Quando un semplice “ciao” non basta per conoscere qualcuno

Durex Phrase Generator
Durex Phrase Generator

Durex, in linea con la sua mission di aiutare i single di tutto il mondo a incontrarsi, annuncia i risultati di una ricerca globale che mostra i più comuni fallimenti e passi falsi commessi sulle app di appuntamento.
Ispirata da questa ricerca, Durex lancia oggi in Italia un’iniziativa per fornire consulenza e assistenza agli utenti delle dating app proprio nel momento in cui ne hanno maggior bisogno: l’inizio della chat.

Quello che si dice e il modo in cui lo si dice è essenziale per riuscire ad avere un appuntamento da qualcuno, sia che si cerchi un approccio tramite delle app sia durante una serata fuori.
L’obiettivo è di aiutare a migliorare le loro capacità di flirtare nei DM (messaggi diretti o privati) e trasformare più facilmente un match (cioè una reciproca volontà di conoscersi) in un incontro..e forse anche in qualcosa di più.

La ricerca di Durex sulle abitudini e le esperienze dei single in tutto il mondo rivela che le app di appuntamento sono ormai la normalità: lampante il dato italiano, il 100% degli intervistati (il 70% sono uomini e donne compresi tra i 25 e i 35 anni) ha dichiarato di aver utilizzato almeno una volta nella vita una app o un sito per cercare partner.

Tuttavia, quando si tratta di passare la conoscenza ad un livello superiore, scrivere messaggi privati diventa un problema serio. Quasi il 90% degli italiani intervistati ha ammesso di aver perso la speranza di trovare l’amore a causa dei pessimi messaggi ricevuti proprio nei DM, e quasi la metà (46%) ammette di avere serie difficoltà nel pensare a cosa scrivere per cominciare un nuovo match con qualcuno.

La ricerca ha messo in evidenza le 5 abitudini che più probabilmente dissuadono le persone dal concedere un appuntamento: i messaggi privati troppo espliciti sono probabilmente la causa maggiore di non risposta, seguiti dai messaggi di cattivo gusto, scontati e noiosi. D’altra parte l’umorismo è stato definito la chiave