“Curarsi ad arte – La luce”

Assessore-Gallera-uno-studente-dellAccademia-davanti-alla-sua-opera-Daniele-Schwarz-e-Livia-Pomodoro-Presidente-dellAccademia-di-Brera
Assessore-Gallera-uno-studente-dellAccademia-davanti-alla-sua-opera-Daniele-Schwarz-e-Livia-Pomodoro-Presidente-dellAccademia-di-Brera

Oggi, presso l’Ospedale San Giuseppe di Milano, alla presenza dell’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, è stata inaugurata la mostra “Curarsi ad arte – La luce”: serie di opere realizzate dagli studenti del Dipartimento di Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Brera, ispirate al tema della luce.

Lanciato nel 2016 grazie alla collaborazione tra il noto ospedale milanese e il prestigioso Istituto artistico, il progetto “Curarsi ad Arte” nasce come originale esperimento di “museo diffuso” all’interno di luoghi deputati alla cura e, dopo il successo della prima edizione, torna anche quest’anno con un focus specifico sulla luce.

Proprio nei corridoi del Reparto Materno-Infantile del San Giuseppe, dove nuove vite vengono “alla luce”, sono infatti esposte, a partire da oggi, le opere realizzate dagli studenti di Brera. La mostra, che sarà permanente, verrà aperta al pubblico da domani, giovedì 14 dicembre.

Prosegue, così, il sodalizio virtuoso tra Arte e Medicina, che, da un lato, permette a giovani artisti di esporre le loro opere e farsi conoscere, dall’altro crea un’inedita possibilità di fruizione culturale, portando l’arte al di fuori dei suoi “templi” classici e avvicinandola a un pubblico particolare: quello degli utenti e degli operatori sanitari che ogni giorno popolano i corridoi di un grande ospedale italiano.

A questo si aggiungono le sempre più numerose evidenze che confermano come l’arte e il bello possano esercitare un effetto benefico sui pazienti, favorendo il processo di cura e, al tempo stesso, riducendo ansia e depressione.