Teatro Superga: “Le Bal”

Le bal
Le bal

Al Teatro Superga la storia d’Italia viene raccontata attraverso la danza grazie a “Le Bal” in scena il 3 novembre, spettacolo portato in Italia da Giancarlo Fares.
Lo spettacolo originale, nasce negli anni ’80 dalla mente di Jean-Claud Penchenat e diventa un grande successo del Theatre du Campagnol, tanto che nel 1989 Ettore Scola ne dirige una fortunata versione cinematografica, “Ballando Ballando”, premio per la regia a Berlino e nominato all’Oscar. Un racconto senza parole, affidato alla musica e agli attori, alla forza comunicativa delle azioni, dei gesti e dei suoni.

“Le Bal” è uno spettacolo elegante, poetico, divertente che ha percorso la storia del nostro Paese dall’inizio della seconda Guerra Mondiale al crollo delle Torri Gemelle. Due momenti drammatici che segnano l’inizio e la fine di un lungo periodo, narrato abilmente attraverso le più belle canzoni italiane che hanno caratterizzato la vita e il costume della società.

Tutto si svolge in una balera, un caleidoscopio di accadimenti e curiosità che viviamo attraverso sedici attori, i quali ci accompagnano in un appassionante viaggio nel tempo, scandito dalla musica che si fa drammaturgia. Gli uomini e le donne che popolano la sala sono percorsi da gelosie, rancori, stilemi caratteriali che si mostrano.

Sulle note di canzoni italiane che appartengono alla memoria comune, dal Trio Lescano a Fred Bongusto, da Modugno a Mina, Renato Zero, Enrico Ruggeri, Battiato, Celentano e la Vanoni, solo per citarne alcuni, si racconta l’Italia che balla dal 1940 al 2001.

La musica racconta la storia del nostro Paese: la Seconda Guerra Mondiale, la liberazione, il boom economico, le lotte di classe, la corruzione, la gioia della vittoria dei Mondiali che unisce tutti indistintamente, il degrado, la paura dell’11 settembre e la riconquista dei valori, dell’amore che dona speranza narrando i cambiamenti della vita quotidiana, la migrazione verso il nord, l’abbigliamento, il mangiare, il modo d’esprimere le proprie emozion