Terme di Comano e la Giornata Mondiale della Psoriasi

comano-zona-termale-
comano-zona-termale-

Le Terme di Comano, centro di eccellenza in Europa, nel verde del Trentino, tra il lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, anche quest’anno aderiscono alla Giornata Mondiale della Psoriasi, ma potenziano ulteriormente l’impegno di sempre alla corretta informazione e fornire linee guida qualificate per una ottimale gestione della psoriasi nella vita quotidiana, la Comano Experience e coglierne lo straordinario valore aggiunto del trattamento naturale a base di acqua termale rispetto a quelli unicamente farmacologici.

Punto di partenza è perseguire gli scopi divulgativi e informativi della Giornata Mondiale della Psoriasi e segnalare la terapia termale come una delle cure qualificate e scientificamente dimostrate per il trattamento della psoriasi, anche in associazione ad altre terapie (es. farmacologiche). Ma, in più, oltre alla diagnosi e anamnesi sulla patologia psoriasiaca in sé, dare la possibilità di apprendere tutti gli aspetti collaterali che concorrono alla migliore gestione della malattia, acquisendo corretti stili di vita, a partire da quelli alimentari e di attività fisica.
In altre parole , la Comano Experience non si incentra solo sulla patologia, ma si occupa di tutta la PERSONA.
Sabato 28 e domenica 29 ottobre

– VISITA MEDICA DERMATOLOGICA GRATUITA
Visita con i medici specialisti del centro termale per definire un percorso terapeutico personalizzato. Iniziativa riservata a coloro che vengono alle Terme di Comano per la prima volta. Solo su prenotazione online su www.termecomano.it oppure telefonica al numero 0465 701277

– CURA IDROPINICA GRATUITA
Per chi effettua la visita dermatologica accesso gratuito alla fonte per bere l’acqua termale.

Domenica 29 ottobre, ore 10.30

– Ore 10.30: SPECIALE “SCUOLA DELLA PSORIASI”
Spazio di confronto con gli specialisti per chiarire dubbi e per conoscere cause e meccanismi della psoriasi, nuove terapie e farmaci, alimentazione e dieta, corretti stili di vita e terapia termale. Interventi moderati dal dott. Carlo Renè Girardelli, primario dermatologia Ospedale Santa Chiara di Trento con introduzione del dott. Mario Cristofolini, Presidente Centro Studi e Ricerche Terme di Comano.
Gli interventi:
– Come curiamo la psoriasi: farmaci tradizionali ed avanzati, dott. Riccardo Balestri, dermatologo Ospedale Santa Chiara di Trento
– Psoriasi: non solo pelle, dott.ssa Giulia Rech, dermatologa Ospedale Santa Chiara di Trento;
– Alimentazione e stili di vita: dieta e consigli, dott. Giorgio Mazzola, esperto in nutrizione Terme di Comano;
– Come curiamo la psoriasi: la terapia termale, dott.ssa Stefania Farina, dermatologa e ricercatrice Terme di Comano.

Approfondimenti : perché Le Terme di Comano per il trattamento della psoriasi

Le Terme di Comano, sono un centro di eccellenza in Europa per la cura delle malattie della pelle , riferimento assoluto in Italia proprio per lo studio e la cura della psoriasi, con un bagaglio di ricerche di altissimo profilo, iniziate sin nel 1968 .
Qui, le acque termali bicarbonato calcio-magnesiache (con temperatura di 27 gradi alla sorgente e PH vicino alla neutralità) divengono l’unico farmaco, senza controindicazioni, totalmente naturale e con risultati accertati straordinari, sia in termini di abbassamento della recidiva, che di allungamento delle fasi di remissione.

L’acqua termale di Comano ha infatti proprietà antinfiammatorie e immunomodulanti (inibisce la produzione e la secrezione di citochine proinfiammatorie e agisce bloccando la cascata infiammatoria psoriasica limitandone significativamente l’attività nel tempo) comprovate da numerose ricerche mediche pubblicate su riviste scientifiche internazionali.

Queste, insieme alla testimonianza diretta dei pazienti, documentano il miglioramento soggettivo ed oggettivo del paziente che effettua i bagni termali di Comano (terapia concessa dal Servizio Sanitario Nazionale), anche in abbinamento alla fototerapia selettiva, che sono anche indicati per altre malattie della pelle come eczemi per gli adulti e dermatite atopica nei bimbi. In particolare è provato il miglioramento clinico nel tempo (diminuzione di prurito, arrossamento, infiammazione) e successiva riduzione dell’uso dei farmaci (anche dopo molti mesi dal termine della cura).

I bagni hanno infatti lo scopo di ridurre le fasi acute della psoriasi aumentando le fasi di benessere clinico con effetti duraturi nel tempo e non gravati da effetti collaterali. Inoltre, a Comano, essendo la psoriasi una patologia cronica multi fattoriale, viene sempre impostata una terapia personalizzata, su ogni singolo paziente.

Il trattamento: la balneo- fototerapia
Per la psoriasi le cure termali proposte sono 3. I bagni termali da soli o in abbinamento alla fototerapia UVB-nb e la cura idropinica, cioè l’acqua come bibita. Il trattamento ideale prevede 2-3 settimane di cura, il protocollo completo è di 25 bagni di cui 12 gratuiti con il SSN. Il vantaggio è un risultato rapido e duraturo, privo di effetti collaterali e del tutto naturale.

I bagni termali hanno effetto cheratolitico e lenitivo sulle placche psoriasiche e preparano la pelle alla successiva fototerapia aumentandone l’efficacia e permettendo un utilizzo minore di raggi ultravioletti. La fototerapia a Comano è infatti diversa da quella dell’ospedale perché, pur utilizzando le stesse apparecchiature, è effettuata con un protocollo specifico giornaliero con minimo dosaggio cumulativo di radiazioni ultraviolette; un ciclo di lampade curative in ospedale dura 2-3 mesi con 2-3 sedute a settimana e dosaggi progressivamente crescenti, alle terme invece si usano pochi ultravioletti e già in 2 settimane si vedono i risultati, risultati che poi dureranno grazie al potere antipsoriasico più lento dell’acqua.

Il programma di cura viene stabilito dal dermatologo all’inizio del soggiorno termale rispettando le caratteristiche individuali di ogni singolo paziente. Per la psoriasi del cuoio capelluto inoltre è disponibile una fototerapia parziale selettiva con pettine, un dispositivo presente unicamente alle Terme di Comano. La cura idropinica come integrazione alla balneoterapia consente di aumentare la diuresi e favorire una depurazione totale dell’organismo, migliorando la permeabilità intestinale e idratando la pelle in maniera sinergica ai bagni.

Risultati ed effetti documentati: Balneoterapia a balneofototerapia riducono le fasi acute della malattia e prolungano le fasi di benessere clinico. L’acqua termale di Comano inibisce la produzione di molecole infiammatorie (citochine come ad esempio il TNFalfa), riduce infiammazione e prurito e migliora la qualità di vita. Il miglioramento clinico si mantiene nel tempo, senza effetti collaterali. La terapia termale consente di effettuare una pausa nell’assunzione di farmaci e di ridurne l’uso nel tempo.