Teatro Carcano: “Il viaggio di Enea”

IL VIAGGIO DI ENEA
IL VIAGGIO DI ENEA

Il viaggio di Enea è il racconto poetico delle migrazioni. Migrazioni per le guerre, per la fame, per la ricerca del benessere intravisto da lontano. È una storia familiare, quella di Olivier Kemeid, e una riscrittura moderna ma comunque fedele del classico di Virgilio, in cui l’autore proietta le vicende di suo padre e della sua famiglia, emigrata dall’Egitto al Canada con mille peregrinazioni e molteplici difficoltà, attraverso personaggi e luoghi del mito di Enea.

Mentre l’Enea di Virgilio supera le insidie del viaggio grazie alla divina materna benevolenza, il protagonista dell’opera di Kemeid non ha santi in paradiso ed è per questo più spaventato, più stanco e meno pio. Per una volta, l’esodo biblico che cambierà il volto dell’Europa viene raccontato da chi è costretto a partire, con un ironico capovolgimento dei ruoli in cui i neri sono al posto dei bianchi e viceversa. In primo piano, solo la necessità di sopravvivere. Enea è un giovane uomo che vive un continuo conflitto di coscienza: pensare a sé o pensare anche agli altri?

Sopravvivere in clandestinità o rischiare per ritrovare dignità e rispetto di se stesso? Il figlio di Enea, Ascanio, divenuto grande, riordina frammenti di ricordi così come gli sono stati raccontati dal padre. Ne ricostruisce il viaggio, i rapporti, gli amori, i dubbi, l’approdo che al momento è solo una speranza.
Privo di enfasi, retorica o vittimismo, lo spettacolo diretto da Emanuela Giordano è materia viva e pulsante che produce riflessioni ed emozioni a catena.

Al Teatro Carcano di Milano da mercoledì 22 novembre a domenica 3 dicembre 2017