“Gregory Hunter. I padroni della Galassia” e “Mister No. Yanoama” in libreria

Gregory Hunter
Gregory Hunter

È tempo di viaggiare! Per questo l’estate in libreria di Sergio Bonelli Editore propone due viaggi in terre di confine. Per gli appassionati di fantascienza saranno i limiti più estremi dell’Universo ad essere esplorati con GREGORY HUNTER. I PADRONI DELLA GALASSIA; per i lettori più avventurosi le terre da attraversare saranno invece quelle della foresta amazzonica di MISTER NO. YANOAMA.

L’avventura d’esordio di Gregory Hunter, la serie di fantascienza ideata da Antonio Serra, uno dei creatori di Nathan Never, ed illustrata da Elena Pianta, arriva infatti sugli scaffali per la prima volta a colori e ci trasporta in un universo dove l’uomo ha raggiunto i confini più estremi della galassia. Qui il compito di mantenere la pace e la giustizia spetta ai Ranger dello Spazio.

Il terrestre Gregory Hunter è uno di loro. Ex pirata e cacciatore di taglie, viaggia nello spazio profondo, dove ogni cosa può accadere, in compagnia del simpatico dongiovanni tallariano Badger. Incaricati di catturare un pericoloso ladro interplanetario, i due si ritroveranno in un luogo sperduto lontanissimo dalla Terra, dove scopriranno la segreta ragione della scomparsa di un antico impero galattico!

Mirabolante avventura del Ranger dello Spazio, GREGORY HUNTER. I PADRONI DELLA GALASSIA comprende un ricco apparato EXTRA a cura di Antonio Serra che svela ai lettori come sono nati Gregory Hunter, lo scimmiesco Badger e la gigantessa albina Sandrach.

Negli anni, invece, Mister No, pilota nord-americano, ribelle e scavezzacollo, ha imparato ad apprezzare la natura selvaggia dell’Amazzonia e a difenderla dagli speculatori, battendosi per i diritti delle tribù indios, come gli Yanoama, protagonisti delle avventure raccolte nel volume MISTER NO. YANOAMA.

E proprio contro un villaggio di Yanoama si scatena un attacco che porta al rapimento di 11 donne della tribù. Quattro di loro, le più giovani e carine, vengono cedute a due uomini bianchi che vogliono farle prostituire. Mister No, insieme con Esse-Esse e al giovane indio marito di una delle donne, si mette in marcia per liberarle, infiltrandosi nel complesso turistico in costruzione dove vengono tenute prigioniere.

Il libro è arricchito dalla prefazione di Luca Barbieri che approfondisce il tema del Far West amazzonico che fa da magnifico scenario al celebre personaggio ideato da Guido Nolitta.

 

 

 

 

 

“Pensione Maria”, il nuovo libro di Guido Bagatta

Copertina libro di Bagatta
Copertina libro di Bagatta

E’ in libreria il nuovo romanzo di Guido Bagatta, “Pensione Maria” (Cairo). Un libro che fotografa con divertente crudeltà gli anni della crisi, e come la gente sia costretta a reinventarsi per andare avanti.

Certe volte dev’essere proprio il destino che si accanisce. Il Celestino e la Piera sono sposati da trent’anni, hanno lavorato tutta la vita come muli e adesso, che dovrebbero godersi il meritato riposo nella loro cascinetta di Alzano Lombardone, la legge della ministra piangente con la complicità di una banca sanguisuga li ha ridotti sul lastrico. Meno male che Pio ed Emilia, i due amatissimi figli, sono sistemati… o almeno così credono mamma e papà.

Dopo un’esistenza da formichine, dunque, la coppia – pensionato mancato uno, pensionata forzata l’altra – deve reinventarsi un modo per sbarcare il lunario. Sono due brave persone, il Cele e la Piera, è fuor di dubbio, ma quando un giorno lei accetta un lavoro di pulizie nel carcere di Opera, tutto cambia.

Comincia così l’epopea dei coniugi Aiello, delinquenti per caso, che applicano la serietà di un’intera vita lavorativa alla coltivazione e allo smercio della marijuana. Affidabili e puntuali, i due vecchietti si costruiscono una vasta clientela nella florida piazza di spaccio milanese in barba alla malavita vera, offrendo un prodotto unico, a chilometro zero e con l’inconfondibile sapore delle cose fatte in casa. E finalmente i soldi arrivano, anzi scorrono a fiumi. Ma forse l’avventura criminale degli Aiello, come tutte le cose, è destinata a non durare in eterno…

L’AUTORE

Guido Bagatta, milanese, è giornalista e presentatore televisivo e radiofonico. Voce e volto storico dello sport americano in tv, ha esordito nella scrittura con il bestseller La mia vita bassa. Poi ha pubblicato La mia nuova vita bassa, In viaggio con i Jonas Brothers, L’amore è servito. Nel 2016 con Cairo è uscito 72 ore.

La legge del contrappasso

La legge del contrappasso
La legge del contrappasso

Sergio Bonelli Editore
presenta

MERCURIO LOI
LA LEGGE DEL CONTRAPPASSO

In occasione dell’uscita del secondo volume della nuova serie Bonelli, Alessandro Bilotta, in compagnia di Giampiero Casertano, presenta Mercurio Loi al Mondadori Megastore di via Marghera a Milano, martedì 20 giugno alle ore 18.30

Dopo la calda accoglienza riservata dai lettori al primo volume della nuova serie Bonelli, arriva in edicola e in fumetteria il secondo numero di Mercurio Loi di Alessandro Bilotta.

Siamo sempre nella Roma papale del XIX secolo, durante la prima notte di carnevale. E il Contrappasso è pronto ad agire per imporre la sua legge… toccherà a Mercurio Loi, “storico perdigiorno” armato di mantello, ingegno e bastone da passeggio a fermare il criminale e svelare il mistero che si cela dietro la sua maschera. In una storia che è anche riflessione sull’identità, l’amore, il desiderio di giustizia.

La Legge del Contrappasso, secondo episodio di Mercurio Loi in edicola dal 22 giugno, verrà presentato in anteprima dal suo creatore Alessandro Bilotta e dal disegnatore del Giampiero Casertano, martedì 20 giugno alle ore 18.30 al Mondadori Megastore di Via Marghera 28 a Milano.

Mercurio Loi è nato due anni fa tra le pagine delle Storie, grazie alla penna dello scrittore romano Alessandro Bilotta. Ma quel numero solo gli stava troppo stretto e per il suo autore è stato inevitabile seguire il professore per altre avventure, a passeggio tra le nuove pagine che andava via via a visitare. Un po’ Sherlock Holmes, un po’ Dr House, Mercurio Loi è un gentiluomo brillante e ironico, un dandy che percorre senza meta precisa le vie della città eterna come un flâneur ante litteram, per dirla con Baudelaire. È un osservatore attento, il professor Loi, e con la sua irrefrenabile curiosità finisce costantemente per essere coinvolto in vicende misteriose, macchinazioni diaboliche, società segrete e persino… fantasmi.

“Ali Reza Arabnia – Storia e valori di un imprenditore”

Arabnia
Arabnia

I casi da manuale studiati nelle business school hanno di solito in comune gli stessi elementi: i profitti raggiunti dalle aziende analizzate, il successo imprenditoriale di chi le ha fondate, il valore generato per gli azionisti. Ci sono però anche storie aziendali diverse, in cui al successo si arriva attraverso i valori, la responsabilità e l’attenzione verso le persone.

Ed è a una di queste storie che ISVI – Istituto per i Valori d’Impresa e Inaz, con la sua collana editoriale Piccola Biblioteca d’Impresa, dedicano il loro ultimo progetto: un filmato e un libro intitolati Ali Reza Arabnia – Storia e valori di un imprenditore.

Dedicati al caso di Geico Taikisha, società del Gruppo Gecofin specializzata negli impianti di verniciatura per il settore automotive, e al suo amministratore delegato Ali Reza Arabnia che ha compiuto un piccolo miracolo: portare Geico dalle difficoltà economiche a una ritrovata competitività sui mercati internazionali, grazie a scelte controcorrente fondate sui valori, sull’attenzione alle persone e sulla responsabilità sociale.

«Arabnia ha preso le redini di Geico in un momento di crisi economica e finanziaria e compiendovi una piccola rivoluzione – spiega Linda Gilli, presidente di ISVI e A.D. di Inaz-. La sua idea di management ha saputo coniugare il lato razionale e quello emotivo del cervello umano, l’efficienza aziendale e la soddisfazione e la motivazione dei collaboratori. Ha portato avanti assieme innovazione tecnologica e innovazione culturale, fondando l’operato di Geico su valori di rispetto, correttezza e accoglienza. E ha avuto ragione».

Con i suoi risultati, infatti, oggi Geico è un esempio per le piccole-medie imprese italiane, perché ha successo in un settore globale, concentrato e fortemente competitivo. Prosegue Gilli: «ISVI, che da sempre ha come mission la promozione di un’imprenditoria responsabile, ha voluto fortemente un video e una pubblicazione sulla storia di Ali Reza Arabnia, per dimostrare che è sui valori e sulla centralità delle persone che si fonda il successo dell’impresa».

Nel libro della Piccola Biblioteca d’Impresa Inaz Alessandro Zattoni racconta la storia di Ali Reza Arabnia, dalle prime esperienze professionali che ne mettono in luce le doti di imprenditore e leader, fino all’acquisizione – portata avanti assieme alla moglie Laura – e alla gestione di Geico. Il libro è corredato da un filmato intervista ad Ali Reza Arabnia, della durata di 53′, con la regia di Marco Manzoni e un dialogo con l’economista d’impresa Marco Vitale

“Dio perdona con una carezza” di Papa Francesco

Dio perdona con una carezza
Dio perdona con una carezza

DIO PERDONA CON UNA CAREZZA
Il dizionario di Papa Francesco
Don Antonio Mazzi

DATI TECNICI
pp. 208
€ 13,00

Papa Bergoglio sta cambiando la Chiesa e il mondo con le sue parole. Don Mazzi raccoglie le più importanti e le commenta, naturalmente a modo suo.

«Quattro anni di Bergoglio basterebbero per cambiare le cose.» Così, nel marzo 2013, un anonimo cardinale confidava a un amico giornalista le sue speranze per l’imminente conclave.
Ora, a quattro anni di distanza, le parole di quel cardinale suonano più che mai profetiche. Dall’elezione al soglio pontificio, Bergoglio, Papa rivoluzionario, sta cambiando il volto della Chiesa. Una rivoluzione fatta di parole spiazzanti e controcorrente che spesso hanno fatto storcere il naso ai cosiddetti “benpensanti” e alle alte sfere ecclesiali, ma che hanno conquistato fedeli e non fedeli di tutto il mondo.
E se di rivoluzionario si tratta, chi meglio di don Antonio Mazzi, da sempre “prete contro”, può farsi portavoce di questo gesuita “venuto dalla fine del mondo”, schierato dalla parte dei diseredati?
Così, come ha già fatto ne Le parole di Papa Francesco che stanno cambiando il mondo, don Antonio ha messo uno accanto all’altro i discorsi del pontefice, e ne ha ricavato un nuovo dizionario – dalla A di allattamento alla V di visita a Milano, passando per voci importanti come famiglia, divorzio, figli – per raccontare insieme la visione dell’Uomo e della società d’oggi.
Un linguaggio, quello di Francesco, che ha rimesso al centro della vita del cristiano gli esclusi, anche peccatori e non credenti. Come al centro della vita di don Mazzi, paladino degli emarginati, c’è sempre stata la difesa degli ultimi.
Discorsi a braccio, dal profondo del cuore, quelli del Papa e quelli di don Mazzi, come due padri che parlano ai figli, due pastori che parlano ai fedeli. Due voci per l’annuncio del Vangelo di Cristo.

L’AUTORE
Don Antonio Mazzi (Verona, 1929) viene ordinato a Ferrara sacerdote nella Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza. Già da subito approfondisce gli studi di pedagogia e psicologia dell’età evolutiva e della disabilità frequentando corsi di specializzazione in Italia e all’estero. Negli anni ha ricevuto tre lauree ad honorem in pedagogia. Dal 1955 al 1984 è stato responsabile di diverse iniziative di assistenza e formazione per giovani con problemi, in collaborazione con istituzioni pubbliche e università. Nel 1989 gli viene assegnata la Cascina Molino Torrette all’interno del Parco Lambro di Milano, che diventa la sede del Progetto Exodus e dove tuttora abita, partecipando così in modo diretto all’attività della Fondazione. È giornalista professionista e autore di numerosi libri, tra cui: Le beatitudini del marciapiede (Monti, 2011), Il mondo e l’infradito, Come aiutare un figlio dopo averlo rovinato (entrambi Edizioni San Paolo, 2011), Dio, mio amante (Cittadella Editrice, 2010), Educatori senza frontiere, diari di esperienze erranti (Centro Studi Erickson, 2013), Non mollare. Consigli per affrontare la vita (Mondadori, 2014). Con Cairo ha pubblicato È severamente proibito fare figli, Lettere a Cristo Bambino (2014) e Le parole di Papa Francesco che stanno cambiando il mondo (2015).