Bollate celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

giornata contro la violenza sulle donne
giornata contro la violenza sulle donne

L’Amministrazione comunale di Bollate dice NO al femminicidio e alla violenza, celebrando la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novebre con diverse inziative. Tra le altre, l’installazione di una panchina rossa in piazza A.Moro, a ricordo di tutte le donne che hanno perso la vita in modo violento.

Ecco le iniziative per commemorare la Giornata contro la violenza sulle donne :

Da giovedì 16 novembre è stato esposto nello scalone esterno del Comune, un telo rosso contro il femminicidio, impegno simbolico di questa Amministrazione a contrastare la violenza ogni giorno dell’anno.

Il 25 novembre, alle ore 16, davanti all’ingresso del Municipio, verrà posizionata la panchina rossa a ricordo di tutte le donne che hanno perso la loro vita per mano di chi «diceva di amarle», come recita la scritta sullo schienale. A seguire, flash mob di Daf time ASD che riproporrà anche a Bollate dell’evento che riempì piazza Duomo nel 2014.

A tutti i partecipanti (donne e uomini), verrà distribuito un filo rosso da conservare, sia come ricordo della giornata che come filo conduttore di tutte prossime iniziative sulle pari opportunità che verranno organizzate a Bollate.

Per saperne di più:
Nel 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e indicato come data per la sua ricorrenza il 25 novembre. Tale giorno era già stato scelto da un gruppo di attiviste sudamericane che si erano riunite nel 1981 a Bogotà per l’Incontro Femminista latinoamericano e dei Caraibi finalizzato a ricordare il brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, catturate, torturate e massacrate dai militari della Repubblica Dominicana sotto il regime dittatoriale di Rafael Leonidas Trujillo.
Nella giornata del 25 novembre i governi, le organizzazioni internazionali, le ONG e le istituzioni (centrali e locali) sono invitate a organizzare attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Anche nel nostro Paese, dal 2005, si celebra la ricorrenza con iniziative culturali e politiche.