Alba: grande concerto di Paolo Conte al Teatro Sociale “G. Busca”

Paolo Conte  Photo Murialdo
alba teatro sociale 27 10 2017 Paolo Conte Photo Murialdo

.

Sulle note di “Ratafià” è cominciato ieri sera, venerdì 27 ottobre, il grandioso concerto di Paolo Conte al Teatro Sociale “G. Busca” di Alba. Il grande cantautore italiano è arrivato sul palco aperto eccezionalmente sulle due sale alle ore 21.20 accolto dal tripudio di applausi e dalla gioia dei fans. Al pubblico, Conte ha detto “Viva Alec e viva Serafino” riferendosi a Gianfranco Alessandria ed Enrico Serafino, due personaggi di spicco della cultura albese. Solo questo, poi la musica

Tanti i brani intonati durante la serata, dai più celebri ai meno noti al grande pubblico: Snob, Sotto le stelle del jazz, Maracas, Dancing, Via con me, Ballerina, Donna dal profumo di caffè, Max, Gli impermeabili, Aguaplano, La musica è pagana, L’uomo specchio, Tutti a casa, Come di, Incontro misterioso, Gioco d’azzardo, Madeleine, Diavolo rosso, Tropical.

Ad ascoltare, oltre novecento persone distribuite tra la sala storica “M. Torta Morolin” e la sala nuova “M. Abbado” hanno applaudito il cantautore astigiano in uno dei suoi rari concerti italiani.

Paolo Conte insieme ad una band composta da 10 elementi ha celebrato con circa due ore di musica il ventennale della riapertura del Teatro Sociale proprio come fece nel 1997 quando fu uno dei primi artisti a calcare le assi del nuovo palcoscenico. Sul finale il pubblico ha salutato il maestro con una standing ovation dopo aver ascoltato il bis di “Via con me”.

«Si sono conclusi in modo memorabile i festeggiamenti per i venti anni del nostro teatro” dichiarano il sindaco Maurizio Marello e l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Alba Fabio Tripaldi. “Il concerto di ieri sarà ricordato negli anni come un evento straordinario così come avvenuto per lo spettacolo che Paolo Conte fece vent’anni fa. Faremo in modo di avere altre occasioni speciali per aprire in contemporanea le due sale del nostro teatro che, con il palcoscenico che fa da collante ad una doppia struttura, è un unicum in Europa e motivo di orgoglio per la nostra città. Siamo allo stesso tempo felici che il concerto di Conte dia il via alla nostra ventunesima stagione teatrale, un cartellone in cui crediamo moltissimo e che sta riscuotendo il consenso del pubblico.”

Ad accompagnarlo in scena: Nunzio Barbieri (chitarra acustica ed elettrica), Lucio Caliendo (oboe, fagotto, percussioni e tastiere), Claudio Chiara (sax, flauto, basso e tastiere), Daniele Dall’Omo (chitarra), Daniele Di Gregorio (batteria, percussioni, marimba e piano), Luca Enipeo (chitarra), Massimo Pitzianti (fagotto, clarinetto, sax), Piergiorgio Rosso (violino), Jino Touche (basso e chitarra elettrica), Luca Velotti (sax e clarinetto).