Amore pensaci tu

Troiano Nigro Solfrizzi e Recano con ragazzi
Troiano Nigro Solfrizzi e Recano con ragazzi

Quattro padri per quattro famiglie non convenzionali

Capita a volte che il padre si occupi della prole –

Un fenomeno abbastanza frequente… tra i pesci.

Simone de Beauvoir

Sono le dinamiche familiari il centro di gravità della nuova serie “Amore pensaci tu”, prodotta da Publispei di Verdiana Bixio in coproduzione con RTI, che debutterà in prima visione assoluta il 17 febbraio per 10 puntate su Canale 5.

La serie “dramedy” diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano racconta le vicissitudini di quattro papà a tempo pieno che si muovono all’interno di famiglie nelle quali i ruoli tradizionali si sono invertiti drasticamente.

In quindici anni si è triplicato il numero degli uomini che si alzano dal letto la mattina per preparare colazioni, portare figli a scuola, cucinare, fare la spesa e pulire casa. Le cause di questo fenomeno sono tante: dalla maggiore aspirazione dei padri ad essere coinvolti nella crescita dei figli alla equivalente voglia delle madri a trovare una realizzazione professionale ; dalle necessità economiche che costringono entrambi i coniugi a contribuire al bilancio familiare, all’aumento esponenziale degli impegni dei bambini cui un solo genitore non ha più il tempo di adempiere.

Amore pensaci tu dà voce a queste famiglie alle prese con una ridefinizione dei ruoli e dei compiti, dove quello che accomuna uomini e donne è la sfida quotidiana a restare insieme, amarsi, rispettarsi, non impedire all’altro di essere se stesso e trovare la propria felicità, senza dimenticarsi, ovviamente, di portare i propri figli in tempo a scuola!

Sospese in un perfetto equilibrio tra commedia e realismo, prendono vita le vicende di quattro nuclei familiari. Quella di Luigi e Gemma (Emilio Solfrizzi e Valentina Carnelutti) è la “famiglia staffetta”, in cui lui ha lavorato per una vita intera e ora è obbligato a occuparsi per la prima volta delle sue tre figlie permettendo a Gemma, la sua compagna, di dedicarsi di più a sé stessa. Quella di Marco e Anna (Filippo Nigro e Giulia Bevilacqua) è la “famiglia capovolta”, in cui l’uomo, che aveva messo da parte ogni ambizione per dedicarsi al ruolo di “mammo” a tempo pieno, ritrova ora il piacere della sua professione, rimettendo in discussione l’equilibrio familiare. Quella di Francesco e Tommaso (Fabio Troiano e Giulio Forges Davanzati) è invece la “famiglia di fatto”, composta da una coppia gay che si ritrova alle prese con la crescita della nipotina e con Tina (Giuliana De Sio), una suocera decisamente ingombrante. Infine, c’è la “famiglia dei sogni”, quella di Jacopo ed Elena (Carmine Recano e Martina Stella), definizione ironica, dal momento che la coppia è separata e alle prese con l’affidamento dei figli. Completano il cast Margherita Vicario, Benedetta Gargari, Emanuele Macone.

LA FAMIGLIA STAFFETTA – I CORDARO

Luigi (Emilio Solfrizzi) e Gemma (Valentina Carnelutti) sono la “coppia portante” della serie: è soprattutto attorno ai due e alla loro casa, infatti, che gravitano le avventure principali degli altri protagonisti della storia.

Luigi, uomo all’antica, testardo e duro fuori, estremamente tenero e affettuoso dentro, è stato costretto a sacrificare il comando della piccola ditta edile di famiglia, nella quale anche Chiara (Margherita Vicario), la figlia maggiore, lavora, per occuparsi per la prima volta in maniera seria della sua famiglia.

Gemma, stanca di mettere da parte la sua vita professionale e privata a favore delle figlie di Luigi, decide, con l’arrivo di Camilla (Benedetta Gargari), l’anarchica figlia sedicenne avuta da Luigi dalla sua seconda moglie e ora incinta, di mettere il suo compagno davanti alle sue responsabilità di padre.  Il compito non è dei più semplici: Luigi non dovrà solo occuparsi di Camilla, ma anche di Caterina (Miranda Ardovino), la figlia più piccola, e, insospettabilmente, anche di Chiara.

EMILIO SOLFRIZZI è LUIGI CORDARO

Un uomo risoluto, caparbio, abituato a prendere di petto le situazioni. Ha un’impresa edile e sta con Genna, una donna dolce e sensibile, dalla quale ha avuto una bimba, Caterina, mentre il frutto dei suoi due matrimoni naufragati sono le figlie Camilla e Chiara. Per lui il lavoro è tutto, tant’è che delle faccende di casa deve occuparsi solo la sua compagna. Competitivo e testardo, è un padre che non accetta compromessi, o almeno questo è quello che crede all’inizio. La riscoperta del rapporto con sua figlia Camilla, adolescente incinta di un ragazzo troppo spaventato per essere un punto di riferimento, lo costringerà a mettere in dubbio le sue convinzioni e a lanciarsi a capofitto in quella che scoprirà essere la sua passione più grande: fare il papà.

VALENTINA CARNELUTTI è GEMMA RAGOSI

È la compagna di Luigi, una donna conciliante e sensibile nei confronti di tutta la famiglia. È infermiera nello stesso ospedale di Anna (Giulia Bevilacqua), con la quale parla di mariti e di figli, ma lavora anche a casa: Luigi non si sporca certo le mani con le faccende domestiche e così finisce tutto sulle spalle di Gemma. Per una madre premurosa e attenta come lei, la vera sfida è instaurare un rapporto con Camilla, l’ingestibile figlia di Luigi che improvvisamente si ritrova a vivere a casa loro. Il percorso per la conciliazione sarà lungo e faticoso e metterà in crisi il ruolo di mamma-modello che Gemma si è costruita.

MARGHERITA VICARIO è CHIARA CORDARO

È la figlia di primo letto di Luigi. Ha ventitré anni ed è una ragazza solare, ironica e responsabile. Lavora al cantiere col padre ed è molto seria e attenta sul lavoro, anche se Luigi non vuole ancora lasciarle lo spazio di manovra che si merita. Ha un bel rapporto con Gemma e con entrambe le sue sorelle. Da Luigi ha ereditato la testardaggine. Infatti quando si innamora di Jacopo (Carmine Recano), il calciatore, a nulla valgono i tentativi di suo padre di ostacolarla. Chiara ha deciso che Jacopo sarà la sua famiglia e farà di tutto per conquistare il suo amore, proprio mentre Luigi, per essere papà a tempo pieno, è costretto a lasciarle più responsabilità sul lavoro…

BENEDETTA GARGARI è CAMILLA CORDARO

Intelligente, presuntuosa e più adulta della sua età, sta insieme a un ragazzo più grande, Emanuele (Gabriele Anagni), con il quale convive in un piccolo appartamento studentesco. Camilla è una ragazza che fa di testa sua, cresciuta nella libertà più totale da sua madre Giulia (Anna Ferzetti) – seconda moglie di Luigi- senza alcun rapporto con il padre Luigi. Ha sempre uno sguardo sospettoso nei confronti dei genitori, degli adulti non si fida e vuole contare solo sulle sue forze. All’inizio della storia è incinta, aspetta un bambino da Emanuele, ma le cose precipiteranno e Camilla sarà costretta a ricostituire il suo rapporto con il padre.

MIRANDA ARDOVINO è CATERINA CORDARO

È una bambina intelligente e curiosa, ma soprattutto molto furba. Conosce bene i punti deboli del papà Luigi, e sa come ottenere quello che vuole. Con Gemma, la madre, che si è sempre occupata di lei, ha un rapporto simbiotico; ma anche con le sue amiche, e in particolare con Penelope, la figlia di Marco e Anna, Caterina ha una grande complicità.

LA FAMIGLIA CAPOVOLTA – I PELLEGRINI

 Marco (Filippo Nigro) e Anna (Giulia Bevilacqua) si conoscono fin dai tempi del liceo.

Ci sono sempre stati l’uno per l’altra, e insieme hanno formato la famiglia dei loro sogni: due figli, Nicola (Emanuele Macone) e Penelope (Giulietta Rebeggiani), di 16 e 6 anni, e un’organizzazione originale, ma funzionale. Quando infatti nonna Penelope, che ha cresciuto il piccolo Nicola, muore improvvisamente mentre Anna è incinta per la seconda volta, la decisione è presto presa: Marco decide di rimanere a casa per crescere la bambina in arrivo, permettendo all’amata e ambiziosa Anna di proseguire con la sua carriera in ospedale. Il giorno in cui comincia la serie è il primo giorno di scuola di Penelope. Non è quindi più necessario che Marco stia a casa. Sceglie così di tornare al lavoro in modalità part-time per potersi occupare ugualmente di tutto. Almeno questo è quello che crede. Per lui, che cucina divinamente e che ha sempre un occhio all’orologio pronto per andare a riprendere la figlia a scuola, recuperare la posizione perduta in ufficio è difficile, in mezzo a colleghi più giovani e ambiziosi come Vittorio (Alan Cappelli) e una super capo di origini americane, Jennifer (Giorgia Wurth) che gli darà filo da torcere. E poi c’è Anna che dopo anni ha ricominciato a seguire un’importante ricerca su un particolare ceppo di retrovirus insieme ad un suo storico compagno di università, o forse è meglio dire un suo ex, Dario Ballardini (Mario Sgueglia).

FILIPPO NIGRO è MARCO PELLEGRINI

È un padre modello. Buffo, tenero ed estremamente sensibile, ha rinunciato alla sua carriera di pubblicitario per stare coi suoi due figli, Nicola e Penelope. È l’uomo di casa perfetto, tutto splende ed è in ordine quando c’è lui, che tra le altre cose prepara dei piatti succulenti per la gioia di tutta la famiglia. Alla foga professionale della moglie, Marco oppone una strenua attenzione e sensibilità nei confronti delle esigenze di tutti. All’inizio della nostra storia, però, la prospettiva di tornare a lavorare e ricostruire la sua identità individuale di uomo, oltre che di padre, metterà in crisi molte sue certezze.

GIULIA BEVILACQUA è ANNA MOSCATI

Anna è un bravo medico, una donna molto empatica e intuitiva. Ottimista, dinamica, bisognosa di stimoli e sfide sempre nuove, è anche perfezionista e ambiziosa, ma rischia di farsi divorare dal suo lavoro, dalla sua ansia di dare sempre il massimo. È innamorata di suo marito Marco e sa che senza di lui non saprebbe occuparsi dei ragazzi. Ma deve imparare a trovare la misura tra la sua ambizione e l’equilibrio di casa, altrimenti dalla sua mania di controllo rischia di sfuggire proprio quello che ama di più: la famiglia. Soprattutto adesso che Marco sta per tornare al lavoro e lei ha ricevuto un’importante offerta di crescita in ospedale, da un medico affascinante con cui ha avuto una storia in passato.

EMANUELE MACONE è NICOLA PELLEGRINI

È un ragazzo molto intelligente, forse anche troppo per i suoi sedici anni. Peccato che sia così timido e finisca per stare la maggior parte del tempo perso nei suoi pensieri, piuttosto che con i suoi coetanei. Sorprendentemente si innamora di una ragazza che è esattamente il contrario di lui: Camilla. Nicola con lei trova un’intesa senza precedenti, e quando capisce di amarla nulla può fermarlo dal suo intento di stare con lei, neanche il fatto che Camilla sia incinta. Di un altro.

GIULIA REBEGGIANI è PENELOPE PELLEGRINI

È una bambina allegra e intelligente, ha una grande intesa con il suo papà Marco, che è il suo mito e anche quello con cui passa la maggior parte del tempo, visto che la mamma, Anna, è sempre fuori per lavoro.

LA FAMIGLIA DI FATTO – I CAROFIGLIO

 

Francesco (Fabio Troiano) e Tommaso (Giulio Forges Davanzati). I due si ritrovano a doversi occupare di Stella (Alessia Manicastri), figlia della sorella di Tommaso, Carla, morta improvvisamente, con cui Tommaso aveva uno splendido rapporto. Carla, infatti, lo ha aiutato ad accettare e a far accettare anche alla madre Tina (Giuliana De Sio) la sua omosessualità.

In realtà, è Francesco, il compagno di Tommaso, ad essere pienamente immerso nella missione di crescere Stella, grazie anche a un lavoro (quello di sceneggiatore per soap opera) che gli permette di avere molto tempo libero. Per Francesco, Stella è a tutti gli effetti una figlia e sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di renderla felice, ma non sa che la vera minaccia all’equilibrio della famiglia “speciale” di Stella arriva direttamente dall’interno ed ha le sembianze di Tina, la mamma di Tommaso. Tina è  una donna che ha perso tutto (persino una figlia) e che non si ferma davanti a niente. Schietta, sicura e tagliente, è detentrice di una nemmeno tanto velata ostilità nei confronti del fidanzato del figlio.

FABIO TROIANO è FRANCESCO MOSCATI

 Autoironico, empatico e leale, Francesco è un mix di creatività e insicurezza, forse anche come reazione alla figura di Anna (Giulia Bevilacqua), la sua sorellina sempre perfetta e sicura nella sua professione medica. Francesco riversa la curiosità e l’innata inclinazione al melodramma scrivendo sceneggiature per una soap opera, mentre il suo compagno, Tommaso, si precipita dappertutto per salvare il mondo – fa il vigile del fuoco. Francesco è pienamente immerso nella missione di crescere Stella, ma fa un po’ di fatica a comunicare con Tommaso rispetto all’educazione della bambina, ma soprattutto a sopportare le ingerenze di Tina, la suocera. Pian piano Francesco imparerà a conoscere Tina e troverà in lei una valida alleata per affrontare le difficoltà che ha Tommaso nel prendersi la responsabilità di padre.

GIULIO FORGES DAVANZATI è TOMMASO CAROFIGLIO

Solido e pragmatico, silenzioso ma preciso, Tommaso è un pompiere. Ha avuto un rapporto importante con la sorella maggiore, Carla, che lo ha sempre supportato in tutte le scelte della vita. La morte improvvisa di lei lo ha gettato, così, in una prostrazione che Tommaso non ha mai davvero scavato fino in fondo. Anche perché subito dopo si è ritrovato a dover crescere la piccola Stella, la figlia di Carla, che la sorella ha espressamente affidato a lui e al suo compagno Francesco. Della coppia, Francesco è l’elemento ansioso e sempre in agitazione e Tommaso è quello deciso, solido, tranquillo, ma che nasconde una fragilità più profonda che sua madre Tina e il suo compagno faranno emergere.

ALESSIA MANICASTRI è STELLA CAROFIGLIO

Stella è una bambina apparentemente molto calma e tranquilla, ma anche introspettiva e pensierosa: dentro di sé nasconde l’irrequieta necessità di elaborare il trauma della morte della madre, avvenuta qualche anno prima. Ha un ottimo rapporto con Francesco. Al momento necessario sarà la prima a dare forza e coraggio a Tommaso e Francesco, dimostrando un carattere – per quell’età – davvero fuori dal comune.

GIULIANA DE SIO è TINA

Burbera, cinica e dissacrante, la madre di Tommaso entra senza complimenti nella vita della famiglia gay per stare con suo figlio e con sua nipote Stella, nonostante le resistenze di Francesco. Tina è una bellissima donna, molto attiva ed energica: ha vietato a Stella di chiamarla “nonna” e fa breccia nel cuore di uomini più giovani di lei. Ma dietro la sua facciata da donna iperattiva e restìa alle smancerie affettuose, Tina nasconde la paura profonda di restare da sola. Insieme a Francesco e Tommaso riuscirà a elaborare la perdita mai superata della figlia e volterà pagina ritrovando il suo ruolo all’interno di una famiglia che temeva di aver perso.

LA FAMIGLIA DEI SOGNI – I LA NEVE

Jacopo (Carmine Recano) ed Elena (Martina Stella) non sono più una coppia da quando Jacopo, giocatore di serie A e attaccante di talento, ha compromesso la sua carriera e il matrimonio con Elena, madre dei suoi figli, i pestiferi gemelli Kevin (Leonardo Morandi) e Leone (Jacopo Morandi) e la piccola Zoe.

Elena, stanca di sopportare i continui eccessi del marito, lo lascia e trova stabilità e affidabilità tra le solide braccia di Roberto (Alberto Molinari), l’impeccabile procuratore di giocatori di serie A. Lo è stato anche di Jacopo, salvo poi abbandonarlo al suo destino, nel momento del bisogno. Ma i sentimenti che legano Roberto a Elena ai bambini sono genuini. Jacopo torna in città con l’intenzione di recuperare l’amore di Elena. Mesi di lontananza gli hanno chiarito le idee: non sarà mai un campione, ma vuole diventare il compagno che Elena merita. Nonostante i buoni propositi, però, Jacopo non riesce a liberarsi dal suo passato, in bilico fra il ragazzaccio che era e l’uomo e il padre che vuole diventare. Solo una grande determinazione e l’amicizia di Chiara, la figlia di Luigi, riusciranno forse a cambiare le cose.

CARMINE RECANO è JACOPO LA NEVE      

Sguardo tagliente e sorriso sornione, Jacopo è un ex-calciatore che ha giocato in tutti i grandi campionati, famoso per il suo carattere irrequieto. Il suo debole per le donne, l’alcool e la bella vita, lo ha portato non solo sul viale del tramonto in ambito sportivo, ma ha messo in crisi il suo matrimonio con Elena.

Rimasto senza amici, senza squadra, senza tifosi, senza casa, senza contratto e senza amore, Jacopo ha dovuto fare i conti con sé stesso. All’inizio della storia, è appena tornato in città con la ferma intenzione di recuperare l’amore di Elena e diventare un buon padre per i suoi figli, Kevin, Leone e la piccola Zoe. Peccato che nel frettempo Elena si sia già rifatta una vita con il migliore amico di Jacopo, Roberto e che tirare su quelle due belve di Kevin e Leone non sia una missione proprio semplice.

MARTINA STELLA è ELENA STORTI

È il prototipo della moglie del calciatore: le tre gravidanze non hanno minimamente appesantito il suo fisico sottile e felino. Da ragazza Elena pensava di aver trovato il principe azzurro, ma la favola è durata ben poco e si è dovuta rendere conto presto di avere accanto uno scapestrato inaffidabile. La vicinanza di Roberto, manager di Jacopo, solido e responsabile, l’ha aiutata a fare chiarezza. All’inizio della storia, Elena è una donna consapevole, una madre attenta e – soprattutto – la compagna fedele di Roberto. Anche se il sorriso di Jacopo ha la capacità di rapirla, la nuova Elena distoglie lo sguardo e tira dritta: Jacopo è il padre dei suoi figli. Nient’altro. Eppure quando vede come Jacopo stia cambiando, come si stia sforzando di diventare un buon padre, le sorge il dubbio che forse potrebbe essere ancora lui l’uomo della sua vita.

LEONARDO E JACOPO MORANDI – Kevin e Leone La Neve

I due gemelli, con lo stesso sguardo vispo di papà, sono due pesti con una prepotente inclinazione al disastro. Temerari e sprezzanti del pericolo proprio come il padre, sfidano la resistenza di cose, luoghi e persone. Difficile sentirli piangere a meno che non sia una tattica per ottenere qualcosa. Sono attaccati a Elena in modo quasi ossessivo, ma adorano stare con Jacopo perché possono divertirsi senza freni.

PRIMA PUNTATA

È il primo giorno di scuola elementare e ognuna delle famiglie si prepara ad affrontarlo in maniera diversa. A casa Cordaro, tocca a Luigi (Emilio Solfrizzi) accompagnare Caterina a scuola: Gemma (Valentina Carnelutti), che di solito si occupa di tutto, è infatti costretta in ospedale per un doppio turno. Della situazione ne approfitta subito Chiara (Margerita Vicario), la figlia venticinquenne di Luigi, avuta dalla prima moglie, che non vede l’ora di prendere le redini della ditta edile in cui lavora con il padre.  A casa Pellegrini, la situazione è diversa, la fibrillazione è più alta perché oltre ad essere il primo giorno di scuola di Penelope (Giulia Rebeggiani) e anche il primo giorno di lavoro di Marco (Filippo Nigro). Questa scelta incute in Anna (Giulia Bevilaqua) molta ansia.

La stessa ansia appartiene a Francesco (Fabio Troiano), il fratello di Anna, che sta tirando su, assieme al suo compagno Tommaso (Giulio Forges Davanzati), la piccola Stella (Alessia Manicastri), figlia della sorella di Tommaso, deceduta qualche anno prima. Francesco è apprensivo e premuroso con la bambina, ed è lui di fatto che si occupa di tutto e non si perderebbe per nulla al mondo il primo giorno di scuola di Stella, a differenza di Tommaso, che pur essendo lo zio e il tutore legale della bambina è più defilato rispetto alle scelte che riguardano la nipote.

Se vogliamo parlare di personaggi che si defilano, sicuramente Jacopo (Carmine Recano), donnaiolo e inaffidabile, è uno di questi. Tornato a Roma dopo essere stato cacciato dall’ennesima squadra , Jacopo, ex-calciatore di successo, è convinto che basterà suonare al campanello della sua ex Elena (Martina Stella), per riconquistare lei e i suoi tre figli – la piccola Zoe di un anno e i gemelli Kevin (Leonardo Morandi) e Leone (Jacopo Morandi) di sei.

E così, il primo giorno di scuola sono proprio i papà ad accompagnare i figli a scuola e viene subito sfiorato il disastro: i bambini si impossessano dello scuolabus e, togliendo il freno, si allontanano tra il panico generale. Luigi deve fare i conti con l’esasperazione di Gemma a cui fa pesare che lui non sia portato per stare con la bambina; Marco con l’ansia di Anna che si preoccupa per l’accaduto; Francesco con il pericolo che la scelta di una scuola troppo all’avanguardia non sia quella giusta e Jacopo con il timore che la sua ex possa definirlo ancora una volta inaffidabile.  È in questo primo giorno di scuola un po’ turbolento che nasce l’amicizia di questi quattro padri così diversi tra loro e che le storie delle nostre quattro famiglie si intrecciano.

Intanto Nicola sta provando a farsi pagare gli arretrati di un lavoretto estivo e per caso incontra Camilla, che col suo fare sfrontato e ironico e la sua bellezza semplice lo colpisce subito. Non potrebbero essere più diversi: lui è riflessivo e intellettuale, lei irruenta e selvatica, eppure Nicola ne rimane subito affascinato.

Anna, sempre in ansia per questa giornata così speciale, incontra in ospedale un ex fidanzato, l’affascinante Dario (Mario Sgueglia), virologo di fama internazionale, che le propone di tornare a

fare ricerca. Dopo anni passati in pronto soccorso per Anna è l’occasione professionale della vita.

Quando Jacopo riporta a casa i gemelli e scopre che Roberto (Alberto Molinari), il suo procuratore e il padrino di Kevin e Leone, adesso ha una relazione con Elena e si sta trasferendo da lei, non riesce a contenere la sua rabbia.

Camilla (Benedetta Gargari) è in difficoltà: lei e il suo Emanuele (Gabriele Anagni) non ce la fanno a pagare l’affitto e l’unica strada sembra chiedere un aiuto al padre Luigi. Il quale, però, se non ha problemi a dare un po’ di soldi alla figlia, ha sicuramente qualche problema a parlarci: il dialogo tra lui e Camilla è ridotto praticamente a zero, per non parlare dell’incontro/scontro tra Camilla e Gemma. La donna prova a essere comprensiva, ma la ragazza non vuole sentirla. Tanto è vero che finisce per rifiutare i soldi di Luigi, pur di non confidargli a cosa le serva il denaro.

Del resto, per i soldi c’è Nicola, che dopo aver recuperato gli arretrati del suo lavoretto estivo decide di regalare mille euro a Camilla, salvo poi scoprire, sconcertato, che lei ha un ragazzo e che aspetta anche un bambino da lui. Nel frattempo Jacopo, seguendo i consigli di Luigi  tenta di dimostrarsi un buon padre, per riavvicinarsi alla donna che ha perso. Ma Roberto non ha intenzione di farsi da parte facilmente.

Anche Marco si rivolge a Luigi: da quando Anna gli ha proposto di rinunciare al lavoro per occuparsi della casa, e lei è tutta presa dalla sua ricerca con Dario, Marco si sente sminuito come uomo. Luigi gli consiglia di ritrovare la sua virilità, cominciando col riprendersi il lavoro.

A casa di Francesco, invece, la situazione si è fatta esplosiva. Con un’entrata in scena teatrale, Tina (Giuliana De Sio), la bellissima ed energica madre di Tommaso, è piombata da loro e Francesco prova ogni stratagemma per liberarsi di lei.

LA MUSICA

Come nella migliore tradizione dei prodotti targati Publispei, la musica gioca un ruolo da protagonista anche in Amore pensaci tu.

12 pezzi originali sono stati composti e arrangiati ad hoc per la serie e arricchiscono il racconto non solo come un tema di accompagnamento, ma irrompono nelle scene con tutta la forza del testo e della voce che li interpreta.

In un montaggio musicale che guarda a modelli seriali internazionali, le canzoni composte per la serie hanno uno spazio di racconto per essere ascoltate nella potenza dei loro testi accompagnando i momenti più intesi, più divertenti o più drammatici del racconto.

Le canzoni originali sono nate dal fortunato incontro fra l’arte riconosciuta a livello internazionale di un compositore affermato come Andrea Guerra e il talento di alcuni giovani artisti. Per questa nuova fiction, Andrea Guerra ha firmato il commento musicale dando vita a undici delle dodici canzoni inedite insieme a Michele Von Buren, autrice dei testi. I brani sono affidati all’interpretazione di Andrea Orchi, Randy Roberts, Eugenio Dubla, Alessandra Salerno e Izzie Yardley, le cui voci peculiari hanno valorizzato tutti i generi musicali di volta in volta interessati: un blues ritmato, un rock energico, un indie pop malinconico.

Andrea Guerra è da anni tra i più apprezzati autori italiani di soundtrack cinematografiche e televisive e ha all’attivo collaborazioni con registi quali Ferzan Ozpetek, Roberto Faenza, Giuseppe Bertolucci, Gabriele Muccino, Rob Marshall e molti altri.  Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti come il David di Donatello per la colonna sonora del film La finestra di fronte e il Nastro d’Argento per le canzoni Gocce di Memoria di Giorgia (2003, da La finestra di fronte) e Love is requited di Elisa (2012, da Un giorno questo dolore ti sarà utile), scritta proprio insieme a Michele Von Buren.

Differenti tra loro i percorsi artistici dei cinque interpreti. Andrea Orchi e Alessandra Salerno si sono fatti notare nell’ambito del talent show The Voice. Eugenio Dubla è un polistrumentista e fonico che da diversi anni collabora con Andrea Guerra. Randy Roberts, figlio del cantante Rocky Roberts, ha preso parte a diversi progetti musicali lavorando con artisti come Craig David, Phil Collins, Mike Francis, Irene Grandi, Raf, Bianca Atzei, Corona. Izzie Yardley è una cantante londinese che ha prestato la voce per la sigla della serie tv From Darkness prodotta dalla BBC.

Ad aprire ogni episodio di Amore pensaci tu sono invece le note della coinvolgente Before I fall down, composta da Federico Novelli e Clemente Ferrari.

I brani: Better to stay – Randy Roberts, Done with my troubles – Randy Roberts, Fading day by day – Andrea Orchi, I am come – Izzie Yardley, It’s got me sleepless – Randy Roberts, Now the sunshine’s here – Eugenio Dubla, Step into my cage – Randy Roberts, Sure I know – Alessandra Salerno, Sure I know –  Izzie Yardley, To dream, to contemplate – Izzie Yardley, Touched by the  wind – Izzie Yardley, Wait – Andrea Orchi, fanno parte della colonna sonora di Amore pensaci tu, edita da Bixio C.e.m.s.a. e distribuita prossimamente sulle principali piattaforme digitali.