Animal Kingdom

Crime
Crime

Surf, sesso e crimine sono il cocktail esplosivo del drama TNT «Animal Kingdom», serie creata dallo sceneggiatore Jonathan Lisco e basata sull’omonimo film cult australiano del 2010 diretto da David Michôd, in questa occasione produttore esecutivo.

Premium Crime, propone il serial dal 7 febbraio, ogni martedì, con 10 appuntamenti in prima serata.

Presentato al Tribeca Film Festival, «Animal Kingdom» è incentrato sul diciassettenne Joshua J Cody (Finn Cole), ospitato dai parenti dopo la morte della madre per un’overdose.

Janine Smurf Cody – la mitica Ellen Barkin, qui in versione nonnina, granny e manipolatrice – accoglie il ragazzo in una famiglia dove «sei protetto, fino a quando non diventi tu stesso una preda».

Nella cornice assolata e all’insegna del take it easy del Sud della California, a casa Cody stazionano anche tre zii surfisti, di mestiere rapinatori, ed un quarto, totalmente squilibrato ed appena uscito di galera.

Ma il vero boss è Smurf: niente le sfugge, tutto è sotto il suo controllo, impossibile disubbidirle. Prepara manicaretti, miscela drink e manipola la vita di tutti, compresa quella del nipotino…

Nel cast brillano gli atletici e super sexy Barry Baz Blackwell (Scott Speedman, Felicity), Andrew Pope Cody (Shawn Hatosy, Southland e al cinema Nemico pubblico, Il cattivo tenente), Craig Cody (Ben Robson, Vikings) e Deran Cody (Jake Weary, Tomato Red, Smartass).

TNT ha rinnovato la serie per una seconda stagione: altri 10 episodi che andranno in onda nel 2017. Il drama, negli USA ha realizzato una media di 1.2 milioni di spettatori sulla tv lineare e – programmato anche su altre piattaforme – ha raggiunto complessivamente 6.7 milioni di individui.