Chiara Civello: “Come vanno le cose” nuovo singolo

Ph_Solange Souza
Ph_Solange Souza

Da oggi, venerdì 10 novembre, è online il video di “COME VANNO LE COSE”, il nuovo singolo di CHIARA CIVELLO, in rotazione radiofonica da martedì 14 novembre. Il brano è estratto dall’ultimo album di inediti “ECLIPSE” (distribuzione Sony Music Italy), che ha debuttato al dodicesimo posto della classifica degli album più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GfK Italia (diffusa da FIMI) e arriva a tre anni di distanza dal precedente album “Canzoni”, in seguito al fortunato tour che l’ha portata ad esibirsi in Italia e all’estero.

Il video di “COME VANNO LE COSE”, diretto da COSIMO ALEMA, è disponibile sui canali VEVO e YouTube dell’artista ai seguenti link: http://vevo.ly/NXipJy; http://www.youtube.com/watch?v=yTV7fYRqtHA.

Il regista, attraverso la scelta di un’atmosfera quasi filmica, riesce a trasmettere pienamente il sapore del disco “Eclipse”. Il cast include volti nuovi di giovani attori e non, oltre alle già affermate attrici Elettra Mallaby e Roberta Sferzi e vede la partecipazione dello sceneggiatore, regista e attore italiano Ignazio Oliva (The Young Pope, Braccialetti rossi, Se chiudi gli occhi).

«Ho sempre desiderato fare un video in cui non apparissi solo io, sono una timida – racconta Chiara Civello – Cosimo ha capito “Come vanno le cose” ed è riuscito a mostrarmi altre cose della canzone. In un unico spazio i personaggi si alternano in un’atmosfera sospesa, dando vita ad un video dal forte sapore cinematografico che esprime perfettamente il carattere visuale e “cinematico” che insieme a Marc abbiamo voluto dare al disco».

“COME VANNO LE COSE” è il brano di apertura del disco “Eclipse” ed è forse la canzone più rappresentativa del nuovo album scritto a quattro mani da Chiara Civello e Diego Mancino e prodotto da Marc Collin dei Nouvelle Vague. “Eclipse” si compone dodici brani registrati tra Parigi, New York, Rio e Bari, che segnano un passo avanti rispetto alle sonorità più prettamente acustiche e live usate da Chiara nei dischi precedenti. Tra atmosfere classiche e sonorità moderne, batterie elettroniche, uccellini, organi elettrici anni ’70, basso synth e percussioni si amalgamano elegantemente su canzoni inedite con illustri collaboratori, omaggiando il grande cinema Italiano e strizzando l’occhio alla nouvelle vague francese.