Cresce il verde pubblico

Parco Sempione
Parco Sempione

PARTECIPAZIONE. VERDE, MOBILITÀ SOSTENIBILE E SEMPLIFICAZIONE, TUTTI I SUGGERIMENTI DEI CITTADINI AL PGT

Prosegue intanto l’iter per l’aggiornamento del Piano. Consultabili sul sito del Comune il documento di Scoping e il Documento di obiettivi

Milano, 7 settembre 2017 – Crescita del verde pubblico, ampliamento delle zone 30, semplificazione degli iter burocratici, valorizzazione delle attività commerciali di vicinato, attuazione di politiche finalizzate ad attrarre la popolazione giovane. Sono alcune delle esigenze emerse dall’analisi dei questionari redatti dall’Amministrazione per consentire alla città di esprimersi in vista dell’aggiornamento del Piano di Governo del Territorio.

Un percorso che ha visto la compilazione di 5.499 questionari. Di questi, ne sono stati presi in considerazione 4.398 (quelli compilati in tutti i campi o per la maggior parte): si tratta per la stragrande maggioranza di cittadini (2.545, pari al 57,9% dei rispondenti), oltre che liberi professionisti in ambito urbanistico ed edilizio e associazioni. Solo il 23% dei rispondenti ha dichiarato di conoscere l’attuale Piano di Governo del Territorio. Alto il tasso di istruzione: il 62,8% dei rispondenti ha una laurea, il 33,5% un diploma. Il 35% ha tra i 36 e i 50 anni, il 24% tra i 51 e i 65, il 22% tra i 26 e i 35. Infine, l’86% risiede a Milano, l’8% in Città Metropolitana.

Il 90% dei rispondenti ha indicato come importanti il miglioramento della dotazione dei servizi pubblici e del verde, l’ottimizzazione della viabilità e della mobilità, l’esigenza di una progettazione strategica della città, oltre che la rigenerazione del patrimonio edilizio dismesso, la conservazione di quello paesaggistico e storico culturale, e la valorizzazione delle risorse ambientali ed energetiche.

Tanti i suggerimenti pervenuti per il miglioramento della qualità della vita in città. Molti sottolineano l’importanza di creare una città multicentrica, che valorizzi le periferie e crei qualità urbana negli spazi pubblici. Tra i temi più sentiti, quello del verde pubblico, con la richiesta di ampliare le aree alberate, la mobilità, che vede tra le esigenze maggiormente sentite l’ampliamento della zone 30, delle piste ciclabili e delle aree pedonali – ma non manca chi sarebbe favorevole all’estensione di Area C -, il recupero degli edifici abbandonati e delle aree industriali, la semplificazione, intesa come snellimento della burocrazia, la valorizzazione delle attività commerciali di vicinato con il mantenimento delle attività al piano terra, specie in periferia, quale elemento di sicurezza.

C’è chi ritiene indispensabile la costruzione di una moschea, chi evidenzia l’importanza strategica della riqualificazione degli scali ferroviari e della realizzazione della circle line. In molti, infine, sono favorevoli alla riapertura dei navigli. Tra le curiosità, la richiesta di un giardino di palme in via Ripamonti e di un museo dei trasporti in città.

Tra i suggerimenti, anche quelli per dare un titolo al nuovo PGT: c’è chi ha posto l’accento sulla trasformazione futura e ha proposto La Milano che verrà, chi vuole una Milano città verde, chi Una Milano per tutti, chi crede in una Milano 2.0.

Parallelamente all’analisi dei questionari, prosegue l’iter per la revisione del PGT. Sul sito del Comune di Milano e sul sito Sivas è disponibile per la consultazione il Documento di Scoping per la procedura di Valutazione Ambientale Strategica, accompagnato da un Documento di Obiettivi per il Piano di Governo del Territorio, che delinea tematiche utili ad orientare il processo di revisione del Piano, tenendo in considerazione le istanze sinora emerse. Enti territorialmente interessati, soggetti competenti in materia ambientale, soggetti funzionalmente interessati, singoli settori del pubblico interessati all’iter decisionale potranno inviare i propri contributi scritti, entro il 29 settembre ai seguenti indirizzi di posta elettronica: PianificazioneUrbanistica@postacert.comune.milano.it

Oppure attuazionepoliticheambiente@cert.comune.milano.it.

I due documenti sono consultabili anche negli uffici di P.zza Duomo, 21 – 4° piano (Area Ambiente ed Energia) e di via Cenisio 2 (Area Pianificazione Urbanistica Generale), sempre fino al 29 settembre 2017, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 16.00.

In autunno continuerà la fase di ascolto che precederà la redazione della proposta tecnica del Nuovo Documento di Piano e delle varianti al Piano delle Regole e al Piano dei Servizi, che dovranno poi essere adottati dal Consiglio Comunale. Successivamente, gli atti torneranno a disposizione di cittadini ed enti per la presentazione delle osservazioni, che saranno controdedotte e recepite per l’approvazione definitiva.