“Il gran Gala Chaine Rouge Della Chaine Francigena Toscana”,

Gran Galà
Gran Galà

Grande emozione e trionfo per l’evento dell’anno 2017, “Il gran Gala Chaine Rouge Della Chaine Francigena Toscana”, rendendo merito in primis alla tenace e determinata Presidente della neonata Bailliage Francigena Toscana, l’Avvocato Giovanna Elettra Livreri, ha aperto la serata inaugurale Chaine des Rotisseurs nella splendida Villa Medicea La Ferdinanda, patrimonio dell’Unesco, ospitata da Annabella Pascale, AD della Artimino spa, per spiegare il tema della serata che si riassume in un nuovo Umanesimo delle arti, della cultura della convivialità e della tavola, dunque dell’amicizia.

Giovanna Elettra Livreri, avvocato e direttore generale della prestigiosa camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina), presidente della neonata Chaine Francigena Toscana, ha voluto presentare il neonato Balliage della storica internazionale Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs in questo mondo fatato, interpretando in maniera moderna la filosofia della Chaine per ricomporre un nuovo Rinascimento, mixando come un giocoliere il mondo del food gourmet con quello del fashion haute couture, proposto dalla Charge des Missions Cristina Vittoria Egger, le opere d’arte degli artisti Fabrizio Savi e dello scultore Madelin Ciuca, cioccolato artigianale di Pura Delizia, un evolversi di emozioni che annunciano l’inizio con una fantastica performance di apertura con lo spettacolo della Compagnia Teatrale dell’Accademia Creativa, tutto perfetto in un luogo d’incanto nel cuore della toscana, dove il primo attore è il Castello di Artimino e la sua storia.

Ed ecco poesia e sinergia di immagini e gusto con una cena placée creata dalla Chef Executive Michela Bottasso del ristorante Biagio Pignatta, premiata anche di recente in occasione della World Gourmet Society, la piattaforma internazionale che riunisce oltre 50mila chef, critici e appassionati di food & wine in tutto il mondo. Sulla tavola apparecchiata a lume di candela, in bianco ed argenti, i piatti ed i calici da vino si sono riempiti lungo tutta la durata della cena delle fragranze ed essenze prodotte nelle Terre di Artimino. Il raffinato menù ideato da Caterina de Medici e rivisitato dalla Chef Bottasso, un trionfo enogastronomico, uno spettacolo per gli occhi e una delizia per il palato. Un viaggio sensoriale che solo Artimino poteva donare ai selezionati commensali.

Un evolversi di performance per questa meravigliosa serata, presentata dal noto conduttore Beppe Convertini, ed allietata dalle magiche note del compositore pianista Alessandro Martire, un susseguirsi di emozioni tra premiati ed ospiti d’eccezione, che in primis annunciano l’aperitivo con tutta una serie di piccoli tegamini che contengono l’assaggio del frugale pasto toscano prediletto da Leonardo da Vinci, accompagnato dai vini bianchi e rossi, a dir poco eccellenti, provenienti dalle cantine Carmignano di Artimino e consumato nella vinaia della Villa Medicea La Ferdinanda, patrimonio dell’Unesco, nelle cucine leonardesche con, in bella mostra, il focolare e lo spiedo, ovvero il girarrosto, su disegno dello stesso Leonardo.

A seguire il magico mondo del fashion con accenni di sfilata per la donna di Dario Biglino creativo della maison Avaro Figlio che ha immaginato un giardino di donne-petalo, dagli abiti senza orlo, che sbocciano in un risveglio di sensualità che si evince nei dettagli e nell’armonioso movimento del tessuto; in contemporanea hanno sfilato le calzature di Fabi, eleganza, raffinatezza, sperimentazione per una armonia fatta di equilibri progettuali ed emotivi con un abbinamento impreziosito da Swarosky,lacci, seta, pietre e metalli; e poi la presentazione di Virage, il primo orologio del brand Lonville che rinasce dopo 50 anni di silenzio; i diamanti e le pietre preziose di Berg orologi e gli incantevoli e preziosissimi monili del Moro di Venezia; la selezione delle opere del pittore Fabrizio Savi, dello scultore Mădălin Ciucă e della iconografista Marcela Joanna Vasi, e prima di calare il sipario su Artimino e la neonata Chaine Bailliage Francigena Toscana,la incantevole presentazione del libro “In viaggio con Leonardo” della Contessa Melzi d’Eril.

L’evento è stato un vero romanzo incantato sullo sfondo di un castello da fiaba. Un Gran Gala’ che ha accolto molti personaggi noti e famosi nel mondo della Chaine des rotisserus e non solo: come il Presidente Nazionale della Chaine Dr. Roberto Zanghi, stimato chirurgo maxillofacciale di Bolzano; il Bailli della Chaine di Firenze, Enrico Spallazzi titolare del noto Tour Operator internazionale Clementson; il Bailli della Chaine di Firenze Stefano Pistorozzi; la Charge des Missions nazionale della Chaine, la designer d’interni Anna Accalai noto giudice in concorsi enogastronomici; il Giudice di Master Chef Albania Gezime Musliaka; e nel mondo della società italiana ed estera come: il famoso pittore cinese Prof. Cheng Yajie con la sua delegazione; l’industriale delle biciclette Olmo di Milano, rappresentato dalla figlia Donna Silvana Olmo; il Presidente di Amites Sans Frontiers di Firenze, il noto commercialista Dr Eugenio Virgillito; la Presidente della International Womans di Roma, la Contessa Erika Emma Fodrè; La A.D. di Artimino spa, Donna Annabella Pascale; il Marchese Giuseppe Ferraioli proprietario del bel Palazzo Ferrajoli in Roma; il Conte Guido Anzilotti di Uzzano; la Contessa Katia Melzi D’Eril scrittrice; il Conte Domenico Savini; il Presidente della camera Italo estera CC-ICRD, Prof Giuseppe Frisella; la famosa stilista Eleonora Altamore; il modello internazionale ed attore Alessandro Egger; Elisabetta Rogai artista internazionale promotrice del progetto Eno-arte; le stiliste della Maison Francesca Cappelletti.

Un trionfo che conferma che il grande inizio per la Chaine Bailliage Toscana Francigena e la Presidente determinata a diffondere il nuovo umanesimo della cultura gastronomica italiana ed i suoi valori storici e culturali, in linea con l’essenza della Confrèrie, ove il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.