Progetto”Keep Calm” a Bollate

keep calm la scuola che non ti aspetti
keep calm la scuola che non ti aspetti

Bollate: Al via il progetto Keep calm: la scuola che non ti aspetti

Con l’avvio del nuovo anno scolastico sarà proposto nelle scuole secondarie di primo grado un nuovo importante progetto nato dalla collaborazione tra dirigenti scolastici e Assessorato alle Politiche Educative. Il progetto si chiama Keep calm, la scuola che non ti aspetti.

Il progetto inizierà nel mese di ottobre e durerà fino alla fine dell’anno scolastico. Si svolgerà durante tre pomeriggi settimanali, dalle ore 14, con il pranzo al sacco consumato a scuola insieme agli educatori, fino alle ore 18,30 con tante e diverse attività.

“Si tratta – spiega l’Assessore alle politiche educative Salvatore Leone – di un’esperienza sociale e formativa innovativa e originale che ha lo scopo della conoscenza reciproca e dell’aggregazione dei ragazzi. Offre, inoltre, l’opportunità alle famiglie di avere un aiuto ai loro sforzi quotidiani per conciliare il lavoro con la cura dei figli. Per fare questo si è pensato di aprire sempre di più le scuole, mettendole a disposizione di studenti e cittadini al di fuori del normale orario scolastico”.

Ecco le sedi delle attività:
I laboratori artistici, espressivi, motori, musicali, artigianali e manipolativi si svolgeranno nelle scuole medie di via Fratellanza, di via G. Verdi e di via Coni Zugna e saranno facilmente raggiungibili tramite un servizio di trasporto gratuito (GIROBUS) messo a disposizione dall’Amministrazione comunale.

Come iscriversi:
Per partecipare volontariamente e gratuitamente all’intero progetto, o solo a singoli momenti, è necessario iscriversi nella segreteria delle scuole di appartenenza.

Per saperne di più:
Ulteriori comunicazioni saranno consegnate alle famiglie con l’inizio della scuola, ma i genitori che desiderano conoscere meglio il progetto, potranno partecipare all’incontro che si svolgerà venerdì 15 settembre dalle ore 17, 30 alle ore 19,00 presso la biblioteca comunale in piazza c. a. dalla chiesa. con l’occasione, sarà illustrato in modo chiaro e dettagliato l’intero programma di attività e si daranno risposte alle domande e curiosità delle famiglie.

Lavori in corso nelle vie di Bollate

Cordolo
Cordolo

Bollate: Lavori in corso nelle vie di Bollate

Cantieri aperti con tanti interventi di manutenzione che proseguono nelle zone degradate della città. Ecco i lavori in corso in questi giorni, frutto della segnalazioni arrivate dai cittadini all’Assessore ai Lavori pubblici.

Marciapiedi: l’Amministrazione ha investito 40mila euro per il ripristino e la messa in sicurezza di alcuni tratti di marciapiedi degradati. Sono iniziati i lavori lungo il marciapiedi davanti alla scuole elementare di via Diaz; proseguiranno, poi, i lavori in via Lorenzini, via Leonardo da Vinci e, a seguire, su altre vie selezionate dall’elenco delle segnalazioni dei cittadini che l’assessore Grassi tiene aggiornato.

Intervento in via Silvio Pellico, con la realizzazione dell’aiuola spartitraffico (in prossimità del benzinaio). “Sono molto soddisfatto per questo lavoro – spiega Grassi – che riqualifica una zona ad alta densità residenziale. Il quartiere aspettava da anni questo intervento, abbiamo agito con determinazione ottenendo i permessi necessari dalla società petrolifera proprietaria dell’area e abbiamo riqualificato un’area un tempo abbandonata a se stessa, spesso trasformata in parcheggio per grossi camion che disturbavano anche le abitazioni limitrofe”.

Cordolo di protezione per l’uscita pedonale dei residenti di via Milano. Realizzato sulla strada statale Varesina nella frazione di Ospiate, è stato segnalato dai residenti dei numeri civici 42 e successivi che avevano richiesto all’assessore Grassi una soluzione per poter uscire in sicurezza dalle proprie abitazioni, dal momento che l’uscita dava direttamente sulla strada statale varesina, dove le macchine corrono anche ad alta velocità. Si è dunque realizzato un cordolo per permettere l’uscita in sicurezza e tutelare l’utenza debole che da Ospiate raggiunge le case.

Chiusa via Ospitaletto di Bollate

Segnaletica via ospitaletto Bollate
Segnaletica via ospitaletto Bollate

Bollate: Lavori Rho-Monza, chiude via Ospitaletto

Si comunica che da lunedì 11 settembre a lunedì 30 ottobre verrà chiuso il sottopasso di via Ospitaletto per i lavori di raddoppio legati all’ampliamento della Rho-Monza, lotto 1-2 di competenza di Serravalle.

Trasporto scolastico Bollate

Scuolabus

Bollate: Trasporto scolastico, il punto dell’Amministrazione comunale

Si sono svolti il 4 e 11 luglio scorso due incontri, voluti dall’Assessore alle Politiche educative e dell’infanzia Salvatore Leone, con i cittadini interessati al servizio di trasporto scolastico. Ecco gli esiti.
.
“Entrambi gli incontri – spiega l’Assessore leone – sono stati positivi e costruttivi e hanno visto una partecipazione motivata dei genitori che, in modo argomentato e propositivo, hanno fatto domande sull’organizzazione del servizio per il nuovo anno scolastico, sull’andamento delle iscrizioni e sulle nuove tariffe deliberate dalla Giunta comunale. Il confronto si è svolto in un clima di ascolto, di rispetto reciproco e senza preclusioni o reticenze. Possiamo dunque dirci molto soddisfatti del dialogo che si è aperto”.

Ecco i principali spunti emersi:

I genitori hanno chiesto la massima attenzione nella scelta degli accompagnatori che dovranno, nel corso dell’anno, mantenere essere collaborativi sia con i genitori che con gli alunni, soprattutto nelle fasi di consegna all’arrivo a scuola.

Sul tema iscrizioni si è comunicato che il trend di iscritti, in data 11 luglio, è in linea con i passati anni scolastici. È quindi certo l’avvio delle Linee 1 del mattino e 3 del pomeriggio, riservate alle scuole primarie.

Risultano ancora insufficienti, invece, le iscrizioni alla Linea 2 di mezzogiorno per le primarie e delle Linee 4 e 5 delle scuole medie, per le quali rimane comunque ancora aperta la possibilità di attivazione del servizio. Per queste linee, è stata decisa la possibilità di poter presentare la domanda di iscrizione, senza effettuare il pagamento, così da avere il tempo di verificare, nel corso di mesi estivi, l’effettivo numero di persone interessate. Solo al raggiungimento di almeno 10 utenti, minimo previsto per l’attivazione, verrà chiesto il pagamento della retta agli interessati;

Sulle nuove tariffe, il Sindaco Vassallo e l’Assessore Leone hanno previsto la possibilità di pagamento dilazionato, suddividendo la somma in due rate: la prima al momento dell’iscrizione e la seconda entro la fine di febbraio 2018. “Questo – spiegano gli Amministratori – per alleggerire il carico del costo sulle famigliee distribuire la spesa e i costi del servizio in due momenti diversi”.

Tra le altre regole definite, la conferma della presentazione dell’ISEE da parte dei lavoratori autonomi, per la definizione della tariffa annuale in base alla fascia di reddito, consegnando soltanto la certificazione dell’anno scorso. Le famiglie che iscrivono più alunni al trasporto scolastico, potranno usufruire del Quoziente famiglia con una riduzione per il secondo e gli altri figli a seguire. La tariffa viene dimezzata nel caso di utilizzo del solo viaggio di andata o di ritorno.

Al secondo incontro hanno partecipato anche il Sindaco, Francesco Vassallo, e il responsabile dell’Ufficio scolastico del Comune di Bollate, Alessandro Pogliani, oltre all’Assessore Leone.

Bollate: tutti contro l’ambrosia

Bollate
Bollate

Bollate: LA COLLABORAZIONE DI TUTTI PER ELIMINARE L’AMBROSIA
Agosto-settembre: arrivano i mesi di massima diffusione dell’ambrosia, pianta infestante e molto allergizzante presente anche a Bollate che richiede, da parte di tutti, l’adozione di misure utili a limitare, per quanto possibile, la diffusione in tutta la regione.
Per questo il Sindaco di Bollate, Francesco Vassallo, ha emesso un’ordinanza per “invitare tutti i proprietari di aree verdi urbane incolte e di aree verdi industriali dismesse, i proprietari e/o conduttori di aree agricole coltivate e non coltivate, i responsabili di cantieri di qualsiasi natura, Enti ed Aziende di vaste aree di territorio, ciascuno per le rispettive competenze, a vigilare sull’eventuale presenza di ambrosia nelle aree di loro pertinenza e attivare le misure di prevenzione e di contenimento del fenomeno di diffusione di questa pianta infestante”.
In altre parole l’Amministrazione chiede ai proprietari di terreni infestati, l’esecuzione di periodici interventi di manutenzione e pulizia che prevedono tagli della vegetazione prima della maturazione delle infiorescenze (abbozzi d’infiorescenze 1-2 cm) e assolutamente prima dell’emissione di polline. Ecco le tempistiche suggerite per i tagli: in zone urbane, primo taglio nell’utlima ultima settimana di luglio e secondo tra il 19 e il 27 agosto; per le aree agricole, primo taglio entro la metà di agosto con successivo taglio all’inizio di settembre, in caso di nuova fioritura.
L’ordinanza, inoltre, invita tutti i cittadini ad effettuare una periodica e accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi verdi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di proprietà e a curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese, trifoglio, ecc., che, agendo come antagonisti, impediscono lo sviluppo dell’ambrosia.
Per chiunque non rispetti le disposizioni dell’ordinanza, sono previste sanzioni amministrative diversificate in base all’area di proprietà: da 50 a 200 euro, per un’area fino a 2000 metri quadrati; da 200 a 500 euro per un’area di oltre i 2000.