Lo show elettro-acustico di Daniele Tenca allo Spazio Teatro89

daniele tenca
daniele tenca

Sarà un “electro-acoustic solo show” il concerto di Daniele Tenca in programma sabato 3 febbraio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro) allo Spazio Teatro 89 di Milano. L’appuntamento rientra nel calendario della collaudata rassegna “Milano Blues 89”, organizzata da diversi anni dall’auditorium polifunzionale di via Fratelli Zoia 89.

Sulla scena dal 2010, il milanese Daniele Tenca è uno dei più interessanti esponenti del panorama italiano e la sua musica è un giusto crossover tra il blues, il rock e la canzone d’autore. Il suo modo di cantare percorre la via dell’America rurale, del blues, dei blue-collar e dei suoi folksingers.

Fino a oggi Daniele ha pubblicato quattro cd (l’ultimo, “Love is the Only Law”, con Guy Davis, in nomination ai Grammy Awards 2017 per il miglior album di blues tradizionale), con i quali ha raccolto gli apprezzamenti della critica e si è guadagnato l’affetto di un pubblico che ne apprezza il calore dei live e la sincerità nell’affrontare, senza retorica, tematiche sociali (come la precarietà, il lavoro nero, le morti bianche e le discriminazioni) in cui chiunque può identificarsi.

Così il bluesman milanese presenta il concerto del 3 febbraio allo Spazio Teatro 89: «Questa volta è come se vi invitassi a casa mia, sul mio divano, ad ascoltare le canzoni “da vicino”. Non avendo un divano così grande, lo faccio a teatro. Niente band, sul palco ci sarò soltanto io con le mie chitarre, acustiche ed elettriche, tamburello, stompbox, perché un po’ di baldoria va comunque fatta, armonica e voce.

E le mie canzoni, arrangiate per farle ascoltare nella maniera più sincera e coinvolgente possibile. Sarà un concerto intimo e solo in qualche brano mi verranno in soccorso il violino di Chiara Giacobbe e la tromba di Max Paganin».
Nei tour a supporto dei dischi pubblicati, Daniele Tenca e il suo gruppo (Blues for the Working Class Band) hanno suonato in alcuni tra i migliori festival blues insieme ad artisti di fama mondiale quali Jesse Malin, Kyla Brox, Roland Tchakountè, Treves Blues Band, Guy Davis, Otis Taylor, Roy Rogers, Johnny Winter, Ana Popovic e Robben Ford.

Daniele Tenca si è, inoltre, esibito più volte negli Stati Uniti, da Memphis a New York. Ad Asbury Park è salito sul palco con Bruce Springsteen ed altri musicisti di levatura internazionale (tra cui Willie Nile, James Maddock, Garland Jeffreys, Guy Davis e Joe Grushecky).