Concerto Amici della Musica “Guido Michelli”

colafelice-jpg
colafelice-jpg

Arriva alla conclusione con due magnifiche opere, il ciclo dedicato ai cosiddetti “concerti viennesi” per pianoforte e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart, per la stagione concertistica Amici della Musica “Guido Michelli” in collaborazione con Form – Orchestra Filarmonica Marchigiana, venerdì 10 novembre, alle ore 21 al Teatro delle Muse. Chi l’ha seguito in questi due anni, ha visto, e rivedrà nel prossimo appuntamento, il direttore Alessandro Cadario sul podio e Francesco Antonioni nella doppia veste di compositore e voce narrante, sul palcoscenico.

Il solista, come sempre diverso, (nei casi passati, Miriam Prandi e Leonora Armellini), sarà Leonardo Colafelice, giovane e acclamatissimo pianista – “Sono molto emozionata di sentire un così favoloso pianista e musicista. Grazie per la tua Musica!” questo il pensiero di Martha Argerich su Colafelice – , con cui passeremo dal denso e drammatico do minore del concerto K 491, per chiudere con il luminoso do maggiore del celeberrimo K 467.

Come sempre aprirà la serata una commissione d’opera a Francesco Antonioni, Code K3-491 – prima esecuzione assoluta – , una “guida musicale all’ascolto”, in cui il compositore, nota voce di Radio 3, conduce il pubblico all’interno del mondo mozartiano attraverso, nel nostro ultimo caso, il K 491, in un affascinante dialogo antico/contemporaneo che sospende l’ascoltatore tra il Settecento ed oggi.

Sarà invece Johann Christian Bach, con la Sinfonia in re maggiore, op. 18 n. 4, ad aprire la seconda parte del concerto, una figura importantissima per Mozart che, ad otto anni, incontrò questo talentuosissimo compositore a Londra, e ammirò così tanto la sua musica da esserne influenzato in modo chiaro e persistente.

Gli ingressi – particolarmente agevolati per i minori di 19 anni – vanno da 4 a 35 euro, biglietteria Teatro delle Muse. Gratuiti, in numero predefinito, per gli studenti della Politecnica delle Marche.