Il primo album di Emanuele Fasano

MANUELE_FASANO_phPaoloDeFrancesco
MANUELE_FASANO_phPaoloDeFrancesco

Esce venerdì 7 aprile 2017 “La Mia Ragazza è il Piano”, il primo album di Emanuele Fasano, il giovane “pianista delle stazioni” che recentemente si è esibito anche sul palco di Sanremo come ospite durante la serata finale.

In quell’occasione, la sua storia personale e la sua musica – pop per pianoforte come ama definirla lui stesso – hanno catturato l’attenzione dei 9 milioni di telespettatori e del pubblico in sala. Dopo una prima uscita con 7 brani pubblicati solo in formato EP digitale, entrato nella Top 10 di Itunes, ora il suo debutto discografico esce in formato CD, su etichetta Sugar con 3 brani in più, da ora in poi disponibili anche nella versione digital download e streaming.

I 10 brani, prodotti da Mauro Malavasi, ben rappresentano l’attitudine artistica del loro compositore: il “pop per pianoforte” di Emanuele Fasano è musica emozionale, straripante dell’emotività di un ragazzo nel pieno dei suoi vent’anni, altalenante all’interno della stessa composizione, con rapidi passaggi dalla quiete intimista all’esplosione gioiosa.

Il sogno, l’amore o la sua attesa sono le ispirazioni più ricorrenti nelle composizioni. Si attraversa quindi un arcobaleno di emozioni, fra l’atmosfera intima e velata di malinconia di brani come “Il buio nell’anima”, l’incedere prima timido e poi incalzante di “Il silenzio è la risposta”, il racconto quasi visivo del mare in “On the paddleboard”, i paesaggi sognanti di “Amsterdam Sky” e “Mare Catalano”, il romanticismo di “Lost in Your Eyes” e “Disperso”, il senso di attesa che trascende nella pura gioia nella titletrack “La mia ragazza è il piano”, senza dimenticare un pizzico di virtuosismo in “Waves on The World”.

Il pezzo di apertura dell’album è “Non so come mai”, quello che probabilmente ha cambiato la vita di Emanuele, nel giorno in cui, mentre ingannava l’attesa di un treno suonando il piano alla Stazione Centrale di Milano, un altro viaggiatore di passaggio (Alberto Simone, regista di cinema e fiction) lo riprese col cellulare, rendendolo famoso sul facebook inizialmente a sua insaputa: il video di “Non So Come Mai” live in stazione  conta al momento 6 milioni di visualizzazioni, 100.000 condivisioni e 115.000 like.