Comune di Bollate: chiarimenti sulla Tari

giuseppe-de-ruvo
giuseppe-de-ruvo

In merito agli articoli recentemente apparsi sui quotidiani nazionali, inerenti possibili errori nel calcolo della quota variabile della TARI (Tassa Rifiuti) sulle pertinenze delle abitazioni, l’Amministrazione informa che il Comune di Bollate ha operato correttamente e non sono state effettuate duplicazioni di tassazione.

Lo precisa l’assessore ai Tributi del Comune di Bollate Giuseppe de Ruvo, che spiega come “né l’Amministrazione attuale, né quella precedente hanno mai applicato la “quota variabile” sulle pertinenze (garage, cantine e solai) dall’istituzione della TARES del 2013 fino alla TARI dal 2014 ad oggi”.

Negli avvisi di pagamento ricevuti dai contribuenti di Bollate, dunque, non si sono verificate duplicazioni di tassazione o altri addebiti ingiustificati e non sussistono, quindi, presupposti per richiedere rimborso, in quanto, come già detto, il Comune ha proceduto in modo corretto ai calcoli.

Per maggiore chiarezza, l’Assessore de Ruvo precisa anche che “Per i cittadini che possiedono solo box, cantine o solai a Bollate, non viene applicata la quota variabile della TARI, ma viene chiesto di pagare unicamente la quota fissa”.