Il Cannibale di Rottemburg

Mein tel
Mein tel

12 LUGLIO 2017, ore 21 nell’ambito della RASSEGNA LIBERI D’ESTATE

1-16 luglio MEIN TEIL- IL CANNIBALE DI ROTTEMBURG scritto e diretto da Delia Rimoldi con Claudio Gaj, Delia Rimoldi, Jacopo Veronese produzione Spazio DiLà.

Uno spettacolo ispirato alla vita di Armin Meiwes, criminale tedesco, antropofago, che fu protagonista dell’omicidio e del successivo cannibalismo di Bernd Jürgen Armando Brandes, vittima consenziente contattata su un sito web. Mein Teil, letteralmente “pezzo di corpo”, è il titolo di una canzone dei Rammstein, un gruppo musicale berlinese di industrial-metal molto famoso in Germania. Lo spettacolo, a partire dal testo del brano musicale che alterna un linguaggio brutale ad un linguaggio poetico, intende approfondire i due aspetti che fanno parte della vicenda: la visione soggettiva e l’accadimento oggettivo.

Mein Teil-Il Cannibale di Rottemburg si propone di indagare il rapporto tra vittima e carnefice tracciando un percorso a ritroso, a partire dal momento dell’incontro tra i due personaggi fino a ripercorrerne le tappe precedenti, attraverso flash back che, nel loro insieme, possano contribuire a fornire una visione complessivadelle due personalità.

La messa in scena si articola su due piani distinti che s’intrecciano gradualmente.
Il primo, quello del ricordo, ha come filo conduttore il racconto della fiaba di Hansel e Gretel, da sempre un'ossessione del criminale protagonista proprio per l'immaginario che suggerisce e che si mescola a stralci di vita familiare.
 Il secondo è l'evolversi dell'incontro tanto agghiacciante quanto romantico tra il criminale e la vittima. E’ la cronaca a suggerire il codice utilizzato per questo racconto. Armin Meiwes registra ogni momento dell'ultima visita della sua vittima per dimostrare il suo consenso; da questo la decisione di utilizzare i generi televisivi di un arco 
temporale che va dagli anni Settanta, quando il protagonista era ragazzino, fino al 2001, anno in cui è stato arrestato.