Giulio Wilson proclamato vincitore di Bma

BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_ giuria_
BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_ giuria_

Sabato 7 ottobre, presso il Teatro “Il Celebrazioni” di BOLOGNA, si è conclusa la finale di BMA – BOLOGNA MUSICA D’AUTORE, il festival italiano per giovani cantautori, ideato e promosso da FONOPRINT, con il patrocinio di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, del Comune di Bologna e di Regione Emilia Romagna.
Grandi emozioni con le esibizioni di Carlo Marrale, Fio Zanotti, Carmen Alessandrello e Maurizio Solieri, insieme a Ricky Portera, che hanno omaggiato Guido Elmi con un madley dei grandi successi da lui prodotti. Ospiti speciali i due big della musica italiana: Luca Carboni e Gaetano Curreri.

Al termine della serata condotta in diretta streaming da Red Ronnie, tra i 9 finali in gara, il giovane cantautore GIULIO WILSON è stato decretato vincitore assoluto del BMA con il brano “Mia bella ciao”. L’artista toscano si è aggiudicato un contratto discografico ed editoriale con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip (con un valore commerciale complessivo di oltre 20.000 Euro). Giulio Wilson ha ricevuto anche il “Premio Speciale MEI”, come miglior cantautore da loro individuato fra i partecipanti al BMA.

«Bologna dimostra di essere ancora una volta punto di riferimento per i cantautori italiani – ha commentato Giulio Wilson, vincitore di BMA – Sono onorato di aver vinto in quello che ritengo uno dei concorsi più prestigiosi d’Italia. Ringrazio il mio produttore artistico Valter Sacripanti, musicisti come Tiziano Pellegrino e tutte le persone “buone” che fanno questo mestiere con passione».

Sono stati assegnati anche un “Premio della Critica per il Miglior Testo” a Irene Scarpato di San Sebastiano di Vesuvio (NA), un “Premio per la Miglior Musica” e un “Premio Radio Bruno” alla band Freschi Lazzi e Spilli di Potenza.

A giudicare gli artisti presente una giuria d’eccezione composta da illustri esperti dell’ambito musicale: Alessia Angellotti, Radio Bruno; Vittorio Corbisiero, Fonoprint; Claudio Ferrante, Presidente Artist First; Antonello Giorgi, Musicista; Marco Mangiarotti, Giornalista e Critico Musicale; Carlo Marrale, Musicista; Roberto Razzini, AD Warner Chappell; Stefano Senardi, Discografico e Consulente Artistico; Antonio Vandoni, Radio Italia; Riccardo Vitanza, Parole e Dintorni; Andrea Vittori, MA9 Promotion; Fio Zanotti, Produttore.

«Ho cercato di trasferire in questo progetto un mio sogno e una mia passione: la musica e le canzoni autorali, un percorso di emozioni che non ha eguali e che ti arricchisce sempre – ha affermato Leopoldo Cavalli imprenditore bolognese, oggi proprietario di Fonoprint – Credo inoltre che Bologna, culla di molti cantautori, sia la città ideale per scoprire e coltivare quelli che saranno gli artisti di domani. Il BMA è un’eccellente opportunità unica nel panorama italiano per tutti gli aspiranti cantautori al fine di ottenere, già dalle prime fasi, una grande visibilità fra gli addetti del settore. Per la prima edizione abbiamo l’onore di ospitare una giuria di eccellenza composta da grandi professionisti della musica. Oggi le canzoni d’autore di qualità scarseggiano, la figura del cantautore è da proteggere, salvaguardare e promuovere in tutti i modi, affinché non vada disperso il patrimonio artistico musicale italiano. Fonoprint, attraverso il BMA, vuole rimettere il cantautorato al centro dell’attenzione di Bologna e del mercato musicale».

Enrico Brignano: “Enricomincio da me”

BRIGNANO
BRIGNANO

Si aggiungono altre date alla nuova tournée teatrale di Enrico Brignano. Dopo le prime città annunciate Roma (21/12-07/01), Bologna (19-20/02), Torino (7-11/03) e Milano (16-25/03) sarà la volta di Napoli dal 7 al 9 febbraio al Teatro Augusteo.

Il recordman torna a teatro con “ENRICOMINCIO DA ME”, uno spettacolo inedito, scritto insieme a Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Massimiliano Giovanetti e Luciano Federico.

Fuoriclasse del teatro italiano, compie 30 anni di carriera e 50 di vita, un doppio anniversario che pone le basi per la genesi di questo nuovo allestimento.

Varcato il traguardo del mezzo secolo, a 50 anni tondi tondi, Enrico Brignano non smette di farsi domande. Si chiede se ciò che è diventato è stato il frutto consapevole delle scelte fatte, un disegno del destino oppure semplice casualità.

Brignano intraprende un viaggio nel tempo, con un’attenta analisi di eventi passati, ritrovando vecchie conoscenze, strane figure forse ombre o forse realtà; rinfrescando brani storici della sua comicità, si pone di fronte a bivii da ripercorrere prendendo una strada diversa da quella già fatta per scoprire dove lo avrebbe condotto.

L’attore romano riparte dal principio, dal palcoscenico per darsi la possibilità di guardarsi dentro, di ritrovarsi e rinnovarsi guardando al future che gli si prospetta davanti e poter dire a sè stesso:”Stavolta ENRICOMINCIO DA ME!”.

Info & biglietti
The Base 06 54220870 – FastForward 081 7611221
Biglietteria del Teatro: 081 414243
Gruppi: info@the-base.it

Grande ritorno di Ester Campese

Ester Campese e Young Lady
Ester Campese e Young Lady

Un ulteriore appuntamento, in questo ricco settembre per la pittrice internazionale Ester Campese in arte Campey che sarà prossimamente tra gli ospiti che esporranno la loro produzione artistica a Palazzo Fantuzzi in Bologna.

Un gradito ritorno di Ester Campese, non nuova in questa galleria, in occasione del vernissage della 19° Collettiva Internazionale di arti visive, nelle discipline di pittura, scultura e fotografia che si terrà a Palazzo Fantuzzi il 16 settembre 2017 alle ore 17,00.

A questa nuova mostra internazionale Campey, nome con cui l’artista firma le sue realizzazioni, porta l’opera “Young Lady” realizzata a fine 2016 e facente parte della collezione “le donne di Campey” presentata nel corso della sua ultima personale, di cui una prima parte è stata curata dal noto critico Prof. Vittorio Sgarbi, ospite d’onore dell’evento del 16 settembre a Bologna.

Vittorio Sgarbi , recentemente premiato a Capalbio per il suo libro “Dall’ombra alla luce. Da Caravaggio a Tiepolo. Il tesoro d’Italia: vol. IV” è un convinto sostenitore di questa Galleria, e sottolinea la bellezza storica ed architettonica degli spazi interni ed esterni di Palazzo Fantuzzi rendendo ogni vernissage, da lui presentato, un evento artistico e culturale di grande glamour, attirando un pubblico numeroso e appassionato che accorre per ascoltarlo.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 16 al 28 settembre 2017 con la contestuale presenza di opere artistiche di fama internazionale dei “Grandi Maestri” quali: Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli, Andy Warhol e Marc Chagall ed altri ancora collocate permanentemente in questa affascinate location.

Il Catalogo recensivo prodotto anche per questa 19esima edizione di “Arte a Palazzo” in cui figura altresì l’artista Ester Campese, viene raccolto nella prestigiosa Università di Urbino Carlo Bo, nella biblioteca di storia dell’Arte ed Estetica.

Gli Uomini e le donne Secondo Paolo Migone

home
home

Paolo Migone con la sua comicità surreale e irridente nell’adattamento teatrale del best seller di John Gray: ‘Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere’, sarà al Teatro Duse di Bologna,  giovedì 20 aprile 2016, ore 21,

In scena le principali differenze di ‘funzionamento’ tra uomo e donna, attraverso situazioni quotidiane che conosciamo tutti.

Una cosa è sicura, gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi. Tutti si sono già scontrati e irritati per i comportamenti incomprensibili dell’altro sesso. Le ragioni? Si pensa troppo spesso che l’altro funzioni come noi, dimenticando che è fondamentalmente diverso.

Nello spettacolo vengono ricordate le principali differenze di ‘funzionamento’ tra uomo e donna attraverso situazioni quotidiane che conosciamo tutti, tenendo presente il confronto di ogni generazione. Grazie al “professor” Migone, infine comprenderemo come fare di queste differenze una fonte di complicità, e non di conflitto.

Si ride molto, di sé, della propria coppia o dei propri genitori, ma soprattutto, si dispone di nuovi dati per comprendere l’altro sesso e girare in scherno alcune situazioni che possono diventare fonte di discordia.

Lo spettacolo non ha lo scopo di condividere “verità”, ma di aiutare a comprendere l’incomprensibile. Nel pubblico, i sorrisi si sprecano, i colpi di gomiti sono inevitabili, gli sguardi si scambiano, le spalle si avvicinano, e le mani si toccano, mentre il professore descrive tutte quelle situazioni quotidiane, spiegando perché sono frustranti e ciò che si può fare per migliorare la propria qualità di vita.

Teatro Il Celebrazioni: “Opera, che sinfonia! “

Locandina Opera che sinfonia
Locandina Opera che sinfonia

Martedì 28 marzo al Teatro Il Celebrazioni andrà in scena Opera, che sinfonia! Preludi, ouverture & intermezzi che vedrà il debutto della nascente Orchestra Sinfonica L’Offerta Musicale (OSLOM), diretta da Giovanni Montanaro.

Il repertorio proposto prevede i più bei pezzi sinfonici tratti da alcune fra le più celebri opere liriche del panorama nazionale e internazionale (Mozart, Rossini, Donizetti, Verdi, Bizet, Puccini, Mascagni e Leoncavallo).

In questo concerto, attraverso la musica di oltre un secolo, il pubblico sarà trascinato dalle note della tragi-commedia del Don Giovanni di Mozart fino al brillante esordio della Carmen di Bizet, passando attraverso i vigorosi Preludi verdiani, lo spumeggiante Rossini, l’esilarante Donizetti e gli intensi Intermezzi del Verismo Italiano. Un repertorio da gustare tutto d’un fiato in una serata musicalmente emozionante

La OSLOM nasce con il doppio intento di diffondere la cultura musicale tout court e, allo stesso tempo, affiancare a professionisti del settore giovani e talentuosi musicisti.

Prezzi (comprensivi di prevendita): intero 18,00 € – ridotto 16,00 €

PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO IL CELEBRAZIONI (Via Saragozza, 234, Bologna), aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione, 4, Bologna) aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, attraverso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d’ascolto delle IperCoop e il Circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatrocelebrazioni.it.

Per informazioni: 051.4399123 – info@teatrocelebrazioni.it