“Dio perdona con una carezza” di Papa Francesco

Dio perdona con una carezza
Dio perdona con una carezza

DIO PERDONA CON UNA CAREZZA
Il dizionario di Papa Francesco
Don Antonio Mazzi

DATI TECNICI
pp. 208
€ 13,00

Papa Bergoglio sta cambiando la Chiesa e il mondo con le sue parole. Don Mazzi raccoglie le più importanti e le commenta, naturalmente a modo suo.

«Quattro anni di Bergoglio basterebbero per cambiare le cose.» Così, nel marzo 2013, un anonimo cardinale confidava a un amico giornalista le sue speranze per l’imminente conclave.
Ora, a quattro anni di distanza, le parole di quel cardinale suonano più che mai profetiche. Dall’elezione al soglio pontificio, Bergoglio, Papa rivoluzionario, sta cambiando il volto della Chiesa. Una rivoluzione fatta di parole spiazzanti e controcorrente che spesso hanno fatto storcere il naso ai cosiddetti “benpensanti” e alle alte sfere ecclesiali, ma che hanno conquistato fedeli e non fedeli di tutto il mondo.
E se di rivoluzionario si tratta, chi meglio di don Antonio Mazzi, da sempre “prete contro”, può farsi portavoce di questo gesuita “venuto dalla fine del mondo”, schierato dalla parte dei diseredati?
Così, come ha già fatto ne Le parole di Papa Francesco che stanno cambiando il mondo, don Antonio ha messo uno accanto all’altro i discorsi del pontefice, e ne ha ricavato un nuovo dizionario – dalla A di allattamento alla V di visita a Milano, passando per voci importanti come famiglia, divorzio, figli – per raccontare insieme la visione dell’Uomo e della società d’oggi.
Un linguaggio, quello di Francesco, che ha rimesso al centro della vita del cristiano gli esclusi, anche peccatori e non credenti. Come al centro della vita di don Mazzi, paladino degli emarginati, c’è sempre stata la difesa degli ultimi.
Discorsi a braccio, dal profondo del cuore, quelli del Papa e quelli di don Mazzi, come due padri che parlano ai figli, due pastori che parlano ai fedeli. Due voci per l’annuncio del Vangelo di Cristo.

L’AUTORE
Don Antonio Mazzi (Verona, 1929) viene ordinato a Ferrara sacerdote nella Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza. Già da subito approfondisce gli studi di pedagogia e psicologia dell’età evolutiva e della disabilità frequentando corsi di specializzazione in Italia e all’estero. Negli anni ha ricevuto tre lauree ad honorem in pedagogia. Dal 1955 al 1984 è stato responsabile di diverse iniziative di assistenza e formazione per giovani con problemi, in collaborazione con istituzioni pubbliche e università. Nel 1989 gli viene assegnata la Cascina Molino Torrette all’interno del Parco Lambro di Milano, che diventa la sede del Progetto Exodus e dove tuttora abita, partecipando così in modo diretto all’attività della Fondazione. È giornalista professionista e autore di numerosi libri, tra cui: Le beatitudini del marciapiede (Monti, 2011), Il mondo e l’infradito, Come aiutare un figlio dopo averlo rovinato (entrambi Edizioni San Paolo, 2011), Dio, mio amante (Cittadella Editrice, 2010), Educatori senza frontiere, diari di esperienze erranti (Centro Studi Erickson, 2013), Non mollare. Consigli per affrontare la vita (Mondadori, 2014). Con Cairo ha pubblicato È severamente proibito fare figli, Lettere a Cristo Bambino (2014) e Le parole di Papa Francesco che stanno cambiando il mondo (2015).

In libreria: Tex Painted Desert e Nick Raider

Tex Painted Desert
Tex Painted Desert

Arrivano sugli scaffali a maggio per Sergio Bonelli Editore due nuovi imperdibili volumi dedicati a Tex e a Nick Raider.

Si parte con TEX PAINTED, che arriva in libreria dopo il successo dei primi due volumi della nuova serie di albi cartonati “alla francese”, L’eroe e la leggenda e Frontera. In questo libro troveremo lo sceriffo Scott Nelson abbandonato più morto che vivo nel Deserto Dipinto, tra i corpi dei suoi vice, uccisi dai fuorilegge di Earl Crane, rapitore di sua moglie Debra.

Per sua fortuna, sulle tracce dei banditi ci sono anche Tex e Tiger, diretti verso il sinistro pueblo di Sombra Verde con i suoi inquietanti segreti… Soggetto e sceneggiatura sono firmati di Mauro Boselli mentre i disegni sono opera di Angelo Stano.

Corse all’impazzata tra caroselli di macchine, fughe e inseguimenti sulle scale antincendio, quartieri malfamati ed edifici fatiscenti, incalliti malviventi e criminali, per caso fanno invece da sfondo alle indagini di Nick Raider, in una serie poliziesca dalle atmosfere crude e realistiche.

Dopo la raccolta dello scorso anno, con NICK RAIDER. NUOVI CASI PER LA SQUADRA OMICIDI ritorna in libreria e in fumetteria quella che è stata la prima serie poliziesca della Sergio Bonelli Editore, un “procedural” classico, di ambientazione urbana e dalle atmosfere crude e realistiche.

Nelle cinque indagini raccolte in questo volume, Nick Raider si ritroverà addirittura in un letto di ospedale tra la vita e la morte, accusato di aver ucciso una collega sotto copertura, con cui in passato aveva avuto una storia d’amore. Per riabilitarlo si daranno da fare tutti gli agenti della squadra omicidi del Distretto Centrale di Manhattan.

Claudio Nizzi, l’ideatore del personaggio, firma le sceneggiature di tutte e cinque le storie, affiancato da disegnatori come Ivo Milazzo, Aldo Capitanio, Bruno Ramella e Goran Parlov.

“Coincidenze d’amore” di Susanna Schimperna

Coincidenze d'amore
Coincidenze d’amore

COINCIDENZE D’AMORE
Quando un incontro può cambiare una vita
Susanna Schimperna

DATI TECNICI
pp. 192
€ 14,00

Romantico, scandaloso, folle, morboso, crudele, prepotente, tenero: i protagonisti di queste fulminanti biografie sentimentali incontrano una di queste infinite, possibili sfumature dell’amore. Ed è in quel momento che la loro esistenza cambia per sempre. Per amore, solo per amore.

Se William non avesse incontrato Catherine, lei sarebbe rimasta analfabeta e lui sarebbe diventato pazzo. Se Gore, fiero e sprezzante come un imperatore romano, non avesse conosciuto e subito perso Jimmy, non sarebbe stato il protagonista di una biografia sessuale tra le più scandalose del Novecento. Se Anthony non fosse stato turbato dalla propria omosessualità, non avrebbe mai citato al suo analista quella modella di Vogue, che di lì a poco sarebbe diventata sua moglie. Se D.H. non si fosse innamorato di Frieda non avrebbe scritto il romanzo più censurato di sempre, e lei non sarebbe diventata il simbolo della moglie fedifraga.
Il bandito, il principe, l’anarchico, il poeta, la giornalista, l’intellettuale, il filosofo, la musicista, l’alpinista, il corridore, l’attore, il regista, il romanziere, il presidente. In queste pagine sono tanti i personaggi raccontati: vite straordinarie fotografate nel momento in cui la sorte, il caso, il disegno divino o chissà cos’altro, ha messo sul loro cammino l’Amore. Ciò che conta è il concatenarsi degli avvenimenti, il gioco magico degli incastri che sembra uscito dalla fantasia di un romanziere. Romantici o scettici, sentimentali o razionali, vi ritroverete comunque a condividere i patemi, le motivazioni, le speranze del cuore, a spiare da una posizione di privilegio le carte del destino. A leggere un grande romanzo d’amore.

L’AUTRICE
Susanna Schimperna è giornalista, scrittrice, autrice e conduttrice di programmi radiotelevisivi. Tra i suoi libri, Castità, Feet, Le amicizie amorose, Abbandonati e contenti, Perché gli uomini mentono, Cattivi pensieri e Il mio Volo Magico con Claudio Rocchi. Con l’editore Cairo ha pubblicato Piccolo dizionario dell’Eros e Eterne adolescenti.

“Hotel Flora” di Gianluca Veltri

Gianluca Veltri
Gianluca Veltri

Mercoledì 10 maggio ore 18.45

presso Libreria Open – Viale Monte Nero, 6 20135 Milano

Anna Di Cagno presenta il nuovo libro di Gianluca Veltri HOTEL FLORA

La lettura sarà accompagnata da videoproiezioni di una serie di scatti del fotografo

Gioacchino Parolari che ritraggono Milano negli stessi luoghi nei quali sono

ambientate le storie presenti nel libro.

96 pagine

Prezzo di copertina: euro 9,90

Morellini editore (info@morellinieditore.it)

Milano e le sue contraddizioni; Milano e il suo fascino; Milano e i suoi abitanti con i sogni nel

cassetto.

Il capoluogo lombardo è protagonista di "Hotel Flora" di Gianluca Veltri, cinque storie

affascinanti, cinque protagonisti che si muovono, corrono a tutta velocità, si nascondono e si

perdono per le vie, i vicoli e le piazze cittadine, nei suoi ristoranti, nei suoi casermoni di periferia e

nei suoi squallidi hotel pieni di segreti e verità.

E non poteva essere che un milanese doc, Michele Mozzati (o "Gino&Michele" con Luigi Vignali), a

firmare la prefazione del libro, a ritrovare nei testi di Veltri quel sapore agro-dolce che connota la

città, in bilico tra le certezze del passato e le sfide del presente.

"Arrivi e partenze", "Eugenio Pecchi", "Hotel Flora", "Inseguendo il vento" e "Klara" raccolgono

tra le righe cinque diverse storie che svelano le molteplici sfaccettature dell'animo umano

all'ombra della Madonnina.

Lo sa bene il diavolo che cosa si cela nell’animo umano, quanto in basso possono arrivare gli esseri

umani pur di ottenere quello che vogliono. Lo sa anche Eugenio Pecchi, che la vita l’ha attraversata

a denti stretti, in sella alla sua Legnano da corsa, e ne ha imparato il vero valore tra le sferzate del

vento. È lo stesso vento che gonfia la vela del windsurf di Giovanni e Cristiano, che si incontrano

sfidando insieme il mare e insieme perdono la rotta tra le correnti della malavita, scoprendo che

quello che conta davvero è inaffondabile. Lo sa anche il barista dell’Hotel Flora, che di anime perse

e confuse ne ha viste passare a centinaia e di storie da raccontare ne ha tante: ormai i suoi glaciali

occhi azzurri capiscono cosa si cela nel cuore di un uomo con un solo sguardo e un buon cocktail

ben miscelato. Klara invece non lo sa ancora, è pronta ad alzare la testa e a ribellarsi alla donna

senza autostima che è diventata, per sentire di nuovo che la sua vita è tutt’altro che persa e che è

di nuovo tempo di sorridere.

Gianluca Veltri è nato a Milano dove tuttora vive. E’ titolare di Anadema Haircut, prestigioso

indirizzo  dedicato al binomio arte e capelli. Da oltre quindici anni organizza eventi culturali  nel

capoluogo meneghino. Ha pubblicato una raccolta di racconti, "Amore e altri scarabocchi "(Kipple

2007), i romanzi "L’odore dell’asfalto" (Nobeer, 2011),  "La dimora del Santo" (Happy Hour, 2013 e

allegato nel gennaio 2014 al quotidiano "Il Sole 24"),  "Mi ricordo il tuo profumo" (Piemme

Mondadori e-book, 2014), e la riedizione de "L’odore dell’asfalto" (Piemme Mondadori e-book,

2014). Ha partecipato con diversi racconti a numerose antologie, suoi racconti sono contenuti

nelle antologie “Delitti d’acqua dolce” (Lampi di stampa) e "Delitti di Lago" e "Nuovi Delitti di lago"

(Morellini Editore). Collabora con alcune riviste di Style e Fashion a distribuzione internazionale.

“Il mistero delle antiche rotte”, di Elena Torre

Elena Torre
Elena Torre

IL MISTERO DELLE ANTICHE ROTTE
Elena Torre
Dopo “Il segreto dei custodi della fede”, un nuovo thriller che vi terrà sospesi tra un passato denso di misteri e un futuro che intende varcare i limiti dell’umano.

Pisa. Durante i lavori in uno scalo ferroviario, dove un tempo sorgeva l’antico porto della città, nella stiva di un relitto romano viene alla luce una nave di origine egizia dedicata a Iside. Una nave all’interno di un’altra nave. Una scoperta sensazionale che potrebbe cambiare l’interpretazione del legame tra il culto isiaco e Roma imperiale.
Per valutare l’eccezionale ritrovamento, l’ateneo pisano convoca John Cartridge, archeologo di fama mondiale, che si trova già in Toscana in procinto di salpare per una crociera nel Mediterraneo con un gruppo di amici.
Quella che doveva essere una spensierata vacanza si trasforma così in una caccia al tesoro con giocatori sparsi in giro per il mondo. Perché Cartridge non può certo tirarsi indietro, e da solo non può arrivare a interpretare tutte le incognite che riguardano il più importante evento archeologico degli ultimi tempi. Sarà fondamentale l’aiuto dei suoi compagni del mancato viaggio: il chirurgo Hans Müller, il giovane archeologo Alessandro Bertolucci, l’avvocato Rebecca De Roberto e, soprattutto, l’antropologa Michelle Valmont, esperta di simbologia arcana.
Ma qualcun altro ha messo gli occhi sulla misteriosa nave di Iside: Erik Rein, capo di una setta segreta, vuole impossessarsene a ogni costo per portare a termine il suo piano tanto folle quanto raccapricciante, che coinvolge il sangue del suo sangue.
Dopo Il segreto dei custodi della fede, un’altra storia ad alta tensione per gli appassionati del thriller archeologico: macabri oggetti di culto, rituali esoterici, iniziazioni, amuleti e amori proibiti scandiscono una corsa contro il tempo in cui il destino dei suoi protagonisti cambierà per sempre.

L’AUTRICE
Elena Torre nasce nel 1973 a Viareggio. Scrittrice e giornalista, pubblica il suo primo romanzo Decima personale di Julie Valmont nel 2005. Autrice prolifica ed eclettica si muove con passione ed entusiasmo tra il teatro e la letteratura, toccando i generi più diversi: racconti, saggi, gialli, favole e storie per bambini, testi teatrali. Nel 2008 esce Giorgio Gaber. L’ultimo sileno, nel 2014 Un bambino a Bloomsbury, appassionato omaggio a Virginia Woolf e nel 2015 Il segreto dei custodi della fede (Cairo).