Fedez (L’amore eternit, 21 grammi), Baby K (Roma-Bangkok) e Francesca Michielin (Nessun grado di separazione). Non solo: Federica continua tuttora la sua attività di autrice e tra gli artisti che cantano sue canzoni ci sono Alessandra Amoroso, Lorenzo Fragola, Giusy Ferreri, Jake La Furia, Michele Bravi e molti altri.
A marzo 2016 firma un contratto discografico con Carosello Records per il suo primo progetto artistico nelle vesti di cantautrice.

A “Verissimo” Michele Bravi

BRAVI TOFFANIN
BRAVI TOFFANIN

DOMANI, SABATO 4 MARZO 2017, ALLE ORE 16.30, SU CANALE 5

“Su di me c’è stato un po’ un accanimento personale. Poteva esserci un po’ più di umanità nel farmi conoscere questo mondo che è la discografia. A 18 anni mi hanno detto praticamente che ero finito, morto”.

Queste le parole di Michele Bravi, uno dei protagonisti assoluti dell’ultimo Festival di Sanremo, parlando a Verissimo del periodo buio che ha vissuto dopo aver vinto appena maggiorenne il talent X Factor.
“All’inizio ci ho creduto – dichiara il cantante – poiché sono molto rispettoso di chi ha più esperienza di me. Poi, mi sono messo in discussione e ho capito che la musica è una cosa mia, nessuno può togliermela. Ho iniziato a farmi meno paranoie e a togliere ogni filtro”.

Proprio questa libertà espressiva ha permesso a Michele di parlare con naturalezza della sua visione dell’amore. A tal proposito chiarisce: “Io non posso avere paura a raccontare quello che vivo. Ho soltanto chiarito, in maniera molto naturale, il racconto che uno poi trova attraverso la mia musica. Nel disco parlo di una storia finita con un ragazzo. Volevo raccontare quello che è l’amore per la mia generazione. Io parlo sempre di una grossa fluidità delle emozioni. Ho capito che per me e quelli della mia generazione – aggiunge – è importante avere davanti prima di tutto una persona. La sessualità viene dopo, anche se fortunatamente a 20 anni c’è anche quella”.

E a Silvia Toffanin che gli chiede di questo amore sofferto, Michele risponde:
“E’ stata una storia complicata. Non so esattamente quanto siamo stati insieme, perché è stato un tira e molla. E’ stata la prima persona importante. Una di quelle persone che, in bene o in male, mi hanno cambiato la vita. Se non l’avessi conosciuto ora sarei un altro”.