Rugby – Convocato Mattia Bellini per l’ultima giornata del Torneo

Conor O'Shea
Conor O’Shea

Il CT della Nazionale Italiana Rugby Conor O’Shea ha convocato il trequarti di Zebre Rugby Mattia Bellini (5 caps) in sostituzione di Michele Campagnaro che ieri, in occasione del test-match contro la Francia, ha riportato una sublussazione dell’acromion claveare.
Bellini si aggregherà in serata al raduno dell’Italia a Roma in vista dell’ultima giornata dell’RBS 6 Nazioni di sabato 18 marzo ad Edinburgo contro la Scozia.rbs,davide falco,dietrolanotizia.it,dietrolanotizia.eu,mondodisabile.it
Rientrano in gruppo, dopo essere stati messi a disposizione dei rispettivi Club di appartenenza per gli impegni agonistici del week-end, anche il seconda linea Ruzza, il mediano d’apertura ed estremo Minozzi ed i trequarti Bisegni e Boni.
La rosa della Squadra Nazionale per l’ultimo turno del Torneo è aggiornata come segue:
Piloni
Pietro CECCARELLI (Zebre Rugby, 7 caps)
Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby, 17 caps)
Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 57 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 13 caps)*
Sami PANICO (Patarò Calvisano, 9 caps)*
Tallonatori
Tommaso D’APICE (Zebre Rugby, 13 caps)*
Ornel GEGA (Benetton Treviso, 11 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 85 caps)
Seconde linee
George Fabio BIAGI (Zebre Rugby, 18 caps)
Marco FUSER (Benetton Treviso, 20 caps)*
Federico RUZZA (Zebre Rugby, esordiente)*
Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, 11 caps)
Flanker/n.8
Simone FAVARO (Glasgow Warriors, 36 caps)*
Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 7 caps)*
Francesco MINTO (Benetton Treviso, 32 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 125 caps) – capitano
Abraham Jurgens STEYN (Benetton Treviso, 10 caps)
Mediani di mischia
Giorgio BRONZINI (Benetton Treviso, 7 caps)
Edoardo GORI (Benetton Treviso, 60 caps)*
Marcello VIOLI (Zebre Rugby, 2 caps)*
Mediani d’apertura
Carlo CANNA (Zebre Rugby, 19 caps)
Matteo MINOZZI (Patarò Calvisano, esordiente)*
Centri
Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 41 caps)*
Tommaso BONI (Zebre Rugby, 2 caps)*
Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 88 caps)
Ali
Mattia BELLINI (Zebre Rugby, 5 caps)*
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 7 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, 10 caps)*
Giovambattista VENDITTI (Zebre Rugby, 42 caps)*
Estremi
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 10 caps)*
Luca SPERANDIO (Benetton Treviso, 1 cap)
*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato

Nazionale in raduno a Roma, sabato all’Olimpico la Francia

rugby-rbs-6-nazioni-2017
rugby-rbs-6-nazioni-2017

L’RBS 6 Nazioni 2017 entra nella sua fase conclusiva: ancora centosessanta minuti a disposizione per cercare di spodestare l’Inghilterra, campione in carica, o semplicemente per smuovere la propria classifica e conquistare un piazzamento che vale prestigio e sterline.

Per l’Italrugby di Conor O’Shea, dopo il clamore suscitato a livello internazionale dalla tattica difensiva messa in mostra a Twickenham contro il XV della Rosa, gli ultimi due turni portano in sorte altrettante grandi classiche: sabato 11 marzo, per Parisse e compagni, l’ultima uscita casalinga nel Torneo coincide con il derby latino contro la Francia (ore 14.30, diretta DMAX dalle 13.45), mentre una settimana più tardi ad Edinburgo gli Azzurri chiudono contro la Scozia, autrice fin qui di una serie di prestazioni di qualità assoluta che l’hanno proiettata al quinto posto nel ranking internazionale.

L’Italrugby si radunerà questa sera a Roma, presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” del CONI, e da domani i trentuno atleti convocati dal CT inizieranno gli allenamenti in vista del match contro i galletti di Guy Noves.
Primo allenamento collettivo, domani alle ore 15, aperto al pubblico (ingresso libero da Via dell’Acqua Acetosa), con la possibilità di assistere all’intera seduta e, al termine, alle 16.30 circa, incontrare gli atleti per le immancabili foto e gli autografi di rito.

Gli Azzurri tornano all’Olimpico contro la Francia: #SOSTENIAMOLI

Rbs 6 nazioni
Rbs 6 nazioni

Sabato 11 marzo alle 14.30 gli Azzurri tornano all’Olimpico di Roma per il terzo appuntamento interno nell’RBS 6 Nazioni 2017 contro i “galletti” francesi nel match che mette in palio il Trofeo Garibaldi.

Nel derby latino per eccellenza, c’è bisogno del supporto di tutti voi.
#SOSTENIAMOLI
Invia anche tu un messaggio di sostegno alla Nazionale o pubblicalo sui tuoi account Facebook, Twitter ed Instagram con l’hashtag #sosteniamoli.

I messaggi più divertenti o emozionanti verrano pubblicati sulle pagine di FIR e proiettati sul maxischermo dell’Olimpico e del Terzo Tempo Peroni Village prima di Italia v Francia!

Fai sentite il tuo sostegno per gli Azzurri!

I BIGLIETTI PER ITALIA v FRANCIA ONLINE SU TICKETONE.IT, NEI PUNTI VENDITA TICKETONE E VIA CALL CENTER 892.101

Rugby – Parisse: “Conquistato il rispetto inglese”.

sergio-parisse
sergio-parisse

“Sono stanco di sentire che se qualcosa di nuovo viene fatto dai Wasps o dall’Australia è fantastico, e se lo facciamo noi invece è contro le regole. Oggi eravamo venuti per vincere e sono orgoglioso della prova della squadra, abbiamo giocato secondo le regole e con un impegno incredibile.

Il rugby è anche stimolare le persone, contribuire ai cambiamenti. E’ quello che vogliamo fare anche nel rugby italiano, cambiare le cose, rendere migliore il sistema attorno ai giocatori”.

Il CT azzurro Conor O’Shea è un fiume in piena nella conferenza stampa post-partita e risponde a chi critica la tattica difensiva italiana: “Abbiamo incontrato l’arbitro ieri prima della partita, ci ha spiegato che il sentimento circa l’interpretazione della ruck è cambiato. E’ stata una riunione interessante, ma l’idea di adottare questa strategia difensiva non è nata ieri, ci abbiamo lavorato dall’inizio della settimana. Difendere è voler riconquistare il pallone per giocare, esattamente ciò che abbiamo fatto: è stato molto divertente preparare la partita nel corso della settimana”.

“Non posso essere contento, sono una persona molto competitiva ed oggi abbiamo perso la partita, ma ci sono molte cose positive, penso a Campagnaro ed alla prestazione di Tommaso Allan che ha gestito molto bene le situazioni. Eravamo venuti per giocare e penso che abbiamo conquistato un bel po’ di rispetto là fuori contro la miglior squadra al mondo insieme agli All Blacks” ha concluso il CT.

Capitan Sergio Parisse, in zona mista: “Abbiamo rispettato il nostro piano di gioco e le regole. Penso nessuno si aspettasse questa difesa e abbiamo messo gli inglesi in difficoltà. Non possiamo essere contenti del risultato ma sono soddisfatto della prestazione, tutti hanno dato il massimo. Usciamo a testa alta e continuiamo a lavorare. Gli inglesi volevano darci 70 punti ed invece sino ad un quarto d’ora dalla fine eravamo attaccati alla partita, tanto che per allargare il gap hanno dovuto andare per i pali invece che in touche. Sono segni di rispetto che devono stimolarci a continuare il nostro cammino”

Rugby: Campionato Rbs 6 Nazioni

Rugby_Nazionale_
Rugby_Nazionale_

L’Italrugby ripassa sul terreno di gioco di Twickenham il piano di gioco per la partita contro il XV della Rosa, attuale capolista del Torneo (diretta DMAX dalle 15.20 di domani, domenica 26 febbraio) e si appresta ad affrontare la seconda forza del ranking mondiale in fondo ad una settimana caratterizzata dal dibattito sul posizionamento degli Azzurri e su eventuali modifiche alla formula del Torneo.

Conor O’Shea, CT della Nazionale, affianca Sergio Parisse nella conferenza stampa della vigilia, al Lensbury di Teddington: “E’ frustrante per tutti sentire sempre discorsi su retrocessioni o promozioni. Io, tutti noi, siamo qui per migliorare il rugby italiano, per sviluppare il grande potenziale che c’è in Italia: lo dico da irlandese e da amante di questo sport. Un rugby che si espande e migliora è la chiave per evitare che, tra vent’anni, questo sport diventi orribile. Il resto sono discussioni che vanno bene per un titolo di giornale”.

“L’Italia, in questi anni, è cresciuta perché ha avuto la possibilità di confrontarsi con squadre di alto livello. Credo sia qualcosa a cui tutti abbiano diritto, ma non sono decisioni che spettano a me o a Conor o a nessuno d noi. Detto questo – gli ha fatto eco il capitano dell’Italia Sergio Parisse, domani al cap numero 124 – tutto quello che è stato scritto e detto in queste settimane è aria fritta. Quello che a me, a tutti noi da fastidio è il secondo tempo contro il Galles, in una partita che avrebbe potuto prendere una direzione diversa dopo i primi quaranta minuti, e l’ultimo quarto d’ora contro l’Irlanda, con tre mete che hanno reso il passivo troppo pesante, anche se gli irlandesi sono stati migliori di noi”.

Parisse si è poi concentrato sulla partita di domani: “L’Inghilterra è una grande squadra, con atleti eccezionali. Come sempre, noi dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi, sul nostro gioco, sulla nostra prestazione. Dobbiamo preoccuparci esclusivamente delle cose che possiamo controllare. Non giocheremo meglio o peggio per le cose che sono state dette e scritte in questi giorni, noi pensiamo solo alla gara di domani”.

Sulla stessa lunghezza d’onda coach O’Shea: “Cosa ho chiesto alla squadra? Come al solito, ottanta minuti di prestazione e di adesione al piano di gioco. Centriamo questi obiettivi e mi riterrò soddisfatto”.
Queste le formazioni in campo domani a Twickenham:
Twickenham, Twickenham Stadium – domenica 26 febbraio 2017, ore 15 (16 italiane)
RBS 6 Nazioni, III giornata – diretta DMAX canale 52 dalle 15.20 italiane

INGHILTERRA v ITALIA
Inghilterra: Brown; May, Te’o, Farrell, Daly; Ford, Care; Hughes, Haskell, Itoje; Lawes, Launchbury;
Cole, Hartley (cap), Marler
a disposizione: George, Vunipola M., Sinckler, Wood, Clifford, Youngs, Slade, Nowell
all. Jones
Italia: Padovani; Bisegni, Campagnaro, McLean, Venditti; Allan, Gori; Parisse (cap), Favaro, Steyn; Van Schalkwyk, Fuser; Cittadini, Ghiraldini, Lovotti
a disposizione: Gega, Rizzo, Ceccarelli, Biagi, Mbandà, Bronzini, Canna, Benvenuti
all. O’Shea
arb. Poite (Francia)