Festivaletteratura: Atlante, una mappa collettiva on the road da Brescia a Mantova

Mappa
Mappa

Con il progetto Atlante il Festivaletteratura di Mantova si lancia quest’anno in un’avventura editoriale mai tentata prima: la redazione collettiva e on the road di una mappa turistica del territorio che si distende tra Brescia e Mantova, sul percorso che passa per Rezzato, Desenzano, Solferino, Cavriana, Volta Mantovana e Goito.
L’obiettivo è di offrire uno strumento di esplorazione decisamente inusuale, compilato sul campo da tutti coloro che prenderanno parte a questo viaggio cartografico – compiuto rigorosamente a piedi – e destinato a chi vorrà esplorare in profondità e con il giusto tempo questo scorcio di Lombardia posto tra colli, laghi e pianura, forse ancora non conosciuto come meriterebbe.
In un viaggio in quattro tappe (la partenza è prevista da Brescia domenica 3 settembre, l’arrivo a Mantova mercoledì 6), i partecipanti – guidati da Luigi Farrauto e Andrea Novali, map designers e incalliti viaggiatori – avranno il compito di segnare sulle mappe mute, inserite in uno speciale taccuino impressioni, appunti, immagini, notizie relative ai punti di attrazione che incontreranno, guidati anche dalle segnalazioni pervenute sul sito di Festivaletteratura durante l’estate.

Piccoli tesori artistici, oasi naturali, ma anche botteghe, storie e personaggi notevoli andranno a comporre una guida della Lombardia profonda proposta sotto forma di installazione alla Tenda dei Libri di piazza Sordello per tutta la durata del Festival (da mercoledì 6 a domenica 10 settembre).

Ma per il successo di Atlante serve l’aiuto di tutti! La precisione e il dettaglio della mappa finale dipenderà certo dalla sensibilità e dalla capacità di osservazione dei partecipanti ad Atlante, ma soprattutto dalla conoscenza diffusa di chi vive e conosce il territorio.
Attraverso un apposito form attivo sul sito festivaletteratura.it/atlante è possibile infatti segnalare ai curatori di Atlante tutti i luoghi imperdibili presenti sul percorso Brescia – Mantova o nelle immediate vicinanze, che – nell’opinione di chi ce li segnalerà – devono assolutamente entrare in questa guida collettiva. Insieme alle indicazioni su memorie storiche, opere d’arte, oasi naturalistiche, vedute panoramiche, corti rurali, case private, botteghe, fabbriche, atélier di artisti, saranno particolarmente preziose le indicazioni sulle bellezze sconosciute e i posti segreti che solo chi vive nei luoghi attraversati dal percorso conosce. Saranno le loro annotazioni sulla mappa