Gli “Statuto” in concerto a Torino

Statuto
Statuto

STATUTO

GIOVEDÌ IN CONCERTO AL NUOVO STADIO FILADELFIA DI TORINO PER L’INAUGURAZIONE
Omaggiano il Toro con gli inni storici e le loro canzoni dedicate alla squadra, da “Il Capitano” a “Facci un goal”
Giovedì 25 aprile gli STATUTO si esibiranno in concerto al nuovo Stadio Filadelfia di Torino nell’atteso giorno di inaugurazione (concerto ore 17.00 – durante la giornata l’accesso allo stadio è libero).

La band è stata invitata ad omaggiare il Toro portando sul palco l’inno dello scudetto “Forza Toro” del 1976, l’inno “Cuore Toro”, ufficiale dal 2006 al 2010 e scritto dagli stessi Statuto e i brani della band a tema calcistico “Grande”, sul Grande Torino con testo di Giampaolo Ormezzano, “Il Capitano”, su Giorgio Ferrini e “Facci un Goal”, sul calciatore Paolo Pulici.

Continua intanto il tour degli STATUTO per presentare l’album “ZIGHIDÀ 25” (Universal), che celebra il 25° anniversario dalla pubblicazione del disco “Zighidà”.

Ecco le prossime date del calendario, in aggiornamento, dello “ZIGHIDÀ 25 TOUR”: 2 giugno al Parco dell’Ex Manifattura Tabacchi a Bologna; 8 giugno al Festival di Vauda Canavese (TO); 11 giugno al GiugaRock di Maggianico (LC); 30 giugno in Piazza a Moiano (PG).

«“Zighidà” è l’album che ha consegnato il nostro Ska intriso di Soul e Pop al grande pubblico, portandoci dai locali underground al palco dell’Ariston e del Festivalbar – raccontano gli Statuto – Il suono è originale, di facile ascolto ma mai banale, semplice seppur con ricchi arrangiamenti di fiati e tastiere. I testi trattano esplicitamente tematiche metropolitane e sociali risultando anche oggi incredibilmente attuali. La produzione di Gianni Maroccolo rende il disco sempre evoluto, oltre i limiti di tempo e spazio, integro nella sua spiccata identità mod, che caratterizza fedelmente e piacevolmente il nostro stile estetico, musicale e ideologico. Il “live” contenuto nell’altro cd dimostra che energia, entusiasmo e divertimento non penalizzano la tecnica strumentale e vocale nonché la professionalità di band come la nostra, cresciuta in cantina e nei club prima di arrivare in TV e ai grandi palchi e non viceversa…».

Ecco la tracklist del disco: “Zighidà”; “Piazza Statuto”; “Abbiamo vinto il festival di Sanremo”; “Senza di lei”; “Piera”; “Ghetto”; “Balla”; “Moskowska”; “Quando quando quando”; “Ragazzo Ultrà”; “Non farmi ridere”; “Le – U”; “Libero”; “Baciami baciami”; “Qui non c’è il mare”.
“Zigihdà 25” contiene anche 3 bonus track, tra cui il nuovo singolo: “Noi duri”; “Abbiamo vinto il festival di Sanremo” (con la partecipazione del tenore Romano Doria); “Qui non c’è il mare” (feat Caparezza).

È in radio “Qui non c’è il mare”, il nuovo singolo della band che anticipa il disco. Il brano, prodotto da Max Casacci, ha come ospite d’onore CAPAREZZA. Questo il link per visualizzare il video su Vevo: http://vevo.ly/8gbLHf

I diritti SIAE del singolo “Qui non c’è il mare” saranno devoluti all’associazione CARLO U. ROSSI (già produttore della band e tra i maggiori produttori artistici italiani, scomparso tragicamente nel 2015) che si occupa di sostenere gli studi dei giovani desiderosi di diventare produttori artistici.

Gli STATUTO sono oSKAr (voce), Naska (batteria), Enrico Bontempi (chitarra) e Rudy (basso). La band è una realtà unica nel panorama della musica italiana, con il suo coerente ma non per questo mai evoluto stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati. Gli Statuto sono spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di “moda” che è iniziata con lo ska e si è fusa con il soul e il powerpop, diventando totalmente originale e incatalogabile. Senza mai aver assunto i panni delle “star”, senza essersi mai allontanati idealmente (e geograficamente) da Piazza Statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico, dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revoluciòn all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali), sempre con la massima semplicità e naturalezza che li contraddistingue fin dai loro inizi. Gli Statuto sono reduci da un tour nei club durante il quale hanno presentato l’ultimo disco “Amore di Classe” (2016).