Mogwai: tre date in Italia a ottobre

mogwai
mogwai

I Mogwai, la storica band scozzese simbolo del post-rock mondiale, dopo il grande successo del tour “Atomic”, tornano in Italia per 3 incredibili appuntamenti, il 27 Ottobre al Fabrique – Milano, il 28 Ottobre all’ Atlantico Live! – Roma, e il 29 all’Estragon – Bologna.

La band di Stuart Braithwaite fin dagli esordi con “Young Team” ha sempre avuto un occhio di riguardo verso un sound avanguardista, tanto che, dopo 21 anni di attività, 8 album in studio, 2 album live e 4 colonne sonore, suona quasi riduttivo inquadrarli in un singolo genere, e più corretto consacrarli come una delle band più rappresentative della scena underground internazionale.

L’impegno sociale ha sempre visto protagonista la band di Glasgow,a partire dalla realizzazione della colonna sonora di “Atomic”, docufilm sul disastro nucleare a Hiroshima, poi divenuto un tour mondiale con date negli Stati Uniti, in Europa e nella stessa Hiroshima, per arrivare alla collaborazione con Trent Reznor nella realizzazione dell’ OST di “Before the Flood”, opera prima di Leonardo di Caprio sul riscaldamento globale.

Durante il tour di “Atomic” i Mogwai hanno lavorato alla realizzazione del nono album, previsto in uscita quest’anno e che vede il ritorno del produttore Dave Friedmann (Flaming Lips,Tame Impala), accompagnato da un tour che li vedrà protagonisti sui più importanti palcoscenici mondiali.

Giovanni Nuti per Alda Merini

Ph Francesco Prandoni
Ph Francesco Prandoni

Martedì 21 marzo: il cantautore GIOVANNI NUTI darà vita allo spettacolo “Sono nata il 21 a primavera” al Teatro San Lorenzo alle Colonne di Milano (Corso di Porta Ticinese 45 – inizio spettacolo ore 21 – ingresso 20 €: ultimi posti disponibili!).

La serata è dedicata alla memoria dell’indimenticabile poetessa milanese ALDA MERINI nella ricorrenza del suo compleanno (“Sono nata il ventuno a primavera…” recita l’incipit di una delle sue liriche più famose, messa in musica da Nuti e incisa da Milva) e in concomitanza della Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’UNESCO.

Il concerto, prodotto da Sagapò Music, è organizzato dal Centro Culturale delle Basiliche, in collaborazione con Francesco Bombelli.

Il cantautore e musicista GIOVANNI NUTI, per 16 anni legato ad Alda Merini da un sodalizio che la poetessa definiva “matrimonio artistico”, sarà accompagnato da una band di quattro elementi (José Orlando Luciano, pianoforte e tastiere – Massimo Germini, chitarra – Simone Rossetti Bazzaro, violino – Emiliano Oreste Cava, batteria) in uno spettacolo emozionante e coinvolgente.

«Sono felice di rendere omaggio ad Alda nel giorno del suo compleanno e nel ‘suo’ quartiere – dice GIOVANNI NUTI – Oggi compirebbe 86 anni e sono certo che Lei, che mi diceva ‘quando i poeti muoiono, poi nessuno più li ricorda’, sarebbe contenta di sapere che la sua memoria e la sua opera sono più vive che mai. Con ‘il nostro canzoniere’, le canzoni che sono nate dai versi che mi dettava, faremo festa e musica in suo onore».

Tour Mondiale dei Justice

Justice_(band)
Justice_(band)

Volo nella leggenda per Home Festival con l’annuncio del terzo headliner di questo 2017: i Justice, sul palco venerdì 1 settembre assieme a Liam Gallagher.

I Justice hanno scelto proprio il palco dell’HF17 per l’unica data in Italia del loro tour mondiale. Gaspard Augé, classe 1979 e Xavier de Rosnay, 1982, sono il duo electro parigino che ha dominato le dancefloor di tutto il mondo.

 

All’Obihall di Firenze: La regina dell’urban soul, MacyY Gray in concerto

macy gray
macy gray

Esordio boom segnato dal best-seller “I try”, un Grammy Award (e altre cinque nomination), collaborazioni con il gotha della musica internazionale, qualche passo nel mondo del cinema e adesso un disco che la riporta al primo amore, il jazz.

Voce sporca alla Billie Holiday, icona di quell’urban soul affacciato sul nuovo millennio, Macy Gray approda martedì 14 marzo all’Obihall di Firenze a pochi mesi dall’uscita di “Stripped”, album nel segno una fusion di straordinaria qualità.

Ottime premesse, a partire della band che l’ha affiancata: musicisti di lungo corso come Daryl Johns al contrabbasso, Russell Malone alla chitarra, Ari Hoenig alla batteria e Wallace Roney alla tromba. Registrato in presa diretta, quasi come un live, “Stripped” segna anche l’esordio per la Chesky Records, etichetta di culto specializzata in produzioni di alta qualità con tecniche binaurali.

Dieci tracce felpate che scivolano tra brani originali – “Annabelle” – cover intriganti – tra le altre “Redemption song” di Bob Marley e “Nothing else matters” dei Metallica – e rivisitazioni di suoi successi, a partire dall’inevitabile “I Try”.

Brani che ascolteremo insieme ad altri capisaldi del suo repertorio e a “White man”, il singolo rilasciato in questi giorni che anticipa il prossimo album, in lavorazione: una canzone potente che punta il dito sulle complicate relazioni razziali che ancora oggi segnano la società americana.

Spirit de Milan si incarna nello Spirit of Ireland

Spirit de Milan
Spirit de Milan

Dal 17 al 19 marzo lo Spirit de Milan si incarna nello Spirit of Ireland!
Un passaggio da Milano a Dublino per celebrare San Patrizio, sempre all’insegna della vita sociale condivisa, del divertimento e della musica dal vivo.

Nella tre giorni il transatlantico Spirit de Milan salperà alla volta della capitale irlandese, per incontrare una terra e il suo spirito, fatto di cose semplici, genuine e vere. Il tutto insieme a gruppi provenienti direttamente dall’Irlanda, per creare un percorso per far conoscere luoghi e storie, suggestioni e idee.

Immancabile con tutti i suoi prodotti anche Guinness, che considera Spirit of Ireland il suo evento rappresentativo per Milano.

Tre giorni per vivere profumi, musica e il gusto delle pietanze tradizionali dell’Irlanda, dalla birra, alle ostriche, dai gruppi di musica tradizionale in arrivo da Oltremanica ai ballerini di Gens D’ys.
Un’occasione per le famiglie per venire a gustare, in tutti i sensi, lo spirito del popolo irlandese.

Preparatevi a partire…L’Irlanda è più vicina di quanto possiate immaginare.

PROGRAMMA DELLE GIORNATE
* Venerdì 17 marzo
18.30 – apertura porte
19.00 – animazione danze irlandesi con GENS D’YS
19.00 – inizio della irish dinner e session musicali
21.00 – SHAMROCK BAND
22.30 – GENS D’YS – irish dance
23.00 – CùIG
00.00 – dj set/jam session

* Sabato 18 marzo
17.00 – apertura porte
17.00/18.00 – First step danze irlandesi
18.00 – animazione danze irlandesi con GENS D’YS
19.30 – inizio della irish dinner e session musicali
19.30 – SHAMROCK BAND
20.30 – GENS D’YS & A. SAGINETO
21.30 – CùIG
22.30 – DIRTY BASTARDS
23.30 – WHISKEY IN THE JAR

* Domenica 19 marzo
12.00/15.00 – irish brunch
15.00 – animazione danze irlandesi per bambini
16.00 – first step di danze irlandesi con GENS D’YS/giochi e attrazioni per tutti fino al tramonto
17.00 – GREEN CIRCLE
18.00 – FOLKHEADS
19.00 – inizio della irish dinner e session musicali
19.30 – GENS D’YS
20.00 – WHISKEY IN THE JAR
22.00 – CùIG
I costi d’ingresso sono di 15€ (con consumazione inclusa), per i nostri soci Spirit prezzo ridotto a 10€.
Per i bambini fino ai 12 anni l’ingresso è gratuito.