Massimo Ranieri – Sogno e son desto..in viaggio

Massimo Ranieri
Massimo Ranieri

Ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri

A Milano il 19, 21 e 22 Ottobre

Un titolo giocoso e provocatorio, un inno alla vita, all’amore e alla speranza. Torna in una nuova edizione dopo il grande successo delle prime serate su Raiuno, lo spettacolo di Massimo Ranieri, ideato e scritto con Gualtiero Peirce. Sogno e son desto … in viaggio è in scena al Teatro Nuovo di Milano il 19, 21 e 22 ottobre.

Continua così il viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente attraverso grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro. I protagonisti, ancora una volta, non saranno i vincitori o le imprese degli eroi, ma i sognatori e la vita di tutti noi. Nel duplice ruolo di attore e cantante,
Ranieri porterà in scena il teatro umoristico e le più celebri canzoni napoletane. E naturalmente non mancheranno, accanto ai suoi successi, novità musicali e sorprese teatrali, proposte con la formula che nelle precedenti edizioni ha già conquistato le platee di tutta Italia.
In scena la musica dal vivo con l’orchestra formata da: Max Rosati(chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (fiati), Stefano Indino (fisarmonica).

Sogno e son desto… in viaggio
con Massimo Ranieri
ideato da Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri
Orchestra formata da: Max Rosati(chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (fiati), Stefano Indino (fisarmonica).
Light designer: Maurizio Fabretti.
Teatro Nuovo di Milano
piazza San Babila
19, 21 ottobre ore 20.45
22 ottobre ore 15.30
per info e prenotazioni tel. 02.794026
www.teatronuovo.it

Halloween al Bim Bum Bam

Halloween al Bim Bum Bam
Halloween al Bim Bum Bam

Martedì 31 ottobre dalle 19.30 alle 23.30

Bim Bum Bam è un parco giochi al coperto

Giro pizza 13€ a testa bibite illimitate dolce caffè ingresso al parco. Prenotazione obbligatoria. Animazione, karaoke e tante sorprese..divertimento assicurato.

Bim Bum Bam
Via Polveriera, 37 al confine tra Novate Milanese e Milano
Informazioni e prenotazioni: 331.3742839

 

Rimborso biglietti concerto Umberto Tozzi

UMBERTO TOZZI
UMBERTO TOZZI

UMBERTO TOZZI: POSTICIPATA AL 27 SETTEMBRE LA DATA ENTRO CUI È POSSIBILE RICHIEDERE IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI ACQUISTATI PER IL CONCERTO-EVENTO “40 ANNI CHE TI AMO”

Si informa che F&P Group, organizzatore del concerto-evento “40 ANNI CHE TI AMO” di UMBERTO TOZZI, ha deciso di posticipare a mercoledì 27 settembre la data ultima per richiedere il rimborso dei biglietti acquistati per l’evento inizialmente previsto il 18 settembre all’Arena di Verona. Il concerto, infatti, è stato rinviato a causa di un’appendicite acuta per cui Umberto Tozzi è stato operato d’urgenza.
F&P Group ha fatto richiesta al Comune di Verona per recuperare il concerto sabato 14 ottobre ed è in attesa di risposta. I biglietti acquistati resteranno validi per la nuova data (che verrà comunicata non appena confermata).
Chi volesse richiedere il rimborso dei biglietti acquistati potrà farlo rivolgendosi ai punti vendita dove gli stessi sono stati acquistati entro e non oltre mercoledì 27 settembre.
Per coloro che hanno acquistato i biglietti online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro sul luogo dell’evento‘, il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il mercoledì 27 settembre.
Per i biglietti acquistati online sul sito Ticket One o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, il cliente dovrà spedire i biglietti, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre mercoledì 27 settembre (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Fabri Fibra – Stavo pensando a te –

Fenomeno_Album Cover_Artwork di Mecna - Foto di Sha Ribeiro_b
Fenomeno_Album Cover_Artwork di Mecna – Foto di Sha Ribeiro_b

Da oggi è in rotazione radiofonica “STAVO PENSANDO A TE”, nuovo singolo estratto da “FENOMENO”, ultimo disco di inediti di FABRI FIBRA. Sempre da oggi è possibile vedere su Vevo il video ufficiale del brano: www.youtube.com/watch?v=JHdmkP-nfsA

La canzone è prodotta da Big Fish, compagno di avventura in major di Fibra già dai tempi delle hit “Applausi Per Fibra” e “In Italia”. Il duo si rivela ancora una volta micidiale in studio, scoprendo un Fabri Fibra pressoché inedito, perfettamente in grado di descrivere, a suo modo e con il suo estro unico, una relazione che non avrebbe mai dovuto cominciare. O finire.

“Che fastidio parlarti vorrei stare zitto, tanto ormai hai capito” (Stavo Pensando a Te). E’ evidente che Fabrizio Tarducci e Fabri Fibra non sono la stessa persona ma è altrettanto chiaro che non vi sia tra i due una linea di confine quanto una continuità che sfocia in quello che si può ascoltare in Fenomeno.

“Stavo Pensando a Te” è stato, inoltre, uno dei 3 brani con cui FABRI FIBRA è stato il primo protagonista italiano del format originale “Vevo Off The Record” e si è esibito in una strepitosa performance live. Il brano è stato molto apprezzato dal pubblico, tanto che il video “Stavo pensando a te” Off the record è al settimo posto dei Vevo Original più condivisi di sempre.

Questa la tracklist di “FENOMENO”:
1. INTRO
2. RED CARPET (prod. da Neff-U)
3. FENOMENO (prod. da Takagi & Ketra)
4. SKIT – IL TEMPO VOLA (prod. da Big Fish, co-prod. da Alessandro Erba)
5. MONEY FOR DOPE 2017 (prod. da Bassi Maestro)
6. PAMPLONA (feat. Thegiornalisti) (prod. da Mace)
7. EQUILIBRIO (prod. da Amadeus Platinum Boy)
8. SKIT – CONSIDERAZIONI (feat. Roberto Saviano) (prod. da Bassi Maestro)
9. CRONICO (prod. da Demacio “Demo” Castellon & Mike Turco)
10. STAVO PENSANDO A TE (prod. da Big Fish, co-prod. da Rhade)
11. LASCIA STARE (prod. da Shablo)
12. DIPINTO DI BLU (feat. Laioung) (prod. da Nebbia)
13. INVECE NO (prod. da Deleterio)
14. OGNI GIORNO (prod. da 2nd Roof)
15. LE VACANZE (prod. da Don Joe & Yung Snapp)
16. NESSUN AIUTO (prod. da Rey Reel)
17. RINGRAZIO (prod. da Bot)

Parte il 17 ottobre il tour con cui Fabri Fibra porterà “FENOMENO” nei più importanti club d’Italia.

Queste le date del tour attualmente confermate

17 ottobre al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI)
20 ottobre al Teatro Concordia di Venaria Reale (TO)
21 ottobre al Vox Club di Nonantola (MO)
23 ottobre all’Alcatraz di Milano – SOLD OUT
27 ottobre all’Obihall di Firenze
28 ottobre al Gran Teatro Geox di Padova
3 novembre all’Atlantico Live di Roma
4 novembre al Pala Partenope di Napoli
7 novembre all’Alcatraz di Milano
10 novembre al Padiglione Conza di Lugano
11 novembre all’Estragon di Bologna

I biglietti per tutte le date sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.
I biglietti per la data di Lugano sono disponibili solo nelle prevendite abituali.

www.fabrifibra.it
www.facebook.com/FabriFibra/?hc_ref=SEARCH&fref=nf

F è in edicola

F
F

In edicola domani, 20 settembre, su F, il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei, Lilli Gruber, giornalista e conduttrice di Otto e Mezzo, spiega perché nel suo programma la maggioranza degli ospiti sono ancora uomini.

«Otto e Mezzo è il programma dove parlano le prime linee dei partiti politici, delle aziende e delle istituzioni – dichiara la Gruber – e spesso per fare annunci importanti, il risultato è che gli ospiti sono in netta maggioranza uomini perché in Italia nella stanza dei bottoni ci sono ancora loro, non le donne».

Il motivo? «La nostra società è ancora molto patriarcale e tradizionalista. E, poi, dispiace dirlo, ma una parte di responsabilità ce l’abbiamo anche noi donne». In che senso? «Dobbiamo imparare a chiedere e a pretendere di più, ad alzare la voce. Invece tendiamo ad accontentarci. Dovremmo essere più consapevoli del nostro valore, credere più nel merito».
Lei ci ha sempre creduto? «Quando ero giovane pensavo che per emergere bastasse studiare, lavorare, essere brava, insomma. Ho passato più di 20 anni in Rai dando il massimo e nelle posizioni apicali non sono mai arrivata. Lì era evidente che a contare fossero altre cose: l’appartenenza politica, le fazioni. Ma non bisogna mai perdere la speranza. Impegnandosi e faticando i risultati prima o poi arrivano».
Lei infatti ci è arrivata. E la sua è una posizione di vertice. «È successo solo quando sono entrata in un’azienda privata, che ha come faro quello del merito. Nel momento in cui sono stata valutata per le mie capacità, sono andata avanti come un treno».
Una donna che piace al pubblico femminile perché «non ho mai usato la seduzione per affermarmi» e che per il suo essere determinata e tranchant non ha mai subito “avances fuori luogo”. «Non è un caso che mi sia sposata tardi. E con un francese (il giornalista Jacques Charmelot, ndr)». Che cosa vuole dire? «Che non pensavo proprio di sposarmi. In Italia non c’erano molti uomini disposti e pronti a un rapporto paritario, in Francia già di più».

Non ha avuto figli. Una scelta? «Direi di sì, ho sempre detto: niente matrimonio e niente figli. Il mondo del lavoro assorbiva tutte le mie energie e volevo essere autonoma, libera; per le donne della mia generazione la famiglia rappresentava ancora un vincolo troppo forte. L’unica volta che mi è venuta una fantasia seria sulla maternità è stata quando ho conosciuto mio marito, ma non ero più tanto giovane. Avrei comunque potuto provarci, ma non l’ho fatto».

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.