Ekirun 2017: Per il terzo anno il Sol Levante illumina Milano

Ekirun 2017
Ekirun 2017

Si è svolta ieri mattina presso l’Arena Civica Gianni Brera di Milano, in condizioni di temperatura ideali in linea con la media stagionale, la terza edizione di EKIRUN, corsa a staffetta su strada di ispirazione giapponese organizzata da S.S.D. RCS Active Team in collaborazione con RCS Sport.

L’ekiden (dal giapponese eki, stazione, e den, trasmettere) rappresenta un evento unico nel proprio genere che raggruppa e associa allo sport i valori più sentiti dalla cultura giapponese. La gara si è articolata su un percorso ad anello tra i viali alberati di Parco Sempione, con scorci suggestivi sui monumenti storici di Milano, tra cui il Castello Sforzesco, la Triennale e l’Arco della Pace.

Oltre 1200 atleti si sono dati appuntamento sulla pista dell’Arena Civica, centro nevralgico della manifestazione “made in Japan”, nonché punto di partenza e di arrivo dell’intera competizione. I team, composti da sei runner ciascuno, hanno percorso i 42km di gara in 6 frazioni (tre «lunghe» e tre «corte», alternate: 5 km / 10 km / 5 km / 10 km /5 km / 7,195 km).

La squadra Atletica Val Brembana, prima nella categoria maschile della corsa competitiva, ha fermato il cronometro a 2 ore 14’ 54”. Le squadre Atletica Casone Noceto (2 ore 16’ 15”) e Cambiaso Risso Running Tea (2 ore 20’ 51”) sono salite sul secondo e sul terzo gradino del podio. Nella categoria femminile, trionfa il team Cus Insubria Femminile, che chiude la gara in 2 ore 58’ 20”. Dietro di loro, i team Lady Ciaparat (3 ore 37’ 00”) e Lady Road (3 ore 42’ 43”) .

Tra le staffette miste, miglior prestazione per il team Corro Ergo Sum Runners (2 ore 37’ 58”). Al secondo e terzo posto Oliver Team Misto (2 ore 41’ 23”) e Atletica Rezzato (2 ore 51’ 08”).
Spazio anche per la staffetta Lady Road, che ottengono la prima posizione nelle categoria Over 50 Femminile.

Accanto ai partecipanti alla gara certificata FIDAL, numerose anche le squadre che hanno corso la Ekirun non competitiva, tra le quali molti team aziendali, che hanno potuto prendere parte all’edizione italiana di uno degli eventi più sentiti al mondo, i cui valori fondamentali sono la lealtà, la condivisione, lo spirito di squadra e la fiducia reciproca.

Da segnalare anche la partecipazione straordinaria di Federica Fontana e Rachele Sangiuliano. La presentatrice e l’ex pallavolista hanno corso in veste di capitane delle due squadre organizzate da E.ON Energia, una delle più importanti società europee nel settore energetico ed Energy Partner dell’evento per il secondo anno consecutivo.

I vincitori e alcuni passaggi di gara_ ph. credits LaPresse

Proprio le aziende hanno risposto positivamente a Ekirun, dimostrando apprezzamento per un evento in grado di coniugare l’active lifestyle con il mondo del lavoro. Tra le società che hanno gareggiato: E.ON, Brooks, Samsung, IW Bank, Lierac, Randstad, CST e Building Energy.
Tra i team che hanno preso parte alla giornata “made in Japan” i cadetti dell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo, capitanati dal comandante Generale Virgilio Pomponi, che, insieme alle staffette in carrozzina dell’Associazione Maratonabili, hanno mostrato tutto il proprio entusiasmo nei confronti di un evento incentrato sulla solidarietà e sulla volontà di stare insieme.

Durante la giornata, i podisti hanno potuto apprezzare l’atmosfera nipponica ricreata dal ritmo potente di un gruppo di suonatori di tamburi tradizionali taiko. Non poteva mancare l’emozionante passaggio del tasuki, la fascia tracolla da passare al compagno, testimone delle gare di ekiden e simbolo di continuità e dell’unione indissolubile tra squadre. Come da tradizione, i trofei – consegnati ai vincitori da splendide ragazze in kimono – sono stati realizzati sotto forma di origami.

Andrea Trabuio, Responsabile Mass Events RCS Active Team, ha commentato: “Anche quest’anno siamo riusciti a centrare l’obiettivo, grazie allo sport abbiamo trasmesso dei valori importanti in un clima di festa. Non possiamo che essere soddisfatti del risultato ottenuto”.

Alcune curiosità: il runner più giovane è stato Andrea Lanfredi di soli 16 anni mentre il più anziano è stato Terzo Butelli di 75 anni. La partecipante più giovane è stata Arianna Zoppolato, 17 anni d’età, mentre la più adulta è stata Teresa Caffesi di 69 anni.

MotoGP, Marc Marquez conquista il titolo 2017

Marc Marquez
Marc Marquez

A Valencia è sufficiente il terzo posto dello spagnolo per la conquista del titolo mondiale.

Una gara importante in cui Dovizioso ha dato tutto sè stesso e purtroppo è scivolato, lasciando libero il pilota della Honda di tirare il respiro e volare verso il traguardo.

La gara la vince Pedrosa, anche lui sulla Honda, seguito da Zarco.

Valentino Rossi Arriva quinto e dietro si piazza Iannone.

“Expo per lo Sport” – Terza edizione

Expo_per_lo_sport
Expo_per_lo_sport

Cinque giorni di attività per avvicinare allo sport i bambini dai 4 ai 14 anni e contrastare l’abbandono della pratica in età adolescenziale.

Torna per la sua terza edizione “Expo per lo Sport” che, dall’11 al 15 ottobre, riempirà l’Arena Civica di Milano di ragazzi e famiglie. La manifestazione riparte dalla grande partecipazione dello scorso anno, quando furono in 20mila a prenderne parte, e punta a raggiungere ancora più giovanissimi: sono, infatti, 15mila gli studenti attesi nei tre giorni dedicati alle scuole (da mercoledì 11 a venerdì 13) e oltre 30mila le persone che si aspetta passeranno dall’Arena per il fine settimana aperto a tutti.

Protagonisti assoluti dell’evento – fortemente voluto dal Comune di Milano e organizzato insieme all’Ufficio Scolastico per la Lombardia AT di Milano, il Coni Lombardia e la Scuola di Scienze motorie dell’Università degli Studi di Milano, con la regia di DNA Sport Consulting – saranno i bambini e lo sport.
Nato per tradurre nel linguaggio dei ragazzi i valori positivi dello sport, “Expo per lo Sport” è strutturato per avvicinare alla pratica sportiva: più di 30 le postazioni che saranno allestite per far provare le diverse discipline, grazie alla presenza delle federazioni e delle società sportive del territorio.

Si va dal pattinaggio al ciclismo, dallo skate all’hockey, fino alla vela, passando per calcio, basket, pallavolo, ma anche ginnastica artistica, atletica e arti marziali.

Per il primo anno, Decathlon sarà presenter partner dell’iniziativa e realizzerà due aree che contribuiranno all’esperienza dei ragazzi: la Decathlon Agorà che ospiterà spettacoli, esibizioni, musica e intrattenimento, naturalmente sportivo, e la Decathlon Game Area dove sarà possibile provare le diverse attrezzature sportive.

Un’altra area all’interno dell’Arena Civica sarà caratterizzata dalla presenza dei personaggi dei cartoni animati più amati di Nickelodeon, media partner dell’evento insieme a Sky Sport: nella NickyHome saranno proprio loro a condurre i ragazzi in divertenti percorsi e attività motorie per avvicinare all’attività anche i bambini più piccoli.

Ma “Expo per lo Sport” sarà anche un’occasione di solidarietà: la manifestazione, infatti, sostiene le attività di ActionAid per il diritto all’istruzione in Italia.

Lorenzo Bacchi e Giovanni Carpitella sono i nuovi campioni Europei e Italiani di Offshore 3D.

Start_3D_foto-Marzia_Benincasa2016
Start_3D_foto-Marzia_Benincasa2016

Si è concluso ieri a Napoli “l’Offshore Fiftieth Anniversary Grand Prix”, valido quale Campionato Europeo Offshore 3D e 2^ e ultima tappa del Campionato Italiano Offshore classe 5000.
L’Europeo Offshore della classe 3D si è disputato in prova unica e dunque ha visto l’assegnazione del titolo 2017.

A laurearsi Campione Continentale di categoria è stato l’equipaggio azzurro della Mot. Boretto Po, composto da Lorenzo Bacchi e Giovanni Carpitella.
Un dominio effettivo quello dei due piloti della Mot. Boretto Po, dato che si sono aggiudicati entrambe le gare disputate, incamerando 800 punti totali e il loro 1° titolo Europeo nella classe 3D.
Argento continentale all’equipaggio italiano Roberto Lo Piano e Mario Petroni (Associazione Motonautica Venezia), con 600 punti.
Bronzo al francese Francois Pinelli in coppia con il veneziano Saul Bubacco (450 p.)

A Napoli si è concluso anche il Campionato Italiano Offshore 2017 della classe 5000: a vincerlo è stato sempre l’equipaggio con Lorenzo Bacchi e Giovanni Carpitella.
Bacchi e Carpitella, primi in entrambe le gare in programma nella città campana,
si sono imposti rispettivamente sull’equipaggio di Roberto Lo Piano- Mario Petroni e sull’altra coppia dell’Associazione Motonautica Venezia, quella di Giampaolo Montavoci e Fabio Magnani.

Nella classifica finale del Campionato Italiano 5000, oro a Bacchi e Carpitella con 1600 punti; l’argento è andato a Lo Piano-Petroni (1125 punti), mentre Serafino Barlesi e Alessandro Barone (assenti alla gara di Napoli) hanno ottenuto il bronzo con 1000 punti all’attivo.

Volo libero in mostra a Campitello di Fassa

fassa-expo-2017-volo-2
fassa-expo-2017-volo-2

La quarta edizione della Fassa Sky Expo, evento legato al volo libero, si aprirà a Campitello di Fassa (Trento) il 29 settembre per chiudersi il 1 ottobre.
Tre giorni nello splendido scenario delle Dolomiti dove gli appassionati di volo in parapendio e deltaplano presso gli stand della fiera, troveranno gli ultimi prodotti dei migliori marchi disponibili sul mercato.

Potranno anche testare ali, imbragature e quant’altro in prima persona, decollando dal rifugio Des Alpes sul Col Rodella (2360 metri) che sovrasta la zona dell’esposizione ed al quale di accede per funivia al ritmo di 120 passeggeri per corsa.

Anche l’atterraggio è nei pressi della fiera, un punto di forza, insieme all’accessibilità del decollo, che gli organizzatori dell’associazione Icarus Flying Team Val di Fassa hanno saputo sfruttare al meglio.

Il successo incoraggiante delle scorse edizioni fa ben sperare. Allora il numero dei visitatori fu tale da da mettere a seria prova la ricettività della zona ed al collasso il pur grande parcheggio tra fiera e funivia, tanto che si è deciso di potenziarlo. I presupposti ci sono tutti anche per l’edizione 2017.

Piloti di deltaplano e parapendio saranno i primi interessati alle novità di un mercato che non conosce sosta nel proporne, sempre più innovative, sempre più tecnologiche. Poi molti curiosi, magari in vista di avvicinarsi al volo libero, un’avventura affascinante che porta i piloti a vagabondare per il cielo senza aiuto di motori.
La tre giorni a Campitello propone un ricco programma anche con momenti di relax, feste ed eventi che renderanno l’appuntamento un’esperienza indimenticabile per praticanti e no.

Tra le novità di quest’anno i primi potranno partecipare sabato 30 settembre alla gara di hike and fly, cioè di volo ed escursionismo, alla quale gli organizzatori hanno appioppato il nome di “Cor e Sgòla” che in lingua locale rende perfettamente l’idea. Lo start avverrà alle ore 10 dalla zona dell’atterraggio chiamata Streda de Pent de Sera, a Campitello.